Kingdom Hearts Project Xehanort, svelato il vero titolo: Dark Road

Kingdom Hearts: Dark Road, Xehanort

Il misterioso “Project Xehanort”, episodio Kingdom Hearts previsto per iOS e Android per la primavera, rivela il suo vero titolo-Kingdom Hearts Dark Road– assieme a qualche informazione in più sul suo setting e sulla sua trama.

La notizia è giunta dopo la conclusione di un concorso tematico che ha coinvolto i fan della saga, chiamati a indovinare il nome del nuovo gioco attraverso Twitter.

Pochi altri i dettagli conosciuti: al momento sappiamo solo che Dark Road sarà incentrato sulle imprese dello storico villain della saga da giovane, con l’ambizioso obbiettivo di raccontare il suo punto di vista sulle vicende di Kingdom Hearts (a proposito, avete letto i nostri retroscena sui segreti della saga?). Non temete, però: Square ha già comunicato che altre notizie arriveranno nel corso del mese

Curiosi? Scommettiamo che non siete i soli!


Leggi anche: Kingdom Hearts Remind, la spiegazione del finale segreto

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE DualShockers

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Visore oculus quest recensione

Oculus Quest | Recensione

through the darkest of times cover image

Through The Darkest of Times | Recensione (PC)