MGS 5 The Phantom Pain – Missione 46 Sbloccare il vero finale (No Spoiler)

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain – Sbloccare la missione segreta 46. In questa sezione della nostra guida completa a MGSV: The Phantom Pain, vedremo come sbloccare la missione 46 per vedere il finale alternativo del gioco, il vero finale, il finale migliore, senza spoiler!

COME SBLOCCARE LA MISSIONE 46

Per sbloccare questa missione segreta dovrete portare a termine i seguenti requisiti:

-Sbloccate e terminate la missione 45 (vedi fine pagina)

-Terminate, con qualsiasi grado, tutte le Missioni Principali del gioco.

-Sbloccate e completate tutte le Missioni Opzionali Importanti, evidenziate in giallo.

-Preparatevi alla VERITA’

COME SBLOCCARE LA MISSIONE 45

Per sbloccare questa missione segreta dovrete portare a termine i seguenti requisiti:

-Massimizzare il vostro legame con Quiet (se non sapete come sbloccare la cecchina o come massimizzare in fretta il vostro legame leggete la Guida Per sbloccare Quiet come spalla )

-Sbloccate l’intermezzo in cui Huey viene esiliato dalla Mother Base. Dovete portare a termine la Missioni Opzionale 143 e la Missioni Principale 43 più un’altra a scelta. Tornate alla Mother Base per assistere al filmato.

-Portate a termine la Missione Opzionale 150 per iniziare, automaticamente, la missione 45.

IMPORTANTE: Se usate lo Stemma Farfalla: Fronte, la missione 45 non verrà sbloccata e in questo modo potrete tenere QUIET per tutto il tempo che vorrete. Quando infine sarete pronti a lasciarla andare, togliete lo stemma per sbloccare la missione, dopo aver portato a termine anche gli altri requisiti.


Tutte le guide di MGS V: The Phantom Pain

MGS 5 tutte le guide al gioco


Non è finita qui!

Scopri altre guide, soluzioni, walkthrough o trucchi per completare il gioco al 100%!

Hai suggerimenti o domande?
Segnalacelo nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Simone Alvaro "Guybrush89" Segatori

Ritrovato in tenera età su una spiaggia pixelata le sue prime parole sono state "Voglio fare il pirata!"

In mancanza di un vero galeone è partito all'arrembaggio del mare della rete depredando le conoscenze di ogni isola su cui è approdato: Ha scritto per Games, VGN, Adventure's Planet, Badgames, FlopTV, Cinefilia Ritrovata, Ridble e creato qualche video per la ciurma di Game Series Network.

Nel mentre la taglia sulla sua testa è aumentata e dopo che l'Università di Viterbo lo ha ritenuto un pericoloso "Capitano della Comunicazione", l'Alma Mater Studiorum di Bologna lo ha classificato come "Minaccia Pirata esperta di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale".

Per circa un anno è quindi rimasto nascosto nella Cineteca di Bologna, gestendo dall'ombra l'Archivio Videoludico e organizzando anche un ritrovo piratesco conosciuto come Svilupparty.

Dopo qualche tempo passato in mare tra cinema, fumetti, serie tv, libri, aspirapolvere e videogiochi, senza mai una vera casa, mette l'ancora alla fonda nella baia videoludica di Player.it, dove passa le giornate in compagnia di scimmie, balene e altri animali. Va spesso ad ubriacarsi nella taverna di Tom's Hardware, inoltre va all'arrembaggio di libri e fumetti su Frasix, di gadget e serie TV su Nospoiler e Cinematographe e svolge ricerche su antichi manufatti per conto di Ivipro.

Il richiamo dell'oceano però lo trascina continuamente tra le onde e anche se non sa dove lo porterà il vento quello che conta davvero è il viaggio.

Transformers: Devastation – Nuovo trailer e bonus pre-ordine

Classifica italiana videogiochi: 24 – 30 agosto 2015