Pokémon Go – Recensione


Articolo a cura di Samuele Zaboi


Pokémon Go è il fenomeno del momento ed eseguirne una recensione, a essere sinceri, non è stato assolutamente facile. Per questo abbiamo deciso di optare per uno speciale o comunque nella stesura di un articolo senza un voto perché, se il cuore ci spinge a dare un 10, è pur vero che gravi problemi, soprattutto con i server di gioco, allontanano il prodotto dall’eccellenza. Da un lato, essendo molti giocatori cresciuti con le creature ideate da Satoshi Tajiri, l’applicazione sviluppata da Niantic (già sulla bocca di tutti), è una sorta di sogno che diventa realtà ma dall’altro è doveroso analizzare nel modo più oggettivo possibile il prodotto che, è bene ricordarlo, è disponibile gratuitamente per smartphone iOS e Android. Non mancheremo, proprio per la natura di Pokémon Go, nel continuare a seguire il gioco, monitorando aggiornamenti e aggiunte già confermate da parte di Niantic. Ma, bando alle ciance, è tempo di andare a caccia di Pokémon.

LEGGI ANCHE: Tutte le guide, le soluzioni e i segreti di Pokemon Go

LEGGI ANCHE: Elenco Pokémon, caramelle evoluzione, tipi

LEGGI ANCHE: Come catturare Pokémon in Pokémon Go

LEGGI ANCHE: Come avere Poké Ball gratis in Pokémon Go

LEGGI ANCHE: Come salire livello in Pokémon Go

LEGGI ANCHE: Come far evolvere Pokémon in Pokémon Go


LEGGI ANCHE: Trucco per avere Pikachu starter

LEGGI ANCHE: Guida Uova Pokémon

LEGGI ANCHE: Guida dove trovare Pokémon

LEGGI ANCHE: Guida Pokémon più forti


Gotta Cacth’em All!

Se siete giunti su questa pagina probabilmente sapete già cosa sia Pokémon Go, ci avete già giocato in lungo e in largo ma in ogni caso è doveroso effettuare una breve intro per spiegare nel dettaglio cosa sia Pokémon Go e, soprattuto, quali siano i pregi e i difetti dell’applicazione firmata Niantic. In Pokémon Go sarete semplicemente voi stessi e, con il vostro alter-ego, dovrete muovervi nell’ambiente circostante, oppure per mondo, come preferite, per catturare Pokémon, sfruttando la fotocamera del vostro dispositivo.
Senza addentrarsi troppo nel dettaglio, per il quale potete consultare tranquillamente le nostre guide complete, basti sapere che in Pokémon Go saranno presenti anche palestre o Pokéstop per rifornimenti (pozioni o Poké Ball per esempio). Questi luoghi sono stati collocati in punti strategici delle varie ambientazioni, siano esse chiese, musei o luoghi di interesse storico e artistico.
Il lavoro di Niantic è stato mirato e diretto: trasformare il mondo reale nell’universo di Kanto. L’obiettivo, inutile negarlo, è andato al di là delle più rosee aspettative con risultati capaci di catalizzare l’attenzione di milioni di giocatori in tutto il mondo con orde di giocatori alla caccia di Pokémon. Pokémon Go è il titolo perfetto? In realtà no e analizziamo il perché di questa risposta.

Cosa va e cosa non va

Al di là della possibilità di utilizzare hack per velocizzare l’aumentare del proprio livello, la cattura Pokémon o lo schiudersi delle uova, a discapito dell’utente e dell’esperienza generale, Pokémon Go e caratterizzato da alcuni aspetti che con il tempo necessitano assolutamente di un miglioramento. Il primo di questi è sicuramente da rintracciare nella stabilità dei server: se il risultato è stato inaspettato (positivamente parlando), Niantic deve comunque garantire il corretto funzionamento dell’applicazione. In tal senso era forse meglio evitare il rilascio posticipandolo di qualche giorno per poi offrire, sin da subito, la migliore esperienza possibile.
Anche il sistema di combattimento di Pokémon Go dovrebbe subire qualche miglioramento, dal momento che in alcuni frangenti questo risulta troppo frenetico e di difficile gestione. Non va dimenticato inoltre come, per fortuna o purtroppo, trovare Pokémon sarà molto più facile presso i grandi centri abitati. Nel caso vi troviate in zone periferiche, avrete meno Pokéstop, meno opportunità di trovare Pokémon e anche meno palestre dove allenare i vostri compagni di viaggio. Va apprezzata invece la struttura del gioco per quanto riguarda gli acquisti In-App. Dopo circa una settimana di prova gli acquisti opzionali non ci sono apparsi invasi ed è possibile giocare senza alcun problema senza dover sborsare un solo centesimo.
La possibilità di scambiare Pokémon con i propri amici, o di sfidarsi lungo la strada, sono solo alcune delle nuove funzionalità che Niantic potrebbe introdurre in Pokémon Go per rendere così l’esperienza di gioco ancor più completa e trasformare, veramente, il mondo reale nel mondo Pokémon.


Commenti finali

Pokémon Go è un sogno che diventa realtà. Sin dal trailer di debutto i fan più accaniti del mondo Pokémon erano rimasti folgorati dall’applicazione firmata Niantic. Con il suo debutto però, Pokémon Go ha catturato l’attenzione anche di molte persone al di fuori dell’universo videoludico, segno della bontà del lavoro svolto dagli sviluppatori. Certamente non mancano difetti e caratteristiche da migliorare per Pokémon Go ma non c’è dubbio, per lo meno per il momento, che l’applicazione Niantic possa aver segnato una rivoluzione per il mondo dei videogiochi.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Final Fantasy XV: sottotitoli in italiano si, ma niente doppiaggio

Killer Instinct: Eyedol confermato per la Season 3