#GamersDigest 2023 | La settimana videoludica N°1

    Benvenuti ad un nuovo #Gamersdigest, recap delle principali notizie della settimana videoludica appena trascorsa.

    Ogni domenica alle 11.00 commentiamo il #Gamersdigest sul canale Twitch di Player.it! Passate a trovarci!

    Letterina

    Yosuke Matsuda
    Yosuke Matsuda, bello come un NFT

    Com’è ormai consuetudine ogni primo dell’anno, il Presidente di Square Enix Yosuke Matsuda ha rivolto ai propri dipendenti e investitori una lettera pubblicata sul sito della holding. Dalla sua lettura si ricavano sempre informazioni interessanti circa i propositi strategici della compagnia per l’anno venturo: non fa eccezione la lettera di quest’anno, che conferma sostanzialmente i propositi intrapresi nel 2022, propositi che continueranno a dispiacere ad una parte di pubblico (resta da vedere se si tratti della minoranza o maggioranza!).

    Matsuda ha rivendicato come giusto e necessario lo scorporo degli studi occidentali della compagnia, ovvero Crystal Dynamics, Eidos-Montréal, e Square Enix Montréal, venduti a Embracer Group per un pugno di dollari, la quale a sua volta ha già provveduto a riorganizzarli profondamente, dismettendo tout court SE Montréal, dopo averlo appena ribrandizzato come Onoma. D’altronde questi studi avevano sistematicamente performato al di sotto degli obiettivi finanziari posti dalla compagnia negli ultimi anni (difficile dire se per colpa della qualità dei giochi, magari non capolavori ma sempre discreti successi di vendite, o di obiettivi poco realistici fissati dalla stessa casa madre), il che ha fatto riconsiderare a Square Enix la propria politica di espansione verso l’esterno: il nuovo trend sembra infatti essere l’opposto, ovvero concentrarsi nell’efficientamento degli studi interni per far fronte alle sempre maggiore necessità di risorse umane e tecnologiche richieste dalle produzioni ad alto budget:

    L’obiettivo della cessione è stato quello di concentrare le nostre risorse, poiché il grado di complessità e sofisticazione legata allo sviluppo dei videogiochi rende questa attività sempre più costosa. (…) Accelereremo i nostri sforzi per allargare ulteriormente il nostro bacino interno di talenti, concentrando contemporaneamente sempre maggiori risorse allo sviluppo di titoli che possano essere competitivi a livello globale.Yosuke Matsuda, lettera ai dipendenti – 1 gennaio 2023

    D’altra parte, Square Enix sembra credere ancora nel successo di NFT e blockchain applicati al gaming, pur riconoscendo l’alta volatilità del settore dimostrata quest’anno da molti esperimenti falliti. Forse questo frangente varrà in particolare per progetti destinati al mercato nipponico, dato che lo stesso Matsuda osserva come il Giappone sia uno dei paesi che sembra credere maggiormente allo sviluppo di tali tecnologie, che sono state oggetto di incentivi da parte del governo.

    Dunque non sappiamo se i prossimi progetti della compagnia basati su tali sistemi usciranno o meno dai confini del Sol Levante, ma sappiamo con certezza che tali progetti continueranno ad essere sviluppati in numero sempre maggiore. D’altronde la compagnia ha già investito parecchio nel settore (divenendo addirittura anello della blockchain Oasys e avendo inaugurato l’anno scorso una Business Division dedicata al Blockchain Entertainment), dunque vorrà fare tutto il possibile per rientrare di ciò che ha speso finora.

    Pacchetto completo

    Il nuovo progetto World of Assassination
    Quant’è bello semplificare!

    IO Interactive ha deciso di rendere più facile la vita dei giocatori di Hitman (o aspiranti tali): a partire dal 26 gennaio i 3 capitoli della recente trilogia saranno rimossi dagli store digitali, sostituiti da un unico titolo omnicomprensivo denominato World of Assassination, che includerà tutti i contenuti dei 3 giochi base, con l’opzione di acquistare separatamente o in bundle anche i contenuti bonus (sempre di tutti e 3 giochi insieme). Lo ha annunciato in settimana lo stesso sviluppatore tramite un comunicato sul sito ufficiale. Insomma un’utilissima opera di razionalizzazione che consentirà di portarsi a casa una delle serie stealth più apprezzate degli ultimi anni ad un prezzo ragionevole e con l’intera mole di contenuti disponibili, che sono davvero una caterva.

