Valheim: Panic Button vorrebbe un porting su Nintendo Switch

In una recente intervista dei colleghi di NintendoLife con Panic Button, lo studio di sviluppo dietro un numero indefinito di porting su Nintendo Switch, ha espresso la volontà di poter lavorare un giorno a Valheim, survival indie a tema nordico in accesso anticipato che sta distruggendo ogni record su Steam, per portarlo in futuro sulla console ibrida di Nintendo.

Gli sviluppatori di Panic Button sono un po’ considerati i maghi della Switch, in quanto ogni loro porting è stato effettuato con molta cura e celerità rispetto a tanti altri che invece incontrano difficoltà. Proprio oggi, 9 marzo, è appena arrivato sulla console ibrida il loro ultimo porting, Apex Legends, battle royale sviluppato da Respawn (EA Games). L’intervista di NintendoLife si concentra proprio sul lavoro di Panic Button svolto con Apex Legends.

Tra le tante domande, è stato anche chiesto quale fosse un titolo che vorrebbero tanto portare su Nintendo Switch. A rispondere Valheim è stato Dan Hernberg, Head of Production di Panic Button.

Non sono sicuro che questo sia il mio “gioco preferito“, ma sto giocando troppo a Valheim in questo momento e mi piacerebbe portarlo su Switch.

Il look un po’ vintage di Valheim sembra stia convincendo ugualmente i giocatori su Steam, ma sappiamo tutti che un suo porting su Switch sarebbe la morte sua. Molti giochi indipendenti stanno trovando la loro dimensione proprio sulla console ibrida di Nintendo, dove altrimenti con la loro grafica più semplicistica figurerebbero poco al passo con i tempi. Il connubio console portatile + progetto indie sembra che sia molto gradito anche da Nintendo, che infatti promuove sempre più i suoi “Nindies” con eventi dedicati, e ha invitato anche noi di Player.it a un summit sui giochi sviluppati in Italia.

Non conosciamo quali altri progetti abbia in serbo Panic Button per Switch, ma confidiamo che con l’uscita dall’accesso anticipato di Valheim ci sia davvero spazio per questo titolo sull’ibrida di Nintendo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE NintendoLife

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Sta per arrivare un nuovo The Last Of Us multiplayer?

loot box, Loot box restrizioni, loot box in germania, loot box nuova legge tedesca, loot box legislatura

Loot box: la Germania verso restrizioni alla vendita