Final Fantasy XVI potrebbe arrivare prima di quanto pensiamo

Final Fantasy XV, Final Fantasy XVI, Square Enix, PlayStation 5, Sony

Final Fantasy XVI è stato fra le bombe atomiche dello showcase PS5 della scorsa settimana, che segna l’arrivo di una nuova incarnazione della saga j-rpg, e la notizia di oggi è che potrebbe arrivare prima di quanto pensiamo.

Se infatti in occasione del reveal Sony e Square Enix non abbiano dato informazioni certe sulle tempistiche del nuovo titolo, dando anzi appuntamento al 2021 per ulteriori aggiornamenti, in un report di Bloomberg di ieri Jason Schreier ha rivelato che Final Fantasy XVI sarebbe in produzione da “almeno” quattro anni.

Lo sviluppo del nuovo Final Fantasy sarebbe dunque iniziato nel 2016, anno d’uscita del capitolo precedente, definito dal giornalista “un terribile precedente” per il suo processo di sviluppo tortuoso e durato la bellezza di dieci anni. Un’esperienza che, a detta del reporter, i produttori non vorrebbero affatto ripetere.

Final Fantasy XV, Final Fantasy XVI, Square Enix, PlayStation 5, Sony

A detta di Schreier le sue informazioni arriverebbero da persone che avrebbero lavorato al gioco, da lui raggiunte negli scorsi giorni, e conoscendo la fama del giornalista l’informazione sembra attendibile.

Che il 2021 porti con sé Final Fantasy XVI, magari in concomitanza con il periodo natalizio?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE VGC

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

fahrenheit, quantic dream, fahrenheit 15th anniversary edition

Fahreneit: il classico Quantic Dream festeggia 15 anni con un’edizione speciale PS4

SEGA Fun Meet-up 2020, recap dell’evento