Guida agli eroi di Overwatch: Widowmaker


Articolo a cura di Pietro Gualano 


 

Le nostre guide dedicate a Overwatch: guida per principiantiguida a Soldato-76guida a Bastionguida a Mercyguida a Reaperguida a Roadhogguida a Reinhardtguida a Hanzoguida a Pharahguida a Tracer, guida a Genji, guida a McCree

 

Nome reale: Amélie Lacroix

Età: 33

Professione: assassina

Base operativa: Annecy, Francia


Affiliazione: Talon

Punti vita: 200

Abilità e punti chiave 

 

Oggi parliamo di Widowmaker, l’unico cecchino “puro” presente in Overwatch. Questo personaggio è perfetto per i lupi solitari dal momento che potete tranquillamente giocare un’ottima partita anche stando lontano da tutto e da tutti, ma vi invitiamo a non snobbare troppo le possibilità offerte da una gioiosa cooperazione con i vostri alleati. Attenzione: questo eroe è stato nerfato recentemente con le modifiche che trovate qui di seguito.

 

– Bacio della Vedova


 

Fuoco alternativo (colpo mirato)

 

Danni di base diminuiti da 15 a 12.

Attenzione: il moltiplicatore dei danni dei colpi mirati resta invariato.

Il moltiplicatore dei danni dei colpi alla testa è aumentato da 2x a 2,5x.


I giocatori ora devono aspettare la fine dell’animazione della chiusura dello zoom per poter mirare nuovamente.

 

– Visore Termico

 

Il costo di ricarica della Ultra è aumentato del 10%.

 

Più avanti parleremo anche di questi depotenziamenti, ma andiamo con ordine e partiamo, come sempre, dalle abilità:

 

– Rampino: un’abilità molto utile e divertente da usare che permette alla nostra cecchina di spostarsi rapidamente per la mappa. Grazie al vostro fidato rampino potete raggiungere posizioni inaccessibili per (quasi) tutti gli altri eroi, piazzandovi così in ottimi punti da tiratore. Il tempo di ricarica dell’abilità è piuttosto pesante quindi cercate di non esagerare e usatela solo quando è realmente necessaria.

Non dimenticate che il rampino può essere utilizzato anche mentre siete in volo (una cosa molto Spider-Man) e che può essere sfruttato anche per uscire da situazioni spinose senza troppi problemi. Mentre vi spostate con questo strumento non siete invulnerabili, ma siete molto veloci e, di conseguenza, difficili da colpire per tutti. 

 

– Mina venefica: la migliore amica di Widowmaker è una bella mina in grado di avvelenare chiunque la calpesti, riducendo il campo visivo del nemico e infliggendo al tempo stesso un buon numero di danni. Non si tratta di un’arma esplosiva e non potete spammarle in giro per la mappa come le torrette di Symmetra, quindi cercate di fare attenzione. Nessun nemico morirà sul colpo calpestando la vostra mina, ma piazzandola alle vostre spalle verrete avvertiti del pericolo imminente e potrete finire un nemico già danneggiato.

 

– Visore Termico (super): l’abilità perfetta per ogni cecchino. Attivandola avete la possibilità di vedere i vostri nemici attraverso strutture e superfici, individuandoli con precisione assoluta attraverso il calore. In questo modo mandare a segno colpi perfetti è ancora più semplice, è sufficiente piazzarsi e aspettare che il nemico giri l’angolo. Il visore rimane attivo per un tempo più che soddisfacente e vi consente di fare un buon numero di kill contro avversari magari non troppo prudenti.

Soddisfatti? Non avete ancora sentito la parte migliore! Il visore non è attivo solo per voi, i corpi dei nemici sono ben visibili anche a tutti i vostri alleati. Questa super vi permette di essere un membro utilissimo del team e può facilitare parecchio la vita a tutta la squadra.

Armamento e conclusioni

 

Widowmaker utilizza un grosso fucile noto come “Bacio della vedova”. Quest’arma ha due modalità di fuoco, una con mirino e una senza: con la prima potete giocare come classici cecchini, puntando nemici distanti e sparando un colpo alla volta, mentre con la seconda potete sfruttare il Bacio della vedova come un fucile automatico.

Un paio di precisazioni: lo zoom offerto dal mirino è abbastanza scadente e colpire bersagli a distanze veramente importanti è molto difficile, il danno del proiettile dipende dal tempo che impiegate per caricare il colpo (per arrivare al 100% ci vuole circa un secondo), volendo potete anche sparare più colpi rapidi in sequenza ma farete pochissimi danni. Il danno inflitto dalla vostra arma come fucile automatico è abbastanza basso, Widowmaker è pensata per essere pericolosa sulla distanza e in combattimenti ravvicinati può cavarsela ma ha comunque spesso la peggio. Il caricatore della vostra arma è assolutamente soddisfacente e tendenzialmente non dovreste avere problemi da questo punto di vista. 

Questo personaggio è perfetto per colpire eroi grossi e statici come Roadhog o Bastion, ma soffre contro personaggi particolarmente mobili come Tracer o Genji. Il supporto perfetto per voi è probabilmente Zenyatta, ma anche Mercy può essere un’ottima soluzione. 

Parlando del nerf dobbiamo sottolineare un paio di punti: il danno diminuito è quello al corpo quindi sarà più difficile realizzare kill mirando al bersaglio grosso, ma in compenso le uccisioni tramite headshot dovrebbero essere un po’ più semplici. Grazie a questa modifica Widowmaker è indubbiamente diventata un personaggio più complesso da utilizzare, ora ci vuole una discreta dimestichezza con il fucile da cecchino e servono riflessi decisamente rapidi. 

Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Trucchi Defend Your Castle per ottenere tutte le medaglie

Detroit Become Human – Anteprima