    Il Deluxe pack acquistabile separatamente
    Il Deluxe pack acquistabile separatamente

    I possessori di Hitman 3 riceveranno questo aggiornamento gratuitamente, entrando quindi in possesso dei primi due giochi senza spendere un euro. Ovviamente chi già possiede uno o più titoli della serie potrà continuare a giocarci, ma tali giochi spariranno dai negozi digitali, dove campeggerà unicamente questo “nuovo” prodotto. Chi invece avesse già parte dei contenuti bonus, potrà eventualmente acquistare i rimanenti ad un prezzo congruo, ma tale possibilità sarà valida solamente sullo store Steam.

    Per molti giocatori ciò significherà semplicemente avere più contenuti da giocare gratuitamente. Per tutti gli altri, significherà poter accedere ai DLC a costi sensibilmente inferiori. I nuovi arrivati, che probabilmente non leggeranno nemmeno queste righe, avranno a disposizione una modalità molto più comoda di acquisto dei titoli Hitman.IO Interactive, comunicato dal sito ufficiale – 3 gennaio 2023

    Il sindacato Zen

    logo del sindacato Zenimax
    Chi la dura la unisce

    La notizia era nell’aria già da un mese, quando vi diedi conto dell’intenzione di 300 QA tester di ZeniMax di volersi costituire come sindacato. Ora è arrivata la conferma ufficiale: è stato raggiunto un accordo con la casa madre Microsoft per la creazione ufficiale di ZeniMax Workers United, il primo sindacato che nasce in pancia alla casa di Redmond. Ne ha dato notizia lo stesso account Twitter del neonato organo, imbastito con il supporto di CWA (l’unione dei lavoratori americani del settore comunicazioni).

    Il presidente di CWA Chris Shelton ha sottolineato l’atteggiamento collaborativo di Microsoft, che non ha opposto resistenza alle intenzioni dei suoi dipendenti, come avvenuto nei mesi scorsi in altre aziende – mi riferisco ovviamente ad Ubisoft e ai suoi tentativi (falliti) di boicottaggio nei confronti dei dipendenti di Raven Software, tentativi seguiti a stretto giro di Blizzard Albany e Proletariat. Evidentemente a Microsoft sono più attenti alle esigenze dei lavoratori, o semplicemente più lungimiranti in materia di pubbliche relazioni, in ogni caso hanno compiuto la scelta giusta rispettando la volontà dei propri lavoratori. Certo che i reparti QA devono essere i peggiori in assoluto in cui lavorare, dato che tutti i movimenti sindacali dell’industria videoludica sorti nell’ultimo anno sono partiti da lì!

    Alcuni grandi produttori del settore dei videogiochi hanno scelto consapevolmente di attaccare, ostacolare e demoralizzare i propri dipendenti a seguito della scelta di questi ultimi di costituire un sindacato. Microsoft sta tracciando una rotta diversa che rafforzerà la propria cultura aziendale (…) e dovrebbe fungere da modello per l’industria e da linea guida per gli enti regolatori.Chris Sheldon citato da Brendan Sinclair su GamesIndustry – 3 gennaio 2023

    Pace fa$$a

    Johnny Silverhand in Cyberpunk 2077
    Tutto a posto

    Ricordate le magagne delle versioni PS4 e Xbox One di Cyberpunk 2077? Tutto risolto, almeno dal punto di vista legale!

