Nel mondo dei videogiochi i concetti di timeline, di canon e di coerenza narrativa hanno valori tanto più elevati quanto è più elevato il grado di amore che si prova nei confronti di una serie videoludica o di un brand. Ogni qualvolta ci si ritrova a cambiare qualcosa o si scoprono implicazioni più o meno importanti, ci sono intere aree dell’internet dedite al theorycrafting; stavolta la serie toccata è niente poco di meno che la saga di Devil May Cry.

Si, perché durante un livestream celebrativo per introdurre al mondo l’arrivo della demo di gioco disponibile per tutte le console, Capcom ha deciso di mostrare la versione corretta della timeline del brand cambiando… più di un parametro. Al momento non abbiamo ancora idea di cosa succederà all’interno dei reddit specializzati in DMC e all’interno di forum come ResetEra, ma possiamo di sicuro aspettarci la giusta dose di ironia per tale evento.

Vediamo insieme cosa è successo.

Qualcuno si ricorda la trama di Devil May Cry 2 in sala?

 

La trama che serpeggia tra i vari capitoli di Devil May Cry vede un sacco di differenti personaggi combattere tra loro per il potere e per vendetta; essa è divisa tra cinque differenti capitoli videoludici e una serie di prodotti considerati canonici ma legati a prodotti di animazione o manga giapponesi.

Basta aver giocato i primi tre capitoli per rendersi conto che il numero alla fine del titolo è tutto fuorché indicativo per quanto riguarda il contenuto della trama: basti pensare a Devil May Cry 3, prequel assoluto della saga e terzo capitolo. Il capitolo sviluppato da Ninja Theory, DmC Devil May Cry è completamente avulso dalla timeline che vi andremo a descrivere tra poco, con buona pace per tutti quelli che hanno apprezzato il tentato reboot della saga.

Da un giovanissimo Dante, conosciuto appena superata l’adolescenza, siamo arrivati ad un Dante decisamente più invecchiato con tanto di capelli bianchi e barba incolta color argento addosso; nel mezzo lo abbiamo visto affrontare i demoni in mille differenti salse, tutte caratterizzate da un alto grado di spettacolarità e da una certa ironia e strafottenza di sfondo.

Fino a questo momento tutti gli appassionati ben sapevano che la trama dei vari videogiochi con Dante, Vergil e Nero protagonisti si dimenava secondo il seguente ordine:

  • Devil May Cry 3
  • Devil May Cry
  • Devil May Cry 4
  • Devil May Cry 2
  • Devil May Cry 5

A questo sarebbe necessario aggiungere il manga di Devil May Cry 3, posizionato prima del capitolo videoludico e la serie animata (quella nipponica, non abbiamo ancora informazioni su quella che Netflix sta realizzando), posizionata appena dopo la fine del primo capitolo della saga.

Sperando che la situazione sia chiara, andiamo ad analizzare cosa è successo.

Il cambio di rotta in casa Devil May Cry.

devil may cry 4 special edition pc gameplay

Capcom, attraverso delle dichiarazioni all’interno del livestream ha modificato la linea temporale spostando Devil May Cry 4 all’ultima posizione, rendendo il capitolo più in la col tempo. La cosa ha un ché di strano, specie se consideriamo il finale di Devil May Cry 2.

Il secondo capitolo della saga infatti, si concludeva con la discesa di dante negli inferi e non venivano dati indizi alcuni su come sarebbe proseguita tale avventura. Con questa modifica Capcom essenzialmente rende ufficiale la sopravvivenza (e che sopravvivenza!) del nostro cacciatore di demoni nella tana del nemico, vista la sua presenza in Devil May Cry 4 .

Devil May Cry 5, sembra essere posteriore anche al quarto capitolo della saga vista l’anziana età del protagonista dallo spolverino rosso; prima di sbilanciarci ