God of War, Cory Barlog vorrebbe la serie TV stile The Witcher

God of War, Kratos, Atreus

In un tweet del 27 gennaio, Cory Barlog ha affermato che vedrebbe bene God of War sotto forma di serie televisiva in stile Netflix:

Si tratta di un tweet di risposta a GameIndustry, che in un suo podcast periodico ha ragionato su come la serie di The Witcher per Netflix abbia anche avuto il merito di far conoscere la saga videoludica al grande pubblico. Pubblicando su Twitter il podcast ha poi chiesto pubblicamente quali sarebbero i giochi più adatti a simili trasposizioni, ricevendo la risposta “d’eccezione”.

Chi vedreste bene nel ruolo di Kratos? Jason Statham? Vin Diesel? Perché non Micheael Chiklis (The Shield)?!

Dobbiamo dire che l’idea ci sembra suggestiva: pensate solo a come un racconto di viaggio come God of War si adatti a una struttura a episodi semi-autoconclusivi, con una coppia di personaggi (ma in effetti sono tre, se pensiamo alla testa di Mimir) in continuo vagabondaggio fra i Nove Regni alle prese con la miriade di situazioni dai contorni eroici e soprannaturali che caratterizzano il loro mondo. In pratica, una lunga epopea senza fine, ricca di spunti di trama tali da poter riempire stagioni su stagioni.

E voi quali videogiochi vorreste vedere trasposti su Netflix?

>>Leggi anche: L’art director di GoW omaggia Star Fox (e non solo)<<

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Crack! | C’era una volta il gioco

il glossario di mtg arena e magic the gathering

Glossario di MTG Arena e Magic: The Gathering