L’E3 2021 sarà un’esperienza virtuale visitabile col proprio avatar

La situazione pandemica globale impone di preferire la sicurezza a discapito dei grandi eventi, per questo motivo l’E3 2020 fu cancellato; ora che però gli organizzatori hanno avuto più tempo per i preparativi, l’edizione del 2021 è pronta a svolgersi regolarmente, sebbene solo in formato virtuale.

Per l’occasione, l’E3 2021 ha costruito la propria struttura virtuale in modo tale che l’esperienza della conferenza dei videogiochi più importante al mondo possa essere a portata di tutti, su smartphone, con un proprio avatar personalizzato.

Gli organizzatori dell’ESA hanno rivelato proprio in queste ore i format di partecipazione alle diverse dirette. Principalmente, l’E3 2021 si basa su due tipi di fruizione: un portale online, e un app per mobile. Entrambe saranno collegate a un hub contenente tutti gli show previsti, visibili per tutta la loro durata. Gli utenti possono creare un account tramite il quale potranno guardare i diversi livestream e, in aggiunta, potranno partecipare a diverse attività collaterali.

Ecco gli spazi digitali visitabili in maniera totalmente gratuita tramite i propri avatar personalizzati:

  • Stand degli espositori – con eventi speciali, contenuti on demand e articoli, gli stand degli espositori fungeranno da hub all’interno del portale per annunci chiave e informazioni di gioco legate a ciascun espositore.
  • Lounge – punti di ritrovo online per tutti i partecipanti dell’E3
  • Forum – per la discussione e la condivisione online tra i partecipanti
  • Classifiche – ovviamente una conferenza sui videogiochi come poteva non essere gamificata? Alcuni elementi di spettacolo possono essere collezionati e visualizzati, per incoraggiare i fan a interagire in quante più maniere possibili
  • Creazione del profilo – tutti i partecipanti possono creare i loro profili unici all’interno del portale e dell’app.

L’accesso pubblico al portale dell’E3 2021 aprirà il primo giorno della serie di eventi, ossia il 12 giugno, ma sarà possibile registrarsi a partire da fine maggio. Portale e app saranno utilizzati anche dalla stampa e dai professionisti del settore a partire dal 7 giugno per interviste, accessi anticipati alle demo e tutto ciò che concerne le esclusive dell’E3.

Dal momento in cui abbiamo deciso di ospitare l’E3 virtualmente, ci siamo concentrati sulla fornitura di un’esperienza interattiva per i fan di tutto il mondo che va oltre il tipico streaming dal vivo. Il risultato è un portale online su misura e un’app che permetterà ai fan, ai media e ai professionisti del settore di avere un’esperienza E3 progettata per funzionare in parallelo alla trasmissione di quattro giorni, ponendo le basi per elementi interattivi dell’E3 che continueranno oltre lo show interamente virtuale di quest’anno.

Stanley Pierre-Louis, Presidente e CEO dell’ESA

Per ora hanno confermato la partecipazione all’E3 2021 Microsoft, Nintendo, Ubisoft, Take-Two, Capcom, Square Enix, Sega, Warner Bros, Bandai Namco e Koch Media. Konami avrebbe dovuto far parte del roster ma si è ritirata all’ultimo minuto. Alcuni di questi publisher avranno come di consueto anche i loro show personali, come per esempio l’Ubisoft Forward o la Nintendo Direct.

Ci sono poi altri publisher non partecipanti che comunque presenteranno le loro prossime attività proprio in questo fittissimo periodo di annunci. Non vediamo l’ora che l’E3 torni a intrattenerci dopo essere mancato per un anno, anche se sarà solo in formato virtuale.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE E3 2021

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Sono in arrivo due nuovi colori per i DualSense di PlayStation 5 e sono bellissimi

D&D Dark Alliance sarà disponibile su Xbox Game Pass al lancio