La serie di The Witcher ha venduto più di 50 milioni di copie (solo il 3 28,3)

the-witcher-vende-50-milioni-di-copie

La saga di The Witcher ad oggi ha venduto più di 50 milioni di copie. Il record è stato comunicato sui canali social ufficiali della compagnia CD Projekt Red con un ringraziamento speciale a tutti i fan del franchise.

Di queste 50 milioni di copie solo The Witcher 3: Wild Hunt ha venduto ben 28,3 milioni di copie di cui 12 milioni di unità su PC Windows, 10,8 milioni di copie vendute su PlayStation 4 e le restanti 5,5 su Xbox One.

geralt-festeggia-il-successo-delle-vendite-di-the-witcher
Geralt che si rilassa dopo aver festeggiato per il successo delle vendite del franchise di The Witcher

L’analista Daniel Ahmad fa un’osservazione interessante: prima dell’arrivo della popolarità del terzo capitolo il gioco aveva venduto circa 5 milioni di copie. Nel giro di poco tempo le copie vendute sono diventate quasi sei volte di più. Se ci pensate, si tratta di un fenomeno impressionante!

La serie tv Netflix di The Witcher ha contribuito al successo del franchise

Il picco della popolarità per il brand è arrivato soprattutto con la serie TV Netflix andata in onda lo scorso inverno. Su Player.it ne abbiamo parlato in diverse occasioni.

Abbiamo guardato e apprezzato la serie TV Netflix di The Witcher. Henry Cavill è davvero ottimo nel ruolo di Geralt di Rivia anche se ci avremo visto benissimo Mads Mikkelsen. Però oh, era impegnato a fare il papà soldato in Death Stranding.

Qui potete leggere la nostra review complessiva mentre qui potete guardare una nostra divertente parodia. La serie tv è stata già rinnovata per le stagioni successive, tuttavia potrebbero esserci leggeri ritardi a causa del Coronavirus.

The Witcher: da dove è tutto iniziato

Molti di voi sapranno che la serie di The Witcher ha origine con dei romanzi fantasy scritti dallo scrittore polacco Andrzej Sapkowski che nella metà degli anni 2000 cedette i diritti all’alora neonata CD Projekt Red per una cifra irrisoria e forfettaria (pagata una tantum) e non in percentuale alle vendite (questo accordo porterà negli anni a venire a delle controversie, ne abbiamo parlato qui).

Andrzej-Sapkowski-chi-è
Questo signore qui è Andrzej Sapkowski, l’autore dei romanzi fantasy di The Witcher che vi consigliamo di leggere per essere più informati sul vostro videogioco polacco preferito (esistono altri videogiochi polacchi oltre a The Witcher? Ah ma sì, certo, Cyberpunk, sìsì)

Il primo capitolo uscì solo su PC il 30 ottobre 2007. Nonostante l’esclusività della piattaforma nel febbraio del 2008 aveva già venduto 600.000 copie con il raggiungimento del milione in 12 mesi. Questo portò gli sviluppatori a considerare lo sviluppo di un porting su console PlayStation 3 e Xbox 360. L’idea fu successivamente accantonata.

the-witcher-1-tutto-quello-che-dovete-sapere
Il primo The Witcher doveva avere anche un porting su PlayStation 3 e Xbox 360. Tuttavia non è stato più realizzato a causa delle risorse necessarie, troppo eccessive. Era meglio focalizzarsi sulla realizzazione di un secondo capitolo. Mai scelta fu più saggia!

The Witcher si presentava come un gioco di ruolo dalle meccaniche oldscool: il giocatore controllava il personaggio tramite un’interfaccia a schermo, mouse e tastiera. La trama, come affermato, riprendeva parte dei primi libri dell’autore polacco con un Witcher Geralt che avendo perso la memoria, deve ricordare il suo passato e “ricordare” i suoi poteri. L’intreccio narrativo era composto da 5 capitoli più prologo ed epilogo.

The Witcher 2: il ritorno di Geralt

Il successo del primo capitolo portò Cd Projekt Red a considerare l’uscita di un sequel. E così nel maggio 2011 fu rilasciato The Witcher 2: Assassin’s of Kings per PC Windows e questa volta anche per Xbox 360.

Il trailer di The Witcher 2 nella sua Enchanced Edition, rilasciata nel 2012. È passato già così tanto tempo, siamo nostalgici!

Anche il secondo capitolo consisteva in un gdr open world con delle meccaniche più semplici, in modo da poter acquisire una maggior fetta di pubblico. Dopotutto il mercato del gaming stava cambiando, diventando sempre di più un fenomeno di massa.

the-witcher-2-pc-vs-xbox-360
Una comparazione tra la versione PC Windows e Xbox 360 di The Witcher 2: Assassin’s of Kings. La versione PC (a sinistra) ha ovviamente una risoluzione migliore ma anche quella Xbox 360 non ha niente da invidiare. È presente inoltre un personaggio extra di nome Cipollino che ci accompagnerà per tutta l’avventura

Anche The Witcher 2 seguiva i romanzi di Andrzej Sapkowski collocandosi cronologicamente subito dopo gli eventi del primo capitolo. Nonostante questo era comunque appetibile per chi non aveva giocato il primo capitolo. L’intreccio narrativo si estende in un prologo, tre atti e un epilogo.

Le vendite del titolo furono buone: al mese di agosto si contavano le 940.000 copie. In un anno ne furono vendute circa 1,7 milioni. L’uscita del terzo capitolo ha portato un’ulteriore aumento delle copie vendute.

