Assassin’s Creed Odyssey sarà presentato all’E3 2018

assassin's creed odyssey svelato e3 2018
Anche il prossimo Assassin's Creed Odyssey presenterà alcuni tratti delle nuove volontà del suo publisher.

L’E3 2018, l’evento videoludico che ogni gamer attende con ansia, è oramai alle porte. A meno che non abbiate vissuto in una caverna nell’ultima settimana, non avrete potuto non notare i tantissimi leak, riguardanti immagini più o meno ufficiali di scalette delle varie conferenze e showcase che ci attendono in quel di Los Angeles. Nonostante il “calcio d’inizio” della prossima E3 sia a brevissimo, uno degli “ospiti d’onore” è già stato annunciato: stiamo parlando del nuovo capitolo di Assassin’s Creed, intitolato Assassin’s Creed Odyssey. Già da diversi mesi si vociferava che il prossimo capitolo della saga targata Ubisoft sarebbe stato ambientato nell’antica Grecia; ebbene il publisher francese, poche ore fa, ha diffuso un piccolo teaser con cui conferma la notizia e da appuntamento alla fiera di Los Angeles per ulteriori informazioni sul gioco.

Assassin’s Creed Odyssey: tutto ciò che sappiamo

[amazon_link asins=’B0721MMXN6,B0721N1HQC’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d24cbacf-656b-11e8-a77c-871659535f0b’]

La domanda che in molti, a questo punto, si staranno ponendo è: come è saltato fuori Assassin’s Creed Odyssey? Volendo cercare di riassumere tutte le informazioni in nostro possesso, il tam tam mediatico ha avuto inizio da una news pubblicata dal sito francese Jeuxvideo-live che, nella giornata di ieri, aveva pubblicato una foto che ritraeva quello che,  tutti gli effetti, sembrava del merchandise di un nuovo capitolo di Assassin’s Creed. L’oggetto in questione era un portachiavi che mostrava un elmo molto simile a quello dei soldati spartani visti nel film “300”; ad alimentare i dubbi su questa “scoperta” era il talloncino di cartone, che recitava la scritta “Assassin’s Creed Odyssey“.

assassin's creed odyssey portachiavi
Ecco il gadget che ha fatto impazzire i fan della saga targata Ubisoft.

Il leak sarebbe stato diffuso da Articblue, un utente già noto per aver, in passato, diffuso notizie poi rivelatesi attendibili. Secondo quanto riportato dal sito di settore francese, il gioco sarebbe ambientato nell’antica Grecia, e sarebbe un sequel di Assassin’s Creed: Origins, collocandosi, in linea temporale, subito dopo gli eventi narrati in questo ultimo capitolo della serie. Il ruolo di protagonista sarebbe ancora una volta rivestito da Bayek, che sarà, o dovrebbe essere, l’eroe di cui il giocatore vestirà i panni. Se questa informazione si rivelasse vera, Bayek sarebbe il primo personaggio di Assassin’s Creed, dai tempi dell’indimenticabile Ezio Auditore da Firenze, ad essere l’eroe principale in più di un episodio della saga e spostandosi in più di nazioni.

 

 

La conferma ufficiale da parte di Ubisoft

Sin dalla pubblicazione dell’articolo e dell’immagine in questione, hanno iniziato a circolare le voci più disparate. Se molti giocatori già stavano pregustando il successore del riuscitissimo Assassin’s Creed: Origins, altrettanti erano propensi a credere che l’immagine in questione non fosse altro che l’ennesimo fake creato ad arte e messo in giro solo per aumentare l’hype in vista dell’E3 2018. Come abbiamo già detto in apertura, le voci di corridoio su un Assassin’s Creed ambientato nell’antica Grecia risalgono a diversi mesi fa, ma Ubisoft non aveva mai ufficialmente confermato la cosa. Tutto questo fino ad oggi.

Giusto poche ore fa, infatti, attraverso il suo profilo Twitter ufficiale, il publisher francese ha diffuso un piccolo video teaser, della durata di pochissimi secondi, che conferma che Assassin’s Creed Odyssey non è il solito rumour estivo, ma una solida realtà. Nel video in questione è possibile vedere un soldato che, con un calcio ben assestato, ne spinge un altro giù da un dirupo. È praticamente impossibile non cogliere la citazione ad una delle scene più celebri del film “300“, ispirato alla graphic novel di Frank Miller. Il video termina con una frase tanto breve quanto emblematica “Ci vediamo all’E3 2018“. Proprio per questa ragione, non ci resta che attendere la fiera americana, aspettando che Ubisoft diffonda altri dettagli su Assassin’s Creed Odyssey che, siamo sicuri, non tarderanno ad arrivare.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Pubblicati i nomi dei componenti dei comitati nazionali di Overwatch

Uncharted copertina

Uncharted: Drake’s Fortune