In occasione del Network Test che si è svolto durante il 21-22-23 Settembre 2018 su Nintendo Switch abbiamo avuto l’occasione per testare con mano la prima iterazione della saga dei Souls sulla console della grande N.

Se siete curiosi di sapere come sono le prestazioni della versione Nintendo Switch del grande capolavoro di From Software, beh, questo è l’articolo giusto.

Buona lettura!

Una piccola fetta della torta chiamata Dark Souls Remastered

Dark Souls Remastered

From Software ha deciso di rilasciare un Network Test per calibrare i suoi server per il rilascio di Dark Souls Remastered su Nintendo Switch; noi di Player.it non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione per nulla al mondo e ci siamo gettati a capofitto in questa piccola avventura per la terra di Lordran.

Il Dark Souls Remastered Network Test è un applicativo grande 800 MB dal Nintendo eShop che contiene l’area di gioco conosciuta come Chiesa dei Non Morti; quest’area è completa degli oggetti e dei nemici del gioco originale, boss inclusi (sarà possibile affrontare infatti il Gargoyles Del Campanile).

Per poter avviare questo titolo non è necessario possedere un abbonamento Nintendo Switch Online, discorso differente invece viene fatto per il comparto multigiocatore della versione definitiva del titolo che avrà bisogno del tanto chiacchierato abbonamento mensile.

Trenta frame di Dark Souls Remastered.

Dark Souls Remastered

L’aspetto tecnico è la prima cosa che salta all’occhio: Dark Souls Remastered su Nintendo Switch conserva il colpo d’occhio artisticamente imbattibile del titolo From Software senza però mostrare i muscoli più di tanto; le migliorie apportate dallo studio nipponico con la realizzazione della versione rimasterizzata non si notano particolarmente e si inchinano al frame rate, abbastanza solido ma ancorato tristemente ai trenta frame per secondo della versione Playstation 3/Xbox 360.

A far vacillare la fluidità di gioco sono stati movimenti della telecamera piuttosto bruschi, niente che non possa essere migliorato/sistemato nella release effettiva del titolo.

Ovviamente il vero banco di prova per questa versione di Dark Souls sarebbe da farsi nella maledetta Città Infame, vero e proprio Benchmark in grado di sfruttare ogni singolo goccio di potenza del dispositivo Nintendo ma ce ne faremo una ragione, vista anche la natura di puro test per le potenzialità multiplayer del titolo.

L’unico difetto riscontrato all’interno del titolo è da ricercarsi nell’interfaccia di gioco, ri-studiata ma ancora imperfetta: il font scelto da From Software per le scritte risulta poco leggibile sullo schermo della Switch e, nonostante abbiamo alzato la luminosità al massimo, le barre di energia dei nemici normali risultano davvero poco chiare, portando più volte alla mente la domanda “Quanto ci metterà per morire ancora?”.

Il titolo si dimostra comunque giocabilie sia con la console riposta nell’apposito dock che in modalità handheld; eliminare dei boss o dei cavalieri neri comodamente seduti sul trono di ceramica presente in ogni casa italiana è una soddisfazione che non ha eguali nel mondo di Dark Souls.

Il resto del titolo è praticamente il Dark Souls Remastered che abbiamo già avuto occasione di sondare durante la sua release sulle altre console: possibilità di personalizzare i comandi, effetti luminosi e particellari aggiornati, possibilità di organizzare il proprio multiplayer attraverso l’utilizzo delle password e delle parole chiave, proprio come accadeva all’interno di Dark Souls 3.

Il multiplayer è, a conti fatti, il fulcro centrale di questo Network Test ed ha superato ampiamente la prova.

Sei stato invaso dalla voglia di giocarci ancora

Dark Souls Remastered

Questa demo di Dark Souls Remastered ha un comparto multiplayer perfettamente funzionante che include tutte le migliorie aggiunge dalla versione rimasterizzata; sei giocatori massimi in contemporanea su schermo, possibilità di scremare il pool di giocatori scegliendo se giocare globalmente o localmente e il tanto agognato sistema di password, in grado di permettere agli amici di raggrupparsi con comodità nel mondo di Lordran.

Nel corso della nostra esperienza il lato multiplayer del titolo non ha dato alcun segno di cedimento; la grande quantità di giocatori connessa contemporaneamente non ha creato problemi ed ha, anzi, reso l’esperienza più indiavolata che mai, con invasioni continue ogni volta che si tornava umani (in Dark Souls essere umani è uno dei requisiti che si hanno per essere invasi).

Attraverso l’utilizzo dei vari oggetti legati al multiplayer come pietre per le partite cooperative o i globi per le invasioni (ovvero le partite in PVP) è stato possibile sperimentare un netcode solido e in grado di regalare soddisfazioni; nonostante una connessione tutto fuorché eccezionale (ovvero la 7Mb di chi ha provato il titolo) non sono stati riscontrati importanti episodi di lag o momenti che avrebbero potuto rendere poco divertente l’esperienza.

Buone speranze.

In sostanza, dopo quante le critiche che hanno danneggiato la reputazione di Dark Souls Remastered su Steam ci eravamo preparati ad un titolo ampiamente imperfetto, con un comparto multiplayer indegno di quello che ha creato una delle community più fuori di testa (non tutti possono inventarsi una cosa come una build chiamata Giant Dad) sulla faccia della terra.

I difetti ci sono e non sono gravissimi, ciò che più preoccupava chi scrive è risultato essere il punto forte di questa demo; From Software ha per le mani una possibile seconda epifania per il titolo, che dall’alto dell’acquisita portabilità rischia di far breccia nel cuore di molti appassionati di videogiochi.

Dark Souls Remastered uscirà su Nintendo Switch il 19 Ottobre 2018 mentre Dark Souls Remastered Network Test sarà utilizzabile in multiplayer durante le seguenti date:

21 Settembre: dalle ore 19:00 alle 23:00
22 Settembre: dalle ore 19:00 alle 23:00
23 Settembre: dalle ore 19:00 alle 23:00

Ricordatevi di dare un’ occhiata alle guide che abbiamo realizzato per Dark Souls Remastered in caso di necessità.

Dark Souls Remastered – guida estrema in pochi passi.
Dark Souls Remastered – guida ai migliori doni

Dark Souls Remastered – guida alla scelta della classe.
Guida Dark Souls Remastered – come sconfiggere Ornstein & Smough
Guida Dark Souls Remastered – come sconfiggere Scarica Infinita.
Guida Dark Souls Remastered – guida alla build “Giant Dad”
Guida Dark Souls Remastered – come sconfiggere Culla del Caos.
Guida Dark Souls Remastered – come sconfiggere Nito, il re tombale.

 

 

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!