Già finito il dramma della Super League? Arriva Football Drama su Nintendo Switch

Lo studio di sviluppo italiano Open Lab capeggiato dal game designer Pietro Polsinelli che abbiamo già incontrato durante lo scorso Nintendo X Indie Developers, ha appena annunciato l’arrivo della versione HD di Football Drama su Switch.

Se volevate vedere ancora un po’ di bisticci e drammi in giro per internet a causa della Super League che ha mandato il mondo del calcio nel caos nei giorni scorsi, ma siete rimasti delusi dalla sua dipartita dopo appena due giorni dall’annuncio, allora forse vi conviene recuperare Football Drama, un videogioco narrativo basato sul calcio dei tempi d’oro degli anni ’80 e ’90.

Open Lab ha pubblicato questo gioco nel 2019 per mobile e Steam, ma l’annuncio di oggi è che il gioco si appresta a sbarcare su Nintendo Switch con una veste grafica rinnovata, più da salotto. Che voi vogliate un po’ di dramma o che vogliate solamente rifugiarvi in un mondo dove l’idea di calcio-business non era ancora aggressiva e sviluppata come oggi, Football Drama può essere considerato come l’unico gioco di calcio dove non conta vincere o perdere, ma conta sbloccare il finale giusto.

Football Drama infatti non è un videogioco sportivo in senso stretto, ma un’opera narrativa dove il giocatore deve prendere delle scelte sia dentro che fuori dal campo. Nei panni di un allenatore fittizio di nome Rocco Galliano bisogna cercare di risollevare le sorti di una vecchia squadra anch’essa fittizia, il Calchester FC, che ha diversi problemi con la sua fama in calo. Niente azione, ma carte da giocare, dialoghi e scelte di vita difficili.

Il gioco è farcito di diversi riferimenti a situazioni leggendarie o grandi scandali che hanno coinvolto il mondo del calcio nella sua epoca d’oro. Insomma, l’uscita su Switch non poteva essere annunciata in un periodo migliore se non proprio in piena shitstorm per la Super League!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Twitter

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta. Oltre a prestare le sue dita a Player.it scrive news e guide all'acquisto per Tom's Hardware, ed è PR nella fan-community di Pokémon Millennium.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Ma essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Biomutant | Il World trailer mostra la suggestiva ambientazione di gioco

Svelati i requisiti di sistema di Tales Of Arise