The Witcher 3: la nascita di un capolavoro

Nel 2015 arrivò il capitolo di maggior successo: The Witcher 3: Wild Hunt non solo è un ottimo gioco di ruolo open world, ma è forse uno dei migliori titoli della generazione.

Io, ilCirox, autore di questo articolo, odio i trailer in CGI perché non mostrano effettivamente le feature del comparto tecnico del gioco, molto spesso non li guarderei nemmeno se non per dovere di informazione. Tuttavia ci sono delle eccezioni, come per questo trailer che a distanza di anni mi fa ancora emozionare tantissimo

L’eccellenza riguarda tutti gli aspetti del titolo, dal gameplay divertente e mai ripetitivo, al comparto tecnico di alto livello (nonostante alcuni bug poi fixati con gli aggiornamenti) a quello narrativo, anche esso ripreso dai libri dello scrittore polacco. Vi rimandiamo ancora una volta alla nostra review per un’analisi accurata.

Questa volta Cd Projekt non si è limitata con le macchine rilasciando il titolo ovunque: il gioco è stato rilasciato su PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch. In particolare su Switch sembra di assistere ad un miracolo di ottimizzazione.

The Witcher 3 su Switch, anche se è evidente il downgrade, è letteralmente un miracolo di porting. Noi consigliamo di recuperarlo comunque sulle console casalighe o su pc ma confermiamo che su Switch è comunque godibilissimo

Abbiamo già parlato delle copie vendute, un successo senza paragoni che porta The Wicher 3 tra i titoli più venduti della gen. È importante menzionare anche le due espansioni di gioco rilasciate negli anni successivi: Hearts of Stone e Blood and Wine. Entrambe, soprattutto la seconda, arricchiscono il titolo rendendolo ancora più longevo con una nuova mappa inedita.

the-witcher-3-geralt-guarda-i-giocatori
Geralt che minaccia le poche persone che non hanno ancora giocato The Witcher 3. Fatelo subito, cosa state aspettando?

Consigliamo veramente a chiunque di recuperare questo titolo. Ormai è possibile trovarlo ad un prezzo veramente basso nella Complete Edition che include anche tutti i DLC. Se non vi siete mai avvicinati alla saga, niente paura. Un riassunto a inizio gioco vi spiegherà tutto sugli eventi passati!

The Witcher 4, Cyberpunk 2077 e il futuro di Cd Projekt Red

Il successo della serie The Witcher ha portato alla crescita della compagnia di Cd Projekt Red che recentemente è diventata la più grande software house di Europa, superando addirittura la francese Ubisoft (a cui sì, vogliamo comunque tanto bene ma statte bona lì).

cyberpunk-2077-a-spasso-nel-tempo
Uno screen di Cyberpunk 2077 attualmente in sviluppo e in uscita il prossimo 17 settembre. I più attenti di voi avranno già notato il ritorno di Cipollino

Attualmente negli studi polacchi è in sviluppo un altro gioco ambiziosissimo: Cyberpunk 2077. Un rpg futuristico (appunto in stile cyberpunk) ispirato alla versione cartacea del gioco Cyberpunk 2020 in sviluppo ormai da più di 7 anni. Previsto originariamente per l’inizio dell’anno è stato rimandato a questo 17 settembre per le console PlayStation 4, Xbox One e PC. Con buona probabilità ci sarà anche un porting per le console next gen.

Non vediamo l’ora di buttarci in un’emozionante avventura nella città di Night City. L’hype è davvero immenso ma non manca troppo a settembre! Questo è il trailer ufficiale rilasciato durante l’E3 2018, attualmente il più bello. Nel prossimo paragrafo c’è la parodia che ho realizzato (io autore dell’articolo ilCirox)

Già annunciato, inoltre l’arrivo di due DLC grandi almendo quanto quelli di Wild Hunt. Cyberpunk 2077 è un titolo che, siamo sicuri, farà parlare di se e riscontrerà un successo simile, se non superiore a quello di The Witcher 3. L’aspetto più innovativo però del gioco resta però, a nostro avviso, la possibilità di poter personalizzare i propri genitali.

Italypunk 2077, una delle migliori opere de ilCirox

Come annunciato in alcuni rumor, solo dopo l’uscita di Cyberpunk 2077 il team potrà focalizzarsi sulla realizzazione di The Witcher 4 che, ovviamente, uscirà sulle console next gen. Non aspettatevi di vederlo subito ovviamente, passeranno un po’ di anni prima della sua uscita

the-witcher-4-prima-immagine
La prima immagine in assoluto di The Witcher 4 sicuramente non fake, nono

Intanto noi vi diamo l’appuntamento a Night City a partire da settembre con Cyberpunk 2077 un titolo che tratteremo in maniera approfondita. Se siete curiosi, continuate a seguirci grazie al sistema di feed news su Google (basta clickare sulla stellina).

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Amerigo "ilCirox" Cirelli

Sono nato nel 1995, gioco ai videogiochi da quando ne ho memoria. Più che una passione, per me il videogioco è un medium capace non solo di intrattenere ma, vista la sua natura interattiva, di creare vere e proprie esperienze.

Per questo motivo, dopo un'adolescenza passata a videogiocare ho deciso di iniziare a scriverne.

Attualmente sono impegnato negli studi giuridici-economici, scrivo su Player.it dal 2018 e gestisco la famosa pagina di meme "ilCirox" su Facebook ed altri social network dal 2015.

Dontnod, Life is Strange, Max, Chloe

Dontnod (Life is Strange) sbarca oltreoceano: nuovo studio a Montreal

PlayStation 5, PS 5, ps5 reveal date, Sony Computer Entertainment

Sony annuncerà PlayStation 5 il 4 giugno