Guida agli eroi di Overwatch: Lùcio


Articolo a cura di Pietro Gualano 


 

Le nostre guide dedicate a Overwatch: guida per principiantiguida a Soldato-76guida a Bastionguida a Mercyguida a Reaperguida a Roadhogguida a Reinhardtguida a Hanzoguida a Pharahguida a Tracerguida a Genjiguida a McCree

 

Nome reale: Lùcio Correia dos Santos

Età: 26

Professione: DJ, Combattente per la libertà

Base operativa: Rio de Janeiro, Brasile


Affiliazione: nessuna

Punti vita: 200

Abilità e punti chiave

 

Lùcio è un eroe di supporto molto interessante, un personaggio che può fare veramente la differenza se usato come si deve. Questo speciale “DJ” può infatti migliorare salute e velocità di tutti i membri del gruppo senza nessuno sforzo ed è dotato di alcune abilità particolarmente intriganti. Il numero di punti vita a sua disposizione è sicuramente adeguato e le sue abilità di guaritore lo rendono un bersaglio particolarmente ostico da abbattere per molti eroi ma naturalmente, come sempre, anche lui ha i suoi punti deboli. Crediamo che Lùcio sia il supporto più versatile di tutto il gioco ma partiamo, come sempre, dall’analisi delle abilità:

 


– Vibrazioni: un’abilità passiva che non ha tempi di ricarica, vi permette di curare o aumentare la velocità di tutti gli alleati nelle vicinanze. Questa capacità è estremamente utile, Lùcio è di fatto in grado di supportare il team senza fare particolari sforzi e può curare senza nessuna interruzione tank e non solo. Nel corso della partita possiamo passare liberamente dalla canzone curativa al ritmo in grado di aumentare la velocità, come abbiamo detto non ci sono particolari tempi di ricarica ma attenzione: il numero di “cambi” a vostra disposizione è limitato quindi cercate di non esagerare.

 

– Volume al massimo: un’abilità strettamente collegata alla precedente, attivandola potete potenziare l’effetto della canzone che state utilizzando. Questo naturalmente vuol dire che curerete più velocemente e che potrete aumentare ulteriormente la velocità di movimento degli alleati, ricordate che viene semplicemente aumentata la potenza della canzone mentre il raggio d’azione non viene modificato. Quest’abilità è estremamente utile nei momenti critici o quando si subiscono uccisioni di squadra e si deve ripartire tutti insieme dalla base, in questo caso il tempo di ricarica c’è ed è anche piuttosto pesante quindi sfruttatela quando serve davvero.

 

– Barriera sonora (super): la super di Lùcio è, ovviamente, una mossa di supporto per tutti gli alleati. Attivandola fornirete una quantità impressionante di scudi a tutti gli eroi non ostili in un raggio d’azione più che soddisfacente, la protezione calerà velocemente ma usando quest’abilità al momento giusto potete veramente salvare la vita a molti alleati. Questa super è semplicemente fantastica in controllo e vi permette di resistere senza troppi problemi a un’ondata di nemici, cercate di sfruttarla nei momenti critici e non aspettate troppo: uno scudo non serve a niente a un morto. Attenzione: per far partire l’onda protettiva ci vuole circa mezzo secondo e in questo periodo di tempo siete estremamente vulnerabili, cercate quindi di essere prudenti e non attivatela in situazioni di grande inferiorità numerica. Quest’abilità può essere molto utile anche in partite in cui è necessario spostare un carico, ricordate che attivandola potrete curare anche gli alleati nel vostro raggio d’azione.


Armamento e conclusioni

 

Lùcio utilizza una sola arma (amplificatore sonico) con due modalità di fuoco. La prima vi consente di sparare brevi raffiche di colpi con grande precisione, mentre con la seconda potete liberare un’onda sonora in grado di respingere i nemici. 

Il danno base inflitto dalla vostra arma non è altissimo ma con un po’ di precisione riuscirete a portare a casa qualche kill facile, Lùcio è un combattente pensato per la breve/media distanza e faticherete molto contro cecchini e eroi troppo lontani. Il caricatore è soddisfacente e non dovreste avere particolari problemi da questo punto di vista, ricordate che il vostro amplificatore spara a scariche e ci sono intervalli di tempo (apparentemente interminabili) in cui non fate fuoco. Per quanto riguarda la seconda modalità di fuoco ci vuole un po’ di pazienza per padroneggiarla, è il classico asso nella manica da tirare fuori in certe situazioni della partita e vi permette di sbarazzarvi di eroi con molta salute in un attimo. Per sfruttarla a dovere dovete imparare a conoscere il suo raggio d’azione, avere un minimo di dimestichezza con la mappa e azzeccare l’angolo di impatto. Il nostro unico consiglio per l’onda d’urto e di provarla un po’ in qualche partita, inizialmente faticherete ma può salvarvi la pelle in parecchie occasioni. 

Lùcio è un eroe estremamente fastidioso per gli avversari, si cura abbastanza in fretta ed è molto veloce nei movimenti. Colpirlo non è affatto semplice e sebbene il suo danno non sia altissimo può comunque tenervi impegnati a lungo facendovi perdere tempo prezioso. Stiamo parlando di un personaggio molto mobile, un eroe in grado anche di correre sui muri e di sfruttare il parkour per raggiungere velocemente zone altrimenti inaccessibili. 

I vostri peggiori nemici sono senza dubbio gli eroi in grado di stordirvi bloccando il vostro continuo movimento (Roadhog e McCree su tutti) ma anche personaggi come Tracer o Bastion possono darvi enormi problemi. Rispetto agli altri eroi di supporto avete caratteristiche che vi rendono utili praticamente in tutte le situazioni, un buon Lùcio è una vera benedizione per il team e può tranquillamente cambiare una partita. 

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Classifica italiana videogiochi: 6-12 giugno

Mighty No.9 stroncato dalla critica internazionale