Wasteland: il prossimo gioco dei suoi sviluppatori potrebbe essere un titolo steampunk

Wasteland 3, Arcanum: Of Steamworks & Magick Obscura, Troika Games, rpg, Arcanum: Of Steamworks & Magick Obscura, Troika Games,

Wasteland 3 è stato un rpg che, pur muovendosi in una nicchia, più ha saputo suscitare pareri positivi, ma il suo studio InXile non sembra essersi fermato e starebbe già sviluppando un nuovo gioco per next gen (ovviamente esclusiva Microsoft dato che da un paio d’anni InXile è diventato uno dei team di sviluppo interni del publisher). Quel che non sapevamo fino a oggi è che potrebbe essere un titolo dalle atmosfere steampunk.

Secondo alcune conversazioni online reputate abbastanza credibili da testate come Wccftech, alcuni membri di InXile come Jason Anderson e Chad Moore starebbero studiando modelli, oggetti e armi a tema steampunk su suti come Pinterest, fatto che già di per sé sembrerebbe essere interessante dato che il setting ha sempre il suo fascino.

Wasteland 3, InXile, Wasteland 3 nuovo gioco team di sviluppo
Wasteland 3

Se questo non bastasse, però, il vero elemento di interesse è che proprio Anderson e Moore sono fra gli ex-membri di Troika Games, studio celeberrimo per una versione digitale della famosa campagna di D&D Il Tempio del Male Elementale (2003) e soprattutto di Vampire: The Masquerade Bloodlines (2004). Risalendo nel tempo, proprio Troika aveva firmato un bell’esempio di rpg ad ambientazione steampunk, Arcanum: Of Steamworks & Magick Obscura, che all’epoca del suo rilascio nel 2001 ha avuto un certo successo di critica e pubblico.

Arcanum: Of Steamworks & Magick Obscura, Troika Games, rpg
Arcanum: Of Steamworks & Magick Obscura (2001)

Ulteriori analisi dei curricula di Anderson e Moore hanno infine precisato che i due developer erano parte della produzione di Arcanum.

Che un remake o sequel sia in arrivo?

Non lo sappiamo, ma se due indizi fanno una prova allora immaginare la venuta di buone notizie potrebbe non essere così sbagliato.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE wccftech

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

PlayStation 5, sony computer entertainment, spazio SSD PlayStation 5, PS5, spazio SSD PS5

PlayStation 5: l’analisi di uno YouTuber conferma i 664 GB di spazio libero

scourgebringer

ScourgeBringer | Recensione (Nintendo Switch)