In questi giorni il blog ufficiale di Pokémon GO, nonché il canale twitter di Niantic Labs, vengono letteralmente presi d’assalto. Tra le novità più grosse da segnalare c’è sicuramente l’introduzione della terza generazione di Pokémon (Hoenn) ma adesso veniamo a conoscenza anche dell’arrivo dei cambiamenti climatici, in base al tempo reale del paese in cui stiamo giocando.

Sole, pioggia e vento arricchiscono il Gameplay di Pokémon GO

A partire da questo fine settimana, Treecko, Torchic e Mudkip e molti altri Pokémon della regione di Hoenn, provenienti da Rubino e Zaffiro, inizieranno ad apparire per la prima volta all’interno del capitolo Mobile di Pokémon GO. Si comincerà con 50 creature, man mano ne verranno rilasciate di nuove nel corso delle prossime settimane. Arriva anche il sistema di tempo ambientale dinamico, che cambierà il modo in cui gli Allenatori dovranno approcciarsi alla scoperta, cattura e interazione con i Pokémon nell’ambiente circostante.

pokemon go fest eventi europei rimandati
Pokémon GO

Insomma, diventa fondamentale prestare attenzione all’ambiente locale. Per favorire la nuova integrazione, la mappa del gioco verrà aggiornata con un nuovo sistema grafico dedicato proprio al clima, che avrà un impatto sui tipi di Pokémon e sulla loro frequenza nei luoghi circostanti.  Ad esempio, se proprio volete fare vostro un Mudkip, dovrete aspettarvi di trovarlo durante una giornata di pioggia dato che è un Pokémon di tipo d’acqua. In aggiunta, gli attacchi di certi tipi saranno più efficaci durante determinate situazioni ambientali: un attacco di Charizard (a base di fuoco, ovviamente) sarà molto più efficace durante giornate soleggiate. Il gameplay naturalmente ringrazia le aggiunte che lo renderanno più variegato.

Dobbiamo aspettarci anche i Pokémon a tema neve durante le vacanze invernali ormai in rapido avvicinamento? Probabile, e non possiamo che esserne felici, a conti fatti. Consideriamo anche che negli ultimi mesi il supporto promesso da Niantic Labs per il titolo mobile non si è certo fatto attendere, con l’arrivo di Leggendari (Lugia, Oh-Ho, Raikou, Suicune, Entei, Mewtwo), eventi a tema nel mondo reale e bonus per accessi giornalieri consecutivi. Dobbiamo aspettarci per la prossima estate la quarta generazione, a questo punto?

Vi terremo aggiornati su tutte le possibili novità legate a Pokémon GO, per il momento ci limitiamo a ricordarvi che questa estate si è tenuto il primo vero festival ufficiale dedicato al titolo, anche se non è stato poi organizzato con chissà quale cura secondo le problematiche riscontrate; e che recentemente anche i Pokémon Leggendari hanno fatto la loro comparsa nel mondo digitale di Niantic Labs.

Link fonte articolo originale.