In Cyberpunk 2077 sarete liberi di scegliere la vostra identità

cyberpunk 2077

Lo story writer di Cyberpunk 2077, Stanisław Swięcicki, ha condiviso qualche dettaglio in più sui temi che incontreremo nella storia del prossimo titolo di CD Projekt Red e su come questi si svilupperanno. Le tematiche andranno anche a coinvolgere emotivamente i giocatori che avranno libertà di scelta da ogni punto di vista.


Swięcicki ha detto che il gioco riguarderà il potenziamento degli esseri umani, in pieno stile cyberpunk, in un contesto in cui tutti si domandano come possa un essere umano riconoscersi ancora come tale nonostante questi innesti bionici. Questo sarà uno degli argomenti più scottanti della storia e ciò che piace maggiormente allo stesso Swięcicki.

Lo scrittore ha rilasciato un’intervista a Playstation Magazine, in cui mette il punto sulla questione dell’identità:

Per me, la cosa più importante è il tema della libertà e dell’identità, di decidere il tuo percorso

È un bisogno umano quello di cercare un’identità e alcune persone cercano di far parte di un collettivo nonostante siano modificate, quindi, sono ancora umane. Questo tocca un sentimento universale che tutti abbiamo, la necessità di appartenere a un gruppo.

Cyberpunk 2077 promette scintille dal punto di vista narrativo. Il gioco è stato finalmente rivelato all’E3 2018, anche se ciò che si è visto a porte aperte non riguardava il gameplay. A porte chiuse, invece, ci sono state sessioni private per la stampa in cui i giornalisti hanno avuto la possibilità di assistere a una riproduzione di una demo pre-alpha del titolo.

Non c’è ancora una data di uscita, ma nelle ultime settimane gli sviluppatori si sono lasciati andare a molte dichiarazioni, dopo mesi di silenzio. Se volete saperne di più potete leggere le altre news che abbiamo redatto per voi su Cyberpunk 2077. Le inseriamo nell’indice qui in fondo.

Scheda Cyberpunk 2077

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamepur

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

castlevania seconda stagione

Castlevania: rivelata la data di uscita della seconda stagione

Day of the Tentacle 6

Day of the Tentacle: Cron-O-binetti, viaggi nel tempo e tentacoli mutanti