Playstation 5 non verrà rilasciata prima del 2020

playstation 5
Playstation 5 non uscirà prima del 2020


Circa un mese fa vi abbiamo parlato dello stato in cui verserebbe lo sviluppo di Playstation 5. Che la console di prossima generazione sia in cantiere non è più una novità e, infatti, a marzo si parlava di devkit già in mano ad alcuni sviluppatori. Questa notizia aveva scatenato ulteriori rumor che volevano il rilascio della PS5 più vicino che mai.


Alcuni, addirittura, paventavano la possibilità che la prossima console Sony potesse essere lanciata sul mercato già nel 2018 o massimo all’inizio del 2019. Questa sì che sarebbe una notizia bomba, ma possiamo assicurare che non sarà così, per PS5 ci vuole ancora un po’ di tempo. A confermare che si tratta di sole illazioni, arriva Kotaku che ha pubblicato un rapporto dettagliato in cui viene rimandata al mittente una notizia che vorrebbe la PS5 ben prima del 2020.

PS5 prima del 2020? Improbabile

È improbabile che PlayStation 5 venga lanciata sul mercato prima del 2020, questo è ciò che si legge in un rapporto di Jason Schreier di Kotaku che cita diverse fonti per garantire ai giocatori che non devono temere di dover già riporre le loro PS4 in ripostiglio.

Jason Schreier ha dichiarato quanto segue:

Durante lo scorso mese, ho parlato con decine di sviluppatori di videogiochi, mi sono confrontato su una varietà di argomenti e anche sulla prossima generazione di console. Di questi, due persone hanno detto di conoscere direttamente i piani per la nuova console di Sony. Queste due persone mi hanno detto che è improbabile che la prossima PlayStation venga rilasciata nel 2019, per non parlare del 2018, anche se sono stati attenti a chiarire che questi piani sono sempre in evoluzione.

Pensare che PS5 possa già farsi spazio nei salotti di milioni di giocatori è davvero impensabile, proprio ora poi che stanno per uscire tantissimi titoli di punta per PS4. Il 20 aprile sarà la volta di God of War, mentre il 25 maggio sarà pubblicato Detroit: Become Human. A settembre i giocatori potranno, invece, volteggiare tra i grattacieli di una metropoli impersonando Spider-Man. Insomma, i tempi per una nuova console non sembrano essere maturi come non lo sono quelli per accantonare l’attuale generazione.

Uno di questi sviluppatori ha poi detto a Schreier:

In un progetto pluriennale, può succedere che si modifichino le tempistiche sia in avanti che indietro. Ad un certo punto, la Sony probabilmente ha guardato tutti i possibili risvolti. Si tratta di ciò che pensano su quale sia il miglior momento possibile in termini di hardware per lanciare nuovi progetti.

In pratica, se Sony pensasse davvero che sia arrivato il momento giusto per nuovi progetti, allora non se lo farebbe dire due volte, ma il fatto che la PS4 stia entrando nel suo momento migliore grazie al rilascio di numerose esclusive, fa pensare seriamente che per PS5 ci sia ancora un bel po’ da aspettare. Prima del 2020, la nuova console difficilmente vedrà la luce.

La maggior parte degli sviluppatori con cui Schreier ha parlato non sapeva nulla dei piani per una nuova PlayStation, inclusi i dipendenti degli studi first party di Sony che lavorano ai giochi previsti per il 2019 e oltre. Tutti stanno alacremente lavorando sui titoli da rilasciare su PS4 e PS4 Pro, evitando di farsi distrarre da rumor senza alcun fondamento. Se sono gli sviluppatori stessi a dirlo, possiamo stare tranquilli: PS5 non uscirà quest’anno e neanche l’anno prossimo.


Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

La guida completa a Sine Requie con pdf

Sine Requie Anno XIII Seconda Edizione – Guida Completa – download offline pdf

dota-2-artifact-hearthstone-differenze-pay-to-win

Dota Artifact non sarà Pay to Win: ecco le differenze con Hearthstone