Scoperta Warzone, la modalità battle royale di CoD: Modern Warfare

leakata la battle royale di modern warfare

Call of Duty: Modern Warfare avrà una modalità battle royale, non possiamo certo considerarlo un segreto, ma fino ad oggi erano trapelate solo voci e pochissimi dettagli sulle meccaniche e le funzionalità della stessa. È notizia recente, però, che alcuni giocatori sarebbero incappati, accidentalmente, proprio nel menu della modalità battle royale di CoD: Modern Warfare.

Questi sarebbero riusciti ad entrare nella sezione chiamata ‘Classificata‘ che è stata aggiunta al menu principale da Infinity Ward all’inizio della Stagione Due.

Infinity Ward deve ancora rivelare ufficialmente ciò che si nasconde dietro questa opzione di gioco, tuttavia si crede fermamente che si possa trattare proprio della modalità battle royale. Il suo nome sarà probabilmente Warzone, ma è l’informazione meno interessante, poiché il nome Warzone non appare per la prima volta sui nostri schermi.

La prima menzione a questo titolo fu fatta in un’immagine promozionale – potete vederla qui di seguito – riportata da Daily Sports, che fu poi cancellata.

I dettagli davvero nuovi sono stati leakati su Reddit da TheWrongPerson  e ARedWerewolf, due giocatori che sono riusciti ad addentrarsi nel menu Classificata e scattare delle foto alla possibile modalità battle royale di Modern Warfare.

Nelle foto possiamo vedere la presenza di un corso di addestramento e un’opzione che consente al giocatore di essere abbinato a una squadra casuale. Non sembra esserci alcuna opzione per match in singolo o per due giocatori.

Ancora più interessante è il menu armi, infatti, qui si trova la scheda Drop Kits, che supponiamo possa essere una sorta di inventario modificabile prima dell’inizio di un match con attrezzatura e strumenti droppati da altri giocatori. Possibile anche che siano oggetti cosmetici e non fondamentali per avere vantaggi in game.

Questi dettagli non sono ufficiali, Infinity Ward non ha smentito o confermato nulla, gli indizi, certo, sembrano inequivocabili.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE vg247

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

nfs heat criterion

Il prossimo Need For Speed sarà sviluppato da Criterion

Donald Trump, videogiochi

Epic Games: sì ai giochi “politici”, ma guai se le major fanno politica