Spyro Reignited Trilogy: arrivano i sottotitoli nelle cutscenes

Spyro Reignited Trilogy Cover Image


Nel corso degli ultimi anni di storia videoludica abbiamo sempre più fatto i conti che delle collections e con le versioni rimasterizzate di grandi classici del passato. All’interno del parco giochi del Playstation Now, giusto per fare un esempio, ci sono tre collections legate ai videogiochi Playstation 2 che faranno la gioia di tutti i nostalgici egli appassionati; quello che invece è più tipico degli ultimi tre anni di storia videoludica è il concetto di remaster plus, ovvero una versione tecnicamente aggiornata di vecchi videogiochi estremamente apprezzati dalla critica.

I migliori due esempi che possiamo portare per parlare di tali remaster plus sono Crash Bandicoot N.Sanity Trilogy e Spyro Reignited Trilogy, due collection omnicomprensive che ripropongono due serie praticamente classiche uscite sulla prima Playstation: i tre Crash Bandicoot sviluppati da Naughty Dog e i tre Spyro The Dragon sviluppati da Insomniac Games.

Entrambi i titoli alla loro release presentavano un problemino che ha fatto alterare un ristretto circolo di giocatori: l’assenza di sottotitoli all’interno delle cutscenes e l’impossibilità di inserirli attraverso delle opzioni specifiche. Questa assenza non permetteva la completa accessibilità dei titoli ai giocatori portatori di handicap uditivi che si ritrovavano, loro malgrado, a perdere frammenti importanti della storia dei giochi.

Spyro Reignited Trilogy ha finalmente guadagnato i tanto attesi sottotitoli.

Spyro Reignited Trilogy gameplay

L’ultima patch rilasciata da Activision per Spyro Reignited Trilogy (la 1.03 per Playstation 4, la 1.02 per Xbox One) ha finalmente aggiunto la possibilità per i giocatori di visualizzare i sottotitoli in tutte le lingue della localizzazione all’interno del gioco. Questo finalmente pone una vera e propria pietra tombale sulla piccola tempesta mediatica che durante lo scorso anno aveva visto Activision venir criticata per l’assenza di sottotitoli all’interno delle cutscenes del gioco.

All’epoca Activision dichiarò

“La software house che si è occupata di realizzare materialmente il titolo e Activision sono estremamente attenti alle esigenze dei fan, specialmente per quanto riguarda l’accessibilità al titolo da parte di persone con differenti abilità. Purtroppo alcune decisioni per la realizzazione materiale del videogioco fatte durante lo sviluppo hanno portato all’assenza di sottotitoli durante le cinematiche.”

Insieme ai sottotitoli e ad una serie di funzioni per la migliore leggiblità dei testi all’interno del titolo, la patch di Spyro Reignited Trilogy ha sistemato alcuni dei bug che funestavano l’esperienza di gioco (specie nel terzo capitolo della trilogia, con seri problemi alla telecamera durante le missioni del sergente Byrd) ed ha reso attivabile e disattivabile il motion blur all’interno del menù delle opzioni.

Un problema per gli speedrunners di Spyro Reignited Trilogy

Tecnicamente c’è soltanto una categoria di videogiocatori che potrebbero non ritrovarsi contenti in seguito al rilascio di questa nuova patch: gli speedrunners. Secondo quanto è stato possibile riscontrare in numerosi thread di Reddit, questa nuova patch dedicata a Spyro Reignited Trilogy risolve un bug molto specifico che era utilizzato attivamente all’interno delle speedrun con utilizzo di glitch dedicata al titolo del draghetto viola più famoso della storia dei videogiochi.

Il bug, chiamato roll in air, era utilizzato per skippare frammenti di Spyro 2 e Spyro 3 al fine di poter registrare tempi migliori all’interno di questa sezione competitiva del mondo videoludico. In Spyro 2: Gateway To Glimmer il bug permetteva al giocatore di non rispettare uno dei requisiti che il gioco poneva per entrare all’interno della bossfight di Ripto.

Anche la speedrun glitch di Spyro 3: Year Of The Dragon sembra essere stata toccata in modo considerevole dalla risoluzione di tale bug.

La cosa che più al momento preoccupa la community riguarda l’impossibilità di downpatchare il titolo in qualsiasi modo visto che Spyro 2: Gateway To Glimmer e Spyro 3: Year Of The Dragon sono disponibili unicamente in forma digitale e non sono contenuti nella versione retail del titolo, sia nella sua versione Xbox One che in quella Playstation 4. Secondo quanto dichiarato da EzScape, nota personalità legata al mondo dello speedrunning con questa patch le categorie classificate come any% sono praticamente diventate non competitive.

Alcuni giocatori sperano  che Toys For Bob fornisca delle versioni specifiche del gioco agli speedrunner per permettere loro di competere secondo loro desiderio; al momento Toys For Bob non ha rilasciato alcun tipo di dichiarazione al riguardo.

Spyro Reignited Trilogy è disponibile su Playstation 4 e Xbox One; non sappiamo se il titolo verrà portato anche su Nintendo Switch e PC come è successo per Crash N. Sanity Trilogy. Abbiamo potuto recensire Spyro Reignited Trilogy alla sua uscita su Playstation 4, giudicandolo positivamente; qui trovate la nostra recensione!.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Dead Space: producer della serie vorrebbe un nuovo capitolo

google console

Google presenterà la sua console videoludica il 19 Marzo alla GDC