Focus Home Interactive ha acquisito lo studio di The Surge

The Surge, Deck 13, Focus Home Interactive

Focus Home Interactive è senza dubbio uno dei publisher europei più importanti dell’ultimo decennio, e le ultime annate, con la pubblicazione di progetti ambiziosi come Vampyr, A Plague Tale: Innocence e Greedfall, non hanno fatto altro che sottolinearlo. Forte di questo successo l’azienda sembra decisa a un’ulteriore espansione anche attraverso acquisizioni eccellenti, come nel caso di Deck 13, studio dietro The Surge (qui la recensione del secondo episodio della serie) e Lords of the Fallen (qui la recensione).

L’acquisizione è costata 7, 1 milioni di euro, e comprende tutte le proprietà intellettuali del team. A questo punto, scommettiamo che Focus Home non ci metterà molto ad approfittare delle nuove licenze acquisite per ulteriori progetti.

The Surge 2, Deck 13, Focus Home Interactive
The Surge 2

Intanto, anche all’infuori del fronte Deck 13 il publisher sta seguendo altri progetti di peso, come due giochi basati sul brand di Warhammer e curati da Gasket Studio e Streum On Studio e un cooperativo dall’ambientazione dark fantasy sviluppato da Sumo Digital di cui poco si sa.

Il tutto senza tener conto dei possibili sequel di brand ormai ben affermati come Vampyr.

Lords of the Fallen, Deck 13, Focus Home Interactive

Una vera fucina di nuovi progetti, che potrebbe mettere in campo ancora molto potenziale sia economico che produttivo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Wccftech

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

The Last of Us Parte II, The Last of Us, TLOU2, Naughty Dog, Playstation 4, sony interactive entertainment

The Last of Us Parte II non avrà DLC né comparto multiplayer, parola di Druckmann

Diablo IV, Diablo, Activision Blizzard,

Diablo 4: nuovi dettagli su setting, open world, realizzazione e multiplayer