Durante la conferenza Microsoft all’E3 2019, è stato mostrato il reveal trailer di Elden Ring, il videogioco di From Software. Il titolo è stato confermato e si è avuta conferma anche della collaborazione tra la software house di Hidetaka Miyazaki e George R.R. Martin, l’autore dei libri della serie Game of Thrones.

Dobbiamo preparare i fazzoletti e i crocifissi?

Avete pianto giocando a Demon’s Souls? Avete maledetto il giorno in cui avete deciso di acquistare Dark Souls, per poi prendere anche il secondo, il terzo e le versioni rimasterizzate perché siete masochisti? Avete strappato i calendari a causa di BloodBorne? Vi siete rannicchiati in un angolo in preda a una crisi isterica dopo l’ennesima morte in Sekiro: Shadows Die Twice?

Bene, ora immaginate un videogioco di From Software che vede la collaborazione di George R.R. Martin, un simpatico e pacioccone signore che ha creato una delle saghe fantasy più belle di sempre, ma che ha anche lo starno impulso e il sadismo innato di uccidere senza pietà e senza rimorsi i personaggi da lui creati senza alcun timore di dare un forte dispiacere ai fan.

Secondo voi, cosa potrebbe uscirne fuori? Dobbiamo preparare i fazzoletti per non inondare casa con le nostre lacrime? Dobbiamo pregare qualche santo in paradiso? Non lo sappiamo, perché il reveal trailer mostrato all’E3 non ha rivelato granché. Un minuto e mezzo di video in cui From Software ha voluto semplicemente dire ai fan: Elden Ring esiste, non riuscirete a nascondervi.

Di gameplay non s’è visto nulla, quindi, non possiamo ipotizzare meccaniche e, soprattutto, la difficoltà del titolo in questione. Ovviamente, non è stata riferita neanche una data di uscita. Sappiamo solo che uscirà su Xbox One e PC. Non siamo a conoscenza di una versione per PS4.

Voi che sensazioni avete? Quanti e quali titoli From Sofware avete giocato e finito? Per tenervi compagnia, mettiamo qui di seguito la nostra recensione senza piagnistei di Sekiro perché, come dice il nostro Diego, se vi lamentate di dover morire una volta di troppo contro un boss, SIETE DEBOLI!

 

A parte gli scherzi…

… va rimarcato più di una volta che quella della difficoltà nei videogiochi è una questione da prendere più alla leggera e con meno fervore. La scelta di From Software di non offrire ai giocatori le opzioni di scelta della difficoltà è autoriale, infatti, se c’è una cosa che non si può negare è che i videogiochi di From, quindi di Miyazaki, sono riconoscibili dopo poche occhiate.

Pad alla mano, invece, la sensazione di familiarità si amplifica perché i “souls” presentano meccaniche e un level design distinguibili e identificabili tra la massa. Questo vale anche, ovviamente, per tutti quei titoli, indie soprattutto, che omaggiano e riprendono le dinamiche di giochi From, creando un sottogenere tutto loro.

Miyazaki un po’ si sbottona

Abbiamo detto che non sappiamo molto delle meccaniche di gioco perché il gameplay non è stato mostrato, ma l’autore ha voluto spendere due parole al termine della rassegna videoludica per chiarire un aspetto: Elden Ring avrà una natura open world molto marcata.

L’entità del mondo e della sua narrativa, così come la libertà di esplorazione, sono cresciute in maniera drastica. È senza dubbio il nostro più grande titolo sino ad ora in termini di puro volume.

Queste le sue parole precise, dunque aspettiamoci un level design ancora più intricato e un maggior numero di pericoli. Difatti, l’autore giapponese ha dichiarato che il mondo di gioco sarà pieno di minacce. Suona un po’ come una minaccia, non credete?

Leggete anche le news su Cyberpunk 2077 e The Outer Worlds.

5/5 (8)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!