MAR10 Day: iniziative speciali per Super Mario e tante curiosità da Miyamoto

Le celebrazioni per il 35° anniversario di Super Mario non sono ancora finite: oggi, 10 marzo, è ovviamente il MAR10 day, e per questo motivo Nintendo ha deciso di festeggiare la sua mascotte più famosa con una serie di iniziative e una serie di curiosità da Shigeru Miyamoto, creatore di Mario.

Il baffuto idraulico in salopette non è solo una celebrità di Nintendo, ma una vera e propria icona dei videogiochi riconosciuta da vecchi e nuovi appassionati del medium: nato negli anni ’80 inizialmente come antagonista di Donkey Kong, è diventato presto il protagonista di una delle saghe videoludiche più longeve di tutte (sia per capitoli principali che spin-off) oltre che guest star di parecchi altri videogiochi.

Al di fuori del mondo dei videogiochi, sono stati dedicati a Super Mario film, cartoni animati, fumetti, merchandise di ogni tipo e, presto, ci sarà anche un’area dedicata nel Super Nintendo World, il parco divertimenti incluso nel conglomerato di parchi a tema di Universal Studios in Giappone.

Iniziative speciali

Nintendo fa sapere che i festeggiamenti per i 35 anni di Super Mario termineranno a fine marzo, ma è in questo MAR10 Day che l’azienda nipponica ha deciso di concentrare numerose nuove attività:

  • Animal Crossing: New Horizons + 35° anniversario di Super Mario: sulle isole di tutte le Nintendo Switch sono arrivati gli oggetti ispirati al compleanno dell’idraulico: il super fungo, il blocco ? e gli iconici tubi verdi possono essere ordinati in gioco come mobili.
  • Nintendo Switch edizione speciale Mario (rosso e blu): già presentata con il lancio di Super Mario 3D World + Bowser’s Fury, l’edizione speciale della console ibrida presenta uno schema di colori che rende omaggio al vestiario di Mario. Questo cimelio è fornito di due controller Joy-Con rossi con laccetti blu, un “cane” (gergo con cui viene chiamato il supporto dei Joy-Con) di colore blu, una base per Switch rossa e, per la prima volta, anche la console vera e propria è colorata di rosso invece che di tradizionale nero.
Nintendo Switch edizione speciale Super Mario
  • SUPER NINTENDO WORLD, annunciata la data di debutto: finalmente sta per aprire il parco a tema Nintendo in Giappone, il 18 marzo 2021. L’area tematica del parco divertimenti coinvolge i mondi, i personaggi e le avventure di Super Mario. A dominare l’intera area ci sono il Castello di Peach e il Castello di Bowser, mentre in giro sarà possibile trovare le attrazioni a tema Mario Kart e Yoshi, oltre che ristoranti, negozi e altre esperienze immersive.

Ricordiamo inoltre che è disponibile Super Mario 3D World + Bowser’s Fury, il capitolo precedente a Super Mario Odyssey che uscì su Nintendo Wii U. Il capitolo aggiuntivo Bowser’s Fury e il nuovo comparto online regalano una rinnovata freschezza al titolo.

Shigeru Miyamoto su Super Mario

Shigeru Miyamoto fa sapere a tutti i fan tramite Nintendo le curiosità più disparate su Super Mario, sua creazione negli anni ’80. Di seguito sono riportati i discorsi integrali del game designer divisi in paragrafi a seconda dell’argomento.

Shigeru Miyamoto con le mascotte di Mario e Luigi al Super Nintendo World

Come fu creato Mario, e il suo aspetto

“Era il 1981 quando, per la prima volta, feci lo schizzo di un personaggio che in seguito sarebbe stato chiamato Mario. Quell’anno, mi fu dato il compito di dirigere la creazione di un gioco arcade, Donkey Kong, e mentre stavo disegnando i personaggi e gli sfondi del gioco, ho realizzato Mario come personaggio che il giocatore controlla nel gioco”.

