Red Dead Redemption 2: “Il mondo di gioco reagirà alle azioni del giocatore”

red dead redemption 2


Nel debut trailer rilasciato il mese scorso, ciò che ha maggiormente colpito critica e fan è stata la sensazioni di avere davanti un mondo d gioco vivo, ad ampio respiro, completamente interattivo e dettagliato. Su questo punto la Rockstar è spesso impegnata a divulgare informazioni per confermare che il mondo di gioco da loro creato è davvero così. Un mondo realistico e fortemente interattivo sembra essere il vero punto forte di Red Dead Redemption 2.


In un’intervista rilasciata a Hollywood Reporter, Aaron Garbut, direttore artistico di Rockstar North, ha recentemente parlato proprio di questo argomento, di come il mondo di gioco non sarà solo enorme e profondo, ma anche coeso e coerente con la storia, così come con il personaggio di Arthur Morgan, il protagonista del gioco.

Stiamo cercando di creare un mondo che sia allo stesso tempo esteso e profondo. Abbiamo sempre cercato di creare mondi che sembrassero veri e propri luoghi da esplorare più che giochi, e siamo stati in grado di utilizzare la più recente tecnologia per far avanzare quell’idea in modi che non abbiamo mai sperimentato prima.

Stiamo cercando di creare un mondo in cui tutto sia più coeso, in modo che le azioni del giocatore e il modo in cui il mondo reagisce alle tue azioni siano coerenti, non importa quello che fai o dove lo fai. È persistente e vivo, ma anche più libero e intimo in modo che abbia più senso muoversi per lo più a cavallo o a piedi. Puoi parlare di qualsiasi cosa con un barman in un saloon, parlare dei tuoi guai con un avvocato locale, dirottare un treno o semplicemente frugare tra i cassetti di una vecchia fattoria sperando di trovare denaro o solo del cibo per aiutare la banda a sopravvivere – e senza problemi transizione e interruzioni, tutto avviene in armonia con Arthur come personaggio.

Rockstar, è maestra nella costruzione di open world, ma pare che voglia fare un ulteriore passo in avanti con Red Dead Redemption 2. Saranno presenti un’IA all’avanguardia per quanto riguarda gli NPC e un sistema di fauna selvatica, per esempio, e sono solo due dei molti sistemi che verranno implementati per rendere l’universo di gioco realistico, bello da vedere e da esplorare, dinamico, ma anche pericoloso.

Se tutte queste premesse diventeranno realtà lo vedremo molto preso, infatti, Red Dead Redemption 2 verrà rilasciato per PS4 e Xbox One il 26 ottobre. Recentemente, Rockstar ha anche divulgato informazioni sul cast di personaggi del gioco, che presenta sia volti nuovi che familiari, tra cui quelli di Dutch van der Linde e John Marston. Per ulteriori dettagli su Red Dead Redemption 2, leggete la nostra scheda qui di seguito.

Scheda news del gioco

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamingbolt

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

indovinelli-enigmi-rubrica-cover

L’antro di Gollum: la pentola d’oro

shadow of the tomb raider vendite

Shadow of the Tomb Raider: vendite basse in UK