La Normandy di Mass Effect vola su No Man’s Sky

Non è solo Fortnite a organizzare crossover incredibili, anche No Man’s Sky di Hello Games si è organizzato con BioWare per portare la Normandy di Mass Effect in gioco. La leggendaria astronave della saga spaziale targata EA, giunta in questi giorni nella sua collection rimasterizzata Legendary Edition, è stata portata in gioco come Easter Egg, una ricompensa per i giocatori che hanno appena terminato la Beachhead Expedition.

Nella scorsa settimana la community di No Man’s Sky ha lavorato a lungo per la nuova modalità di gioco inclusa nell’aggiornamento Expeditions, una delle ultime grandi patch che Hello Games sta importando in gioco in maniera totalmente gratuita, cancellando per sempre l’onta di quel tanto discutibile lancio del gioco nel 2016.

I giocatori non avevano la minima idea di cosa avrebbero sbloccato completando tutte le missioni e le quest della nuova spedizione, la Beachhead Expedition. Si è trattata di una sorta di caccia al tesoro dove i giocatori hanno dovuto decifrare codici e messaggi con alfabeti segret; alla fine finalmente l’intera community è stata in grado di riscattare la Normandy SR1.

Sean Murray, leader e portavoce di Hello Games, si è detto entusiasta dell’iniziativa, soprattutto per il fatto che lui e gli altri sviluppatori sono stati contenti di tributare Mass Effect, una saga sci-fi che loro stessi hanno giocato e amato.

Ho ancora i brividi ogni volta che vedo questa nave incredibilmente iconica che arriva, e sono stato felice di vedere come così tante persone abbiano avuto la stessa reazione

Sean Murray

Nel presentare il video dell’arrivo della Normandy su No Man’s Sky, è stata rilasciata anche una piccolissima Patch, la 3.41, ma Sean Murray nel blog del gioco ha anche lasciato intendere che Hello Games sta preparando dei grandi festeggiamenti per il quinto anniversario di No Man’s Sky. Curiosi di scoprire cosa accadrà?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE No Man's Sky

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Copertina per il Momento Review su Zona di Guerra Charadon Atto I - Il Libro della Ruggine

Momento Review: Zona di Guerra Charadon – Il Libro della Ruggine

berserk, berserk kentaro miura, berserk videogiochi, kentaro miura, impatto di kentaro miura sui videogiochi

Di spade e di demoni: la lunga ombra di Kentaro Miura sui videogiochi