“War… war never changes…”

Fallout
Maybe…

La saga di Fallout, che si trova ora alla sua quarta incarnazione, ha visto nel corso della sua vita alcuni spin-off come lo strategico Fallout Tactics ed ora il gestionale per smartphone e tablet Fallout Shelter. Finora la saga di Fallout ci vedeva nelle vesti di un sopravvissuto all’olocausto nucleare, che di volta in volta era un membro del Vault 13 oppure un Corriere passando per il Prescelto del villaggio di Arroyo, alle prese con missioni vitali per il suo villaggio o per tutta la Zona Contaminata oppure trovare chi lo ha colpito in testa rubandogli un pacco(!?), scusate ma ancora non ho ben capito la trama di Fallout New Vegas ma questa è un’altra storia… Questa volta invece intraprenderemo un percorso diverso, non saremo l’eroe che esplora la Zona Contaminata ma colui che protegge il suo Vault e manda l’eroe in pericolose missioni per la sua comunità, noi saremo il Sovrintendente. Come ogni buon Sovrintendente saremo alle prese con problemi di ordinaria amministrazione come l’ampliamento del Vault e l’invio di esploratori nella Zona Contaminata in cerca di oggetti utili e preziosissimi Tappi.

Questo Vault è un po’ vuoto…

Fallout
Un vault all’inizio, c’è tanta strada da fare

Come in ogni buon gestionale all’inizio le risorse sono molto risicate e Fallout Shelter non fa eccezione. Appena creato un nuovo Vault, magari proprio il n. 13, il Sovrintendente si troverà di fronte a un Vault praticamente vuoto tutto da progettare e riempire insieme ai propri fidati Abitanti, pochi a dire il vero. Nel breve tutorial iniziale veniamo guidati nelle costruzione delle prime stanze e alcuni abitanti si aggiungeranno rapidamente per rimpolpare le fila del nostro piccolo Vault. Il sistema si basa essenzialmente su quattro risorse: Energia, Acqua, Cibo e Tappi, per le prime tre ci sono delle stanze apposite con cui crearli mettendo a lavoro i vostri abitanti, se vuoi mangiare devi lavorare, mentre per i tappi servono fortuna e… tempo. Essenzialmente i tappi si possono guadagnare esplorando la zona contaminata, facendo salire di livello gli abitanti, con il lavoro in base alla fortuna oppure realizzando gli obiettivi giornalieri. Tramite i tappi si creano le stanze e si migliorano. Andando avanti con il gioco il numero di stanze aumenta e permette di realizzare anche stanze più efficienti oppure stanze per creare equipaggiamenti e via discorrendo.

Questione di spazio e attitudine

Fallout
Ecco un vault decisamente grande

In Fallout Shelter lo spazio è una questione essenziale, sia per l’immagazzinamento di oggetti che per la quantità di abitanti. Ogni Vault ha un massimo di popolazione che deve essere ospitati in dei dormitori. Il numero massimo degli abitanti dipende ovviamente dal numero di dormitori e dal loro livello, in generale ogni Vault al massimo dell’efficienza può avere solo 200 posti. Oltre agli abitanti e all’equipaggiamento c’è anche da considerare il posizionamento delle stanze: ad esempio, tre stanza affilate formano un’unica stanza più efficiente delle stesse tre stanze messe in modo casuale, infine per ampliare il Vault bisogna di volta in volta scavare e creare ascensori per aumentare i piani del vostro Vault. Ogni abitante ha le sei classiche caratteristiche della serie Fallout, il famoso S:P.E.C.I.A.L (Strenght, Perception, Endurance, Charisma, Agility, Luck), ogni stanza ha una caratteristica che la contraddistingue e ovviamente gli abitanti con l’adeguata caratteristica rendono di più rispetto agli altri, in più la caratteristica Fortuna aumenta la possibilità di guadagnare Tappi oltre che Risorse.

