God of War: Collector’s Edition ed altre novità sul gioco

god of war notizie

Iniziano a trapelare i primi dettagli sull’esclusiva Playstation 4 più attesa di questo 2018. Stiamo parlando, ovviamente, di God of War. Nelle ultime ore, Sony ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla nuova avventura di Kratos. In particolare, il colosso nipponico si è soffermato proprio sulla scelta del setting in cui sarà ambientata la trama. Tuttavia, i gamer più attenti ed i fan più sfegatati non avranno potuto non notare le prime immagini della Stone Mason Edition, la bellissima Collector’s Edition del nuovo God of War. Allo stato attuale, non è dato sapere se e quando questa piccola meraviglia arriverà in Europa. Tuttavia, come è quasi inutile sottolineare, tutto questo ha innalzato l’hype dei fan, arrivando a toccare livelli di guardia.

Una bellissima Collector’s Edition per God of War

god of war collector's edition
Un’edizione per i fan più accaniti di Kratos.

Come molti avranno potuto notare, nella giornata di ieri, Gamestop U.S.A. aveva aggiunto al suo catalogo la Stone Mason Edition, ovvero la Collector’s Edition del gioco targato Santa Monica Studio. Questa edizione per collezionisti riserverebbe, ai suoi fortunati acquirenti, il gioco base, una statua di nove pollici di Kratos ed Atreus, alcuni oggetti intagliati di circa due pollici di altezza, una litografia, la mappa di gioco realizzata in stoffa, e tanto altro ancora. Tutto questo al prezzo di $149.99. Attualmente, sembra proprio che la Stone Mason Edition sia un’esclusiva di Gamestop, almeno sul territorio americano. Non è dato sapere se questa edizione arriverà anche in Europa, e a che prezzo. Di seguito, vi elenchiamo nel dettagli tutti i contenuti della Collector’s Edition di God of War.

  • Gioco base
  • Statua di 9 pollici di Kratos & Atreus, creata da Gentle Giant
  • Steelbook Case a tiratura limitata
  • Incisioni di 2 pollici dei Fratelli Huldra
  • Litografia esclusiva
  • Mappa di stoffa
  • Anello Stone Mason
  • Portachiavi della Testa Parlante di Mimir
  • Sculture di 2 pollici di cavalli e troll
  • I contenuti digitali includono:
    • Scudo Defender of the Chosen
    • Set di armature Death’s Vow
    • Scudo Exile’s Guardian
    • Fumetto Digitale di God of War # 0, edito da Dark Horse
    • Mini Artbook dogotaòe di God of War, edito da Dark Horse
    • Tema dinamico

Restiamo in attesa di eventuali annunci anche per il mercato europeo.

God of War: perché proprio la mitologia norrena?

god of war ps4
Un’avventura diversa da tutte le altre.

Stando a quanto riportato su Game Informer, sembra proprio che Santa Monica Studio fosse indeciso tra… la sabbia e la neve. Il team di sviluppo era fortemente indeciso sul pantheon da scegliere, tra quello egizio e quello norreno. Sappiamo tutti quale è stata la scelta effettuata, ma ignoravamo quali potessero essere le ragioni dietro questa decisione. Cory Barlog, in un’intervista concessa alla nota testata di settore, spiegato il perché della scelta fatta.

“Stavamo davvero osservando la mitologia, ciò che aveva da offrire, la sua posizione geografica rispetto alla Grecia ed il suo significato complessivo alla storia che volevo raccontare. E poi dicendo “Va bene, questo è interessante’. Alla fine si è arrivati a dover davvero scegliere tra due mitologie. Metà della squadra ne voleva una. Metà della squadra voleva l’altra. Eravamo molto divisi. Alla fine ho dovuto solo scrivere un documento sul perché avremmo scelto questa strada, e perché il prossimo è qualcosa che potremmo esplorare un po’ più in là nel tempo.”

Come aveva sottolineato anche in precedenza, Barlog ha affermato di voler espandere il franchise, portandolo ai livelli di Uncharted e di Assassin’s Creed. Proprio per questa ragione, chissà, un domani Kratos potrebbe doversi misurare con le divinità egizie. Ma non al momento, perché nel prossimo futuro sarà impegnato a combattere contro il pantheon norreno. Un’altra delle ragioni alla base della scelta risiedeva nel fatto che Assassin’s Creed: Origins sarebbe stato ambientato nell’Antico Egitto, e sarebbe stato rilasciato a non molta distanza da God of War.

“Senti amico, Assassin’s Creed: Osiris – che in quel momento era il nome in codice del gioco – sarebbe uscito proprio quando avevamo intenzione di pubblicare il gioco. Non voglio avere due giochi entrambi basati sulla mitologia egizia, non voglio assistere ad un altro caso “Deep Impact/Armageddon”

Altre informazioni su God of war

god of war atreus
Un rapporto padre-figlio come raramente ne abbiamo visti.

È interessante notare come informazioni di questo genere possa far cambiare rotta ad uno studio così navigato come Santa Monica Studio. Nonostante tutto, non è da escludere che proprio l’Egitto possa essere la prossima mossa del team di sviluppo. Se volete approfondire God of War, cliccate le nostre news sulla longevità del gioco, sulla sua diversità rispetto agli altri capitoli della serie, e sul fatto che la release date sarà comunicata a breve. Se volete approfondire i prossimi giochi PS4, cliccate la nostra news sulle prossime esclusive Sony in arrivo nel 2018.

Ricordiamo ai nostri lettori che God of War arriverà nei primi mesi del 2018, in esclusiva per Playstation 4.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Harry Potter: Hogwarts Mystery si mostra nel primo trailer, tutti i dettagli

metal gear survive beta

Metal Gear Survive: disponibile la beta per PS4 e Xbox One