    CD Projekt Red era stata trascinata in tribunale da una class action di investitori, che aveva chiesto un risarcimento accusando la software house di aver mentito sulla qualità delle versioni oldgen del gioco, al limite dell’ingiocabilità a causa di numerosi bug invalidanti ed instabilità generale delle build. La vertenza, intentata presso il tribunale federale della California, è stata chiusa con un accordo economico: CDPR ha accettato di pagare un risarcimento pari a 1,85 milioni di dollari agli investitori, e in cambio non dovrà rispondere a nessuno dei capi d’accusa a lei rivolta dagli stessi, come riporta PCGamesN.

    Un accordo senz’altro vantaggioso per gli investitori, che almeno non sono rimasti fregati come i videogiocatori che hanno acquistato quei malandati port…

    CEStato il CES

    Come ogni anno dal 1967 ad oggi si è tenuto a New York il consueto Consumer Electronic Show, una tre giorni di esposizione della principali novità hi-tech di largo consumo. Sony ha tenuto il suo keynote e non ha mancato di svelare alcune novità in ambito videoludico. Qui sopra trovate la conferenza completa, qui sotto vi evidenzio alcuni punti chiave:

    • Le vendite hardware di PS5 hanno raggiunto i 30 milioni di unità. Lo shortage di componenti è finalmente in via di risoluzione, quindi da quest’anno diventerà progressivamente più facile acquistare la console per tutti coloro che ancora non hanno avuto l’opportunità di farlo: per il prossimo anno fiscale (da aprile 2023 a marzo 2024) si punta a metterne in commercio altri 23 milioni.
    • È stato presentato Project Leonardo, un pad modulare e dai controlli rimappabili pensato specificatamente per venire incontro alle esigenze di videogiocatori con diversi gradi di disabilità. Il dispositivo è in avanzato stato di lavorazione ma non ancora pronto per la commercializzazione: Sony, che ha lavorato alla progettazione assieme ad alcune associazioni dedicate all’accessibilità delle periferiche, sta raccogliendo i feedback necessari all’ottimizzazione del prodotto. Per questo motivo non sono ancora stati svelati prezzo e finestra di lancio del dispositivo.
    • PSVR2 potrà contare su 30 titoli al lancio, previsto per il prossimo 22 febbraio. Tra essi è stato annunciato Gran Turismo 7 VR (aggiornamento gratuito per chi già possiede il gioco base), che fa il paio con il film ufficiale dedicato alla serie automobilistica, diretto da Neill Blomkamp, di cui è stato mostrato un trailer in anteprima: due ottimi modi di festeggiare il venticinquesimo anniversario della serie. Per il visore è stato anche annunciato un futuro port di Beat Saber.
    • C’è stata qualche vaga dichiarazione di lavori in corso da parte di Haven Studios (il dev acquisito da Sony lo scorso luglio) e Bungie, entrambi impegnati nella realizzazione di nuove IP non ancora annunciate. Inoltre è stata annunciata collaborazione con City Football Group, la holding britannica che possiede il club calcistico Manchester City, per la creazione di un metaverso dedicato al gioco del calcio. Un delle funzioni di punta della piattaforma dovrebbe essere quella di assistere a ricostruzioni virtuali di partite in corso realmente, così da “far partecipare” all’evento anche coloro che nn sono fisicamente presenti allo stadio, oltre a poter rivedere istantaneamente un’azione da qualsiasi angolazione si voglia. Il tutto è ancora in sviluppo senza alcuna finestra di lancio possibile annunciata, per ora.

    Bacheca annunci

    Flash news su trailer e annunci della settimana:

