E3 2021: Microsoft e Bethesda in una conferenza congiunta

giochi bethesda gamepass
La domanda da un milione di dollari.

Microsoft e la neo-acquisita Bethesda saranno presenti assieme in una conferenza congiunta dell’E3 2021, la più grande fiera dei videogiochi che quest’anno torna in formato del tutto digitale e interattivo.

A rivelare l’unione durante l’evento è stato Matt Booty, leader degli Xbox Games Studio, durante un’intervista con Le Figaro. In passato Microsoft e Bethesda hanno sempre partecipato all’E3 con proprie conferenze solitarie, ma ovviamente dopo l’entrata del gruppo Zenimax nelle file degli Xbox Games Studio, ha senso che le loro conferenze siano adesso congiunte in una sola.

Al momento non sappiamo cosa voglia mostrare Bethesda durante l’E3, speriamo si tratti di qualche nuovo dettaglio sul seguito di Skyrim, The Elder Scrolls VI, di cui dobbiamo ancora scoprire l’ambientazione, o sul progetto Starfield, presentato nel 2018 e mai più rivisto, entrambe due opere molto attese dai fan. Secondo Jason Schreier, autorevole firma di Bloomberg e del Wall Street Journal, sarà proprio Starfield ad avere un’apparizione all’E3, anche se il suo rilascio è ancora molto lontano (presumibilmente fine 2022).

Ricordiamo che le iscrizioni all’E3 2021, un’edizione del tutto virtuale quest’anno, apriranno a breve e consentiranno a tutti gli utenti di personalizzare il proprio avatar e di partecipare ad attività interattive collaterali alle conferenze. Ad affiancare Bethesda e Microsoft ci saranno anche altri publisher come Nintendo, Take-Two, Ubisoft, Capcom, Bandai Namco, SEGA, Square Enix e tante altre. Ci saranno anche eventi singoli o collettivi in questo periodo, come il Summer Game Fest di Geoff Keighley o l’EA Play di Electronic Arts.

L’E3 2021 inizierà ufficialmente il 12 giugno, ma aspettatevi grosse notizie già nei giorni precedenti perché l’evento apre alla stampa una settimana prima.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE VG 24/7

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

mh stories 2

Un trailer come introduzione alla narrativa di Monster Hunter Stories 2

Lies of P è il Dark Souls di Pinocchio (letteralmente)