Un vestito per ogni occasione

Fallout
L’amore al tempo del Vault

Nel gioco sono presenti vestiti che garantisco bonus alle caratteristiche utili sia per lavorare che per esplorare. Possono essere reperiti nelle esplorazioni, in cestini omaggio, realizzati utilizzando i materiali nelle apposite officine sbloccabili più avanti nel gioco oppure in eventi durante il gioco legati alle varie festività come Natale o Halloween. Sono presenti vestiti presi da tutta la saga di Fallout, come ad esempio l’armatura Atomica in tutte le versioni, il vestito di Trecani o il trench Autumn. Similmente ai vestiti ci sono anche le armi che servono per difendersi dai nemici che popolano la Zona Contaminata, anche in questo caso ci sono vari gradi di rarità e ci sono tutte le classiche armi della saga compreso il mitico Fatboy.

Un viaggio nella Zona Contaminata

Fallout
Ecco cosa si può incontrare nella zona contaminata

E’ possibile in Fallout Shelter esplorare la Zona Contaminata mandando uno o più abitanti fuori dal Vault. Durante l’esplorazione, che è gestita direttamente dall’app, l’abitante può trovare Tappi, oggetti e mostri, per questo è importante equipaggiare bene l’esploratore, sia con le armi giuste che con un adeguato numero di Stimpack e Radaway. Altra possibilità di esplorazione è data dalle missioni, affrontabili molto avanti nel gioco. In questo caso si potrà affrontare una vera e propria esplorazione di un luogo della zona contaminata con un massimo di tre abitanti. Durante l’esplorazione si giocherà un minigioco in cui si guideranno gli abitanti all’interno del dungeon contaminato in una visuale identica a quella del Vault in cui con un semplice punta e clicca si sposteranno gli abitanti e si attaccheranno i nemici. Nelle missioni ci saranno anche quiz e campagne in più passaggi che rendono questa parte molto divertente. Anche durante l’esplorazione della zona contaminata sarà possibile esplorare minilocazioni come stazioni di benzina o case abbandonate… beh, quasi abbandonate.

Un tranquillo Vault di paura

Fallout
Deathclaw all’opera

Come ci insegna la saga di Fallout, un Vault è un posto più pericoloso di quello che si possa pensare e Fallout Shelter non fa eccezione. Durante la vita del vostro Vault dovrete combattere contro incendi, infestazioni di vari animali, tra cui scorpioni radioattivi, o assalti di creature dall’esterno, tra cui i letali Deathclaw. Per cui tenete gli occhi aperti o i vostri abitanti verranno rapidamente decimati e noi non vogliamo questo, vero Sovrintendente?

Un Mr Handy, un animale da compagnia o la carta da parati rendono il Vault più piacevole

Fallout
Due chiacchiere nel vault

Fallout Shelter propone un’ampia gamma di gadget come animali da compagnia che danno vari bonus agli abitanti, oppure i Mr Handy che raccolgono risorse in automatico e temi per personalizzare le stanze in stile Brotherhood o Minuteman. Questi gadget possono essere o comprati con soldi veri, non tappi, oppure trovati come premi di obiettivi giornalieri o durante le esplorazioni, aumentato la varietà del gioco.

Fallout Shelter si presenta come un gioco divertente non banale ma neanche troppo complesso e che presenta varie tipologie di gioco dal gestionale all’arcade. Manca una parte PvP e forse per questo il gioco non costringe a spendere soldi per avere una piacevole esperienza di gioco. Purtroppo una volta completate tutte le stanze e massimizzato il vostro Vault, rimarrà ben poco da fare, riducendo l’endgame al mero collezionismo di oggetti, piuttosto noioso, o al completamento delle missioni, che via via diventano piuttosto monotone. Un buon gioco che ti prende subito ma dalla longevità limitata. Peccato

Link download versione Android: Google Play

Link download versione iOs: App Store

Fallout
Ecco il Fatboy all’opera… Kaboom

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!