    • Atomic Heart: è stato rilasciato un nuovo gameplay trailer che mostra i risultati dell’implementazione del ray tracing sull’illuminazione del gioco. L’fps uscirà il prossimo 21 febbraio su PC, PS5 e 4, Xbox Series X|S e One.
    • M&A: l’ente regolatore del Cile ha approvato l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft spiegando come questa non vada a costituire un regime di monopolio in un’industria che è molto competitiva. Il processo intentato dalla FTC negli Stati Uniti prenderà avvio in agosto, quindi nella migliore delle ipotesi Microsoft non potrebbe mettere le mani su suo nuovo giocattolo prima di fine 2023.
      Sul fronte cinese è invece da segnaalre l’acquisizione di SkyBox Labs da parte di NetEase. SkyBox è un team canadese fondato nel 2011 che ha lavorato come co-developer sia a giochi AAA come Halo Infinite, sia a grandi successi dalla coda lunga come Minecraft, sia a prodotti più traballanti come Fallout 76. In ogni caso si tratta di un team navigato con esperienza in molti generi diversi, un know-how che la holding cinese può certamente sfruttare per aumentare la sua presenza sul mercato occidentale, su cui sta investendo parecchio, avendo già aperto due nuovi studi negli USA nel corso del 2022: Jackalope Games e Jar of Sparks.
    • Nvidia GeForce Now: la compagnia ha annunciato un nuovo tier di prezzo per il proprio servizio in abbonamento. Denominato Ultimate, esso prevede il cloud gaming eseguito su schede grafiche 4080, permettendo una capacità di calcolo finora inedita per il servizio, che ora promette lo streaming di giochi fino a 240 fps in full HD (120 in 4K) con ray tracing e DLSS attivi. Il canone di abbonamento è fissato a €19.99 mensili o €99.99 semestrali.
    • Vampire Survivors: Luca Galante, sviluppatore del gioco, ha svelato una curiosità sulla versione mobile del gioco. Poncle, lo studio di sviluppo che ha creato il gioco, a seguito dell’inaspettato successo su PC ha cercato dei partner commerciali per piazzare un port sul mercato mobile, ma ha desistito dopo aver constatato che nessun interlocutore era disposto ad evitare di introdurre pratiche di monetizzazione predatoria nei confronti dell’utenza. Poncle ha quindi deciso di fare da sé e pubblicare velocemente il port in autonomia, anche perché gli store iniziavano a proliferare di copie carbone del titolo. Non sappiamo quanto ci sia di vero ma, nel dubbio, chapeau!
    • Witchfire: l’action sparatutto di The Astronauts si è mostrato con un gameplay trailer che annuncia il supporto al nuovo DLSS 3 di Nvidia.
    • Wizards of the Coast: secondo un report di Bloomberg la compagnia avrebbe cancellato i lavori su 5 cinque videogiochi mai annunciati, la cui produzione è stata abbandonata per focalizzarsi su titoli di brand già esistenti, dunque di maggior impatto per il pubblico. Dato che non sappiamo di cosa si trattasse, non ne sentiremo la mancanza!

    La settimana di Player

    Probabilmente non c’è bisogno di specificarlo, ma nel corso della prima settimana dell’anno difficilmente escono giochi da recensire. E nonostante la redazione – io in primis – abbia passato la maggior parte del tempo a gozzovigliare, qualche impavido eroe si è sacrificato per proporvi contenuti di qualità anche nei primi 7 giorni del 2023.

    Partiamo dalle guide: non ne avete ancora abbastanza di Genshin Impact? Gaia Tornitore vi suggerisce cosa fare ogni giorno e ogni settimana; inoltre per gli appassionati minmaxer ha messo a punto la tier list dei team migliori. Per tutti quanti, infine, ecco i più aggiornati codici Primogemme. Ma siccome c’è davvero troppo da scrivere su Genshin, interviene in soccorso di Gaia anche Alessandra Borgonovo, che spiega per filo e per segno come funziona la Reputazione, e come sopravvivere al Freddo Estremo.

    Finiamo con le rubriche: per i nostri lettori cinefili, Stefano Sergente suggerisce 7 videogiochi per gli amanti di Tim Burton.
    Continuiamo a viaggiare tra i media grazie all’analisi comparata del sapiente Claudio Albero, che vi parla di God of War, o il moderno Frankenstein.
    Michele Longobardi invece propone una rassegna diversa dal solito, presentandovi dieci videogiochi in cui si impersona il cattivo.
    E siccome le rassegne vanno forte, Demetrio Scira ve ne propone una che fa la gioia degli spendaccioni: 7 collector’s edition tra action figures, automobili, vacanze di lusso e case.

    Per questa settimana è tutto.
    Arrivederci a domenica prossima con il #Gam
    ersdigest N°2 del 2023!