L’attacco hacker a CD Projekt Red di febbraio è stato più grave di quel che credevamo

cd projekt red, cd projekt attacco hacker febbraio 2021, cd projekt hacker febbraio 2021 dettagli, cyberpunk 2077

Non c’è pace per CD Projekt Red: ieri, mentre l’intero mondo dei videogiochi si concentrava sull’atteso Summer Game Fest Kickoff Live (qui il nostro recap dell’evento), lo studio di Cyberpunk 2077 ha rilasciato una dichiarazione riguardante un cyberattacco di febbraio contro la società (qui la news dell’epoca).

cd projekt red, cd projekt attacco hacker febbraio 2021, cd projekt hacker febbraio 2021 dettagli, cyberpunk 2077

Dalla comunicazione, appare purtroppo chiaro che l’entità della fuoriuscita di dati è più grande del previsto e riguarda anche dati personali dei dipendenti.

“Oggi, abbiamo appreso nuove informazioni riguardanti la violazione, e ora abbiamo ragione di credere che i dati interni ottenuti durante l’attacco siano attualmente in circolazione su Internet. […] Non siamo in grado di confermare l’esatto contenuto dei dati in questione, anche se crediamo che possa includere dettagli di dipendenti ed appaltatori attuali/ex, oltre ai dati relativi ai nostri giochi“.

CDPR è stata vaga su ciò che esattamente era là fuori e se qualcuno di esso era vero o era stato alterato, ma se verrà confermata la diffusione di dati sensibili dei dipendenti ci ritroveremmo davanti a un precedente pericoloso.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Kotaku

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

tales of arise

Tales of Arise, mostrato un nuovo trailer al Summer Game Fest

electronic arts games, ea, electronic arts games attacco hacking, hacking ea games, ea games attacco hacking

EA: attacco hacker trafuga il codice sorgente di FIFA 21 e quello del Frostbite Engine