“Allora, il numero di colori e pixel che potevamo usare era molto limitato, anche per una
macchina di gioco arcade. Sfidai me stesso nel creare, seppur con tali vincoli, un personaggio
piccolo ma unico. Ho disegnato un grosso naso e un paio di baffi per far sì che i giocatori
potessero riconoscerlo come un volto. Mario indossava una camicia blu e una tuta rossa in
modo che i movimenti delle sue braccia potessero essere chiaramente riconosciuti. Ho anche
voluto fargli indossare un berretto per non far sembrare innaturale il fatto che i suoi capelli non si muovessero durante i frequenti salti”.

Da dove viene il nome Mario

“Quando fu lanciato Donkey Kong, questo personaggio non si chiamava Mario. Era invece noto col soprannome di ‘Jumpman‘. Nello stesso periodo, poiché speravo di farlo apparire in molti dei giochi che avrei sviluppato probabilmente in futuro, io lo chiamavo ‘Mr. Video Game‘. Fu sempre in quel periodo, quando ho sentito che in Nintendo America lo stavano chiamando ‘Mario’ a causa del nome del proprietario di un magazzino che la sede americana aveva preso in affitto all’epoca, il quale presumibilmente somigliava a quel personaggio dei videogiochi. Poiché mentre lo disegnavo avevo in mente un italiano, decisi di dare a Mr. Video Game il nome ufficiale di ‘Mario‘.”

Un’esperienza divertente durante lo sviluppo del franchise di Mario

“Esiste un gran numero di aneddoti divertenti, ma quando ci penso seriamente non mi viene mai in mente facilmente niente di specifico. Quando eravamo in procinto di decidere il nome del fratello minore di Mario, ho subito pensato che Luigi era la scelta migliore tra le opzioni che avevamo. Il modo in cui si pronuncia ‘Luigi’ è praticamente identico a come i giapponesi pronunciano una parola giapponese che significa ‘simile’. Quando Luigi apparve per la prima volta nel gioco arcade Mario Bros., era proprio uguale a Mario, perciò il nome ‘Luigi’ calzava a pennello.”

Come è riuscito Mario a intrattenere le persone per 35 anni?

“Penso che sia perché i giochi dove appare sono stati in grado di intrattenere la gente per più di 35 anni. Una delle ragioni per cui i giochi in cui appare Mario siano amati da così tante persone potrebbe essere il fatto che propone aspetti emotivi condivisi da persone di tutto il mondo. In altre parole, abbiamo cercato di concentrarci su concetti come ‘Sarebbe troppo spaventoso e pericoloso se io saltassi da quest’altezza, ma mi darebbe grande euforia se potessi farlo senza farmi male‘.”

“Un’altra cosa che ho sempre considerato è l’uso di almeno un’innovazione tecnologica in ogni nuovo gioco di Super Mario, così che il personaggio possa crescere insieme all’evoluzione della tecnologia. Per esempio, in Super Mario 64 per Nintendo 64, Mario diventa il primo personaggio dei videogiochi capace di esplorare liberamente un mondo di gioco in 3D. Detto questo, però, Mario è sempre stato baciato dalla fortuna, senza la quale queste cose non avrebbero mai avuto luogo.”

L’età di Mario e… il cognome?

“Come personaggio, l’età esatta di Mario è sconosciuta. Tra l’altro, il suo cognome non è mai stato confermato. Ma se farlo invecchiare desse forma a nuove idee, potrei considerare di farlo. In realtà però, non voglio che invecchi. Dopo tutto, ho davvero bisogno che resti in ottima forma per farlo continuare a saltare.”

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Rivelato Shredder’s Revenge, un picchiaduro a scorrimento delle Tartarughe Ninja

the outer worlds, the outer worlds dlc, secondo dlc the outer worlds, the outer worlds murder on eirdanos

The Outer Worlds: la prossima espansione è dietro l’angolo