Bethesda spiega la collaborazione tra Skyrim e Zelda, dettagli su futuri progetti con Nintendo

Bethesda E3 2017: The Elder Scrolls V: Skyrim arriva su Nintendo Switch
The Elder Scrolls V: Skyrim per Nintendo Switch conterrà il gioco base e tutte le espansioni uscite e sfrutterà gli amiibo per sbloccare ricompense.


Il rivenditore nord americano Best Buy ha avuto la possibilità di pubblicare un’intervista con Bethesda Game Studios e il suo lead producer, Andrew Scharf. Si è parlato dei rapporti con Nintendo e soprattutto all’arrivo di The Elder Scrolls V: Skyrim sulla ibrida della Casa di Kyoto.

Qui infatti, e soltanto in questa versione, il titolo possiede diverse skin ed elementi provenienti dal mondo di The Legend of Zelda, frutto di una collaborazione con Nintendo. Scharf ha rivelato come è saltata fuori questa collaborazione impensabile, e anche come è stato portare Skyrim su Nintendo Switch. Vediamo uno stralcio dell’intervista tradotto da noi per l’occasione dall’inglese.

Bethesda e Nintendo? Strano ma vero

D: Skyrim su Nintendo Switch è ovviamente un momento importante per il settore del gaming, e specialmente per i fan Nintendo. Chi ha pensato per primo di portare un titolo open world così corposo su Nintendo Switch?

Zelda Bethesda
Zelda Bethesda

Andrew Scharf: Il team qui presente al BGS è stato emozionato da Nintendo Switch non appena Nintendo ha mostrato la console e abbiamo visto la prima tech demo girarvi. Ci siamo entusiasmati pensando alle possibilità, e noi siamo sempre aperti al portare i nostri titoli verso altre compagnia, piattaforme, nuovi ascoltatori. Sarebbe stato semplicemente folle non approcciarsi a Nintendo Switch con Skyrim, titolo dove vuoi andare dove vuoi e fare quello che ti pare, per di più su una console che puoi portare dove ti pare.

D: Lo scorso ottobre, durante il reveal trailer per Nintendo Switch di Skyrim, di cui tanto si è parlato, abbiamo visto giocare al titolo a casa e su un aereo. Come è stato rendere pubblica la nuova relazione tra Bethesda e Nintendo?

Andrew Scharf: E’ stato eccitante. Abbiamo sempre sognato di portare la serie di The Elder Scrolls su una piattaforma Nintendo, e con Switch non solo ci siamo riusciti, ma siamo anche stati in grado di offrire un nuovo modo di giocarlo, ovunque. Nintendo finora è stata una grande partner ed è stato meraviglioso lavorare con lei.

D: Anche l’aggiunta di elementi dal mondo di The Legend of Zelda è stato eccitante. Elementi come la Master Sword, lo Scudo Hylian e la Tunica del Campione. Come vi è venuta l’idea? E ci sono altri oggetti nel gioco che potrebbero sorprenderci?

Skyrim Nintendo Switch
Skyrim Nintendo Switch

Andrew Scharf: L’idea ci è venuta durante la prima fase di lavori, e abbiamo sottoposto un piano a Nintendo e agli sviluppatori di The Legend of Zelda. L’hanno adorata e ci hanno offerto di lavorare con noi per far sì che gli oggetti risultassero identici al proprio design, pur diventando vere e proprie armi ed armature all’interno di Skyrim.

Gli Amiibo e le future collaborazioni

Riguardo al funzionamento degli Amiibo, ecco cosa è stato poi aggiunto:

Andrew: Una volta al giorno, ogni 24 ore del mondo reale, potete utilizzare un Amiibo di Zelda per far apparire uno scrigno a tema, con il 20% in più di possibilità di scoprire un oggetto a tema Zelda all’interno. Oppure potete usare tutti gli altri Amiibo per far apparire una normale cassa di Skyrim, con vari tipi di loot.

Riguardo ai piani futuri per la collaborazione tra Nintendo e Bethesda, invece:

Andrew: Siamo molto emozionati all’idea di lanciare i nostri giochi su Nintendo Switch. Possiamo esplorare Skyrim o devastare demoni con Doom, combattere i nazisti molto presto con Wolfenstein II. Per il momento nel 2018 non abbiamo annunciato altro oltre a Wolfenstein II, ma eventualmente vi faremo sapere.

Link fonte articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Simone Pettine

Mi piace leggere, scrivere, videogiocare, approfondire la mia conoscenza delle lingue indoeuropee e mangiare i bambini.

mafia remastered

Una mod porta il primo Mafia al passo con i tempi

shenmue III 2018

Cedric Biscay: Shenmue III arriverà nel 2018