Niente nuovo hardware Playstation all’E3 2018, solo videogiochi


Il periodo più scoppiettante dell’annata videoludica si sta avvicinando.
Il giugno Losangelino che ospiterà il nuovo E3 2018 è sempre meno lontano e pian piano i produttori e le aziende stanno tratteggiando e alle volte dichiarando le loro strategie d’azione per la fiera più importante dell’anno.

Sony, con un paio di tweet e un articolo ben assestato, ha tirato fuori dal suo cilindro la sua linea d’azione: niente hardware e enorme importanza per quattro titoli differenti.

Vediamo insieme quali.

[amazon_link asins=’B076DHYRGP,B07984YN3H,B07CBH5XNK,B0767PPQDV’ template=’CopyOf-ProductCarousel’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’58d9d38b-555d-11e8-a4e6-0f70c8ba6a8c’]

I quattro cavalieri della Playstation

I titoli che Sony tratterà sono quattro esclusive già annunciate in un modo o nell’altro destinate alla Playstation 4. Sony ha tweetato la data e l’orario in cui terrà la conferenza, tale 12 Giugno alle 3.00 ora italiana linkando poi un articolo con spiegate le strategie che l’azienda intende percorrere nel corso della conferenza.

Sony ha deciso, con questa conferenza Playstation, di mischiare un po’ le carte rispetto alle conferenze degli anni passati portando sul palco approfondimenti su quattro titoli specifici: Death Stranding, Spider-Man, Ghost Of Tsushima e The Last Of Us Part 2.

Il focus su questi quattro titoli non distoglierà Sony dal mostrare al resto del mondo cos’altro può offrire Playstation ai suoi consumatori; l’azienda ha dichiarato che ad accompagnare questi quattro titoli ci saranno videogiochi third-Party e prodotti indipendenti cercando di coprire PS4, PS4 Pro e PSVR.

L’ultima dichiarazione importante del discorso è stata fatta da Shawn Layden, CEO di Sony Interactive Entertainment America; tale dichiarazione ha tuonato come un pugno sul tavolo dichiarando che non ci saranno annunci hardware a questa fiera; niente annunci di eventuali PS5 insomma.

Cosa ci aspettiamo dalla conferenza Playstation?

Playstation E3 2018

I quattro titoli dichiarati dall’articolo di Sony mettono l’acquolina in bocca al solo pensiero:

  • Death Stranding hanno un sapore sibillino e sono davvero troppe poche per poter cavare fuori un ragno dal buco. I trailer di Hideo Kojima hanno il pregio e la caratteristica di essere estremamente poco comprensibili nonostante l’elevatissimo livello di spettacolarità e questo ha reso il progetto Death Stranding qualcosa di ancora troppo poco tangibile su cui poter parlare con cognizione di causa. Speriamo che le dichiarazioni di Norman Reedus e di Jordan Vogt Roberts siano veritiere.
  • Il nuovo capitolo di Spider-Man, sviluppato da Insomniac, è il titolo più vicino alla release di questi proposti e ha già mandato l’hype a livello preoccupanti per la qualità che sembra trasudare dai trailer mostrati al pubblico. Più che conferme ci serve qualcosa per viaggiare nel tempo e avvicinarci al tanto agognato 7 Settembre 2018.
  • Ghost Of Tsujima, sviluppato dai ragazzi di Sucker Punch (Sly Cooper e Infamous), è la più misteriosa tra le varie IP proposte perché le uniche informazioni rilasciate nel corso del tempo da Sony sul progetto si limitano a uno minuto trailer in cui non si vede praticamente niente se non l’ambientazione Giapponese (già intuibile dal titolo per di più). Nel corso del tempo abbiamo scoperto che Ghost Of Tsujima è il più imponente progetto a cui Sucker Punch ha messo mano (di conseguenza ci aspettiamo qualcosa davvero imponente considerata la grandezza dei vari Infamous)
  • Dulcin in fundo, The Last Of Us Part II è semplicemente il seguito di uno dei migliori titoli di sempre e le aspettative sono altissime a partire dai trailer mostrati. Sembra sia stato ispirato da una serie Netflix e sembra che Naughty Dog stia mettendo anima e cuore sul progetto sfornando una quantità incredibile di idee al riguardo. Siamo anche curiosi di sapere come inseriranno i cani all’interno del progetto..

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

switch grande fratello

Nintendo Switch abbandona la casa del Grande Fratello

Fortnite Stagione 4 – il ritorno della modalità 50 vs 50