Il prossimo God of War sarà… una serie a fumetti!

God of War, Fallen God

Mentre le voci su un approdo/ritorno di Kratos nella prossima generazione di console si fanno sempre più forti, God of War torna a far parlare di sé per una nuova serie di comic books basati sul brand (non la prima: la DC Comics aveva già portato a termine un’operazione simile nel 2010, in contemporanea con il lancio di God of War III). Il ciclo appena annunciato, intitolato Fallen God, avrà però un compito molto prestigioso: dovrà infatti raccontare le vicissitudini di Kratos fra la sua vittoria definitiva sugli dei dell’Olimpo al termine del terzo capitolo della serie e l’inizio dell’acclamato God of War del 2018.

La prima cover del nuovo GoW a fumetti

Questa l’intrigante sinossi ufficiale:

God of War: Fallen God segue Kratos dopo la disfatta di Zeus e aver abbandonato Atena. Credendo di essere finalmente libero dalle cinghie del passato, salpa per il deserto nel tentativo di allontanarsi dalla sua casa e dalla sua vergogna, solo per finire preda della sua rabbia e del suo senso di colpa. Kratos si infuria contro l’unico nemico che ha dimostrato di essere invincibile: sé stesso. Ma una guerra del genere è impossibile da vincere, e conduce solo alla follia.

Siamo certi che si tratterà di un viaggio che finirà per condurre Kratos molto a nord, gli permetterà di trovare di nuovo l’amore e tentare di vivere una vita normale assieme ad Atreus e a sua madre. Eventi che porteranno dritti all’inizio del Gioco dell’Anno 2018.

La serie verrà pubblicata da Dark Horse, casa editrice da sempre specializzata negli adattamenti o nelle espansioni a fumetto di importanti universi videoludici, sarà scritta da Chris Roberson e disegnata da Tony Parker. Il suo debutto negli Stati Uniti è previsto per il 24 giugno.

Quanti di voi gli daranno una chance?

>>A proposito di God of War e mondo dell’illustrazione, leggi anche: L’art director di GoW omaggia Star Fox (e non solo)<<

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE DualShockers

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

alder's blood

Recensione Alder’s Blood (PC)

dieci videogiochi per bambini in quarantena

Dieci videogiochi per intrattenere in modo sano i bambini