Guida agli eroi di Overwatch: Bastion


Articolo a cura di Pietro Gualano 


 

Le nostre guide dedicate a Overwatch: guida per principianti, guida a Soldato-76, guida a Mercy, guida a Reaper, guida a Reinhardt, guida a Hanzo, guida a Tracerguida a McCreeguida a Genjiguida a Widowmaker

 

Nome reale: Automa d’assedio E54 dei laboratori SST, Bation

Età: 30

Professione: Automa da battaglia

Base operativa: Sconosciuta


Affiliazione: Nessuna 

Punti vita: 300

Abilità e punti chiave

 

Bastion è uno degli eroi più utilizzati in Overwatch, un personaggio di difesa apparentemente molto forte. Perché apparentemente? Perché i suoi grandi pregi sono bilanciati da grossi difetti che, se sfruttati dagli avversari, possono mettervi in grossi guai. Bastion è un eroe apparentemente perfetto per giocare in modo statico, ma qualche partita è più che sufficiente per capire che non basta trovare una buona posizione, aspettare e fare fuoco. Ma andiamo con ordine e partiamo, come sempre, dalle abilità. 

 

– Riconfigurazione: Bastion può essere utilizzato in assetto ricognitore o in assetto torretta e quest’abilità vi permette di passare in poco tempo da una modalità all’altra. Non ci sono tempi di ricarica dell’abilità quindi potete usarla tutte le volte che volete ma attenzione: nel passaggio da un assetto all’altro siete vulnerabili e non potete né muovervi né difendervi in alcun modo. Per questo motivo vi consigliamo di controllare bene la zona prima di trasformarvi, il tempo richiesto non è molto ma gli avversari potrebbero comunque infliggervi gravi danni.


 

– Autoriparazione: un’abilità molto utile che consente a Bastion di ripararsi ripristinando completamente la propria salute iniziale. Anche in questo caso non ci sono tempi di ricarica e vale lo stesso discorso fatto per la riconfigurazione: non utilizzate mai quest’abilità se siete sotto forte fuoco nemico, non avete la possibilità di difendervi e siete estremamente vulnerabili. Il consiglio in questo caso è di allontanarsi per un momento dalla battaglia, trovare un posto tranquillo e ricaricarsi. Potete anche sfruttare i tempi morti tra un’ondata di nemici e un’altra. 

 

– Assetto carro armato (Super): una super molto interessante che vi consente di trasformarvi in un piccolo carro armato sparando colpi devastanti. La durata è piuttosto ridotta (otto secondi) quindi cercate di sfruttare al meglio il poco tempo a vostra disposizione. Quest’abilità è perfetta contro gruppi di nemici, con una buona mira potreste riuscire ad abbattere praticamente qualsiasi eroe o a disintegrare lo scudo di Reinhardt.

I colpi sparati in modalità carro armato, comunque, non sono semplici da mandare a segno quindi vi consigliamo di puntare prima di tutto eroi molto vicini o al massimo sulla media distanza. 

Armamento e conclusioni

 


Bastion, come abbiamo già detto, ha a propria disposizione l’assetto ricognitore e l’assetto torretta. Nel primo caso avete la possibilità di muovervi (piuttosto lentamente in realtà) e siete armati con una mitragliatrice pesante in grado di infliggere un buon numero di danni. Nel secondo caso, invece, siete completamente immobili e potete sfruttare una devastante mitragliatrice a canne rotanti. Entrambe le armi di Bastion sono sicuramente buone e hanno un caricatore soddisfacente, il danno inflitto non è altissimo ma la cadenza di fuoco è talmente elevata che potete abbattere chiunque in pochissimo tempo. Bastion è perfetto per contrastare tank come Reinhardt e riesce facilmente ad uccidere tutti gli eroi anche sulla media distanza (sulla lunga si soffre un po’ ma niente di drammatico). 

Fino a qui nulla di male ma ora partiamo con l’analisi dei punti deboli di Bastion. Prima di tutto non potete mai permettervi di farvi colpire alle spalle in assetto torretta: frontalmente siete ben protetti ma i colpi ricevuti da dietro vi infliggeranno molti danni aggiuntivi. In secondo luogo questo eroe fatica moltissimo contro personaggi particolarmente abili negli scontri ravvicinati: difficilmente riuscirete a vincere in uno contro uno contro Tracer o Reaper (per non parlare di Genji). 

Per utilizzare Bastion in modo ottimale dovete imparare a posizionarvi correttamente sulla mappa in punti mai troppo scoperti e, se possibile, con una buona visuale su eventuali zone contese. Una tecnica classica è posizionare l’automa subito dietro l’angolo, in modo da uccidere istantaneamente chiunque passi nella zona. Un altro consiglio è di evitare di rimanere sempre nello stesso punto, prima o poi gli avversari vi verranno a cercare con l’eroe adatto a farvi fuori quindi meglio non farsi cogliere impreparati. 

Se possibile fatevi sempre supportare da personaggi come Mercy, quest’eroe potrà curarvi in momenti critici e aumentare il vostro danno in caso di bisogno. State sempre attenti ai cecchini come Hanzo perché siete dei bersagli facilissimi per loro, quindi o li abbattete prima o vi spostate molto rapidamente. 

Un’altra tecnica piuttosto utilizzata con Bastion e portare l’automa in cima al carico e impostare l’assetto torretta: questa strategia è altamente rischiosa perché, ovviamente, vi rende il primo bersaglio degli avversari. In ogni caso potete anche ottenere risultati positivi, ma assicuratevi di avere una buona squadra in grado di supportarvi in modo adeguato prima di farlo. 

L’ultimo consiglio che vi diamo è forse il più importante: studiate prima le mappe, cercate di individuare almeno una o due posizioni che ritenete ottimali e poi sfruttatele in partita. In questo modo non perderete tempo vagando in assetto ricognitore e sarete subito utili alla squadra.

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Ducati – 90th Anniversary: data di uscita ufficiale

Zombie Vikings: cancellata ufficialmente la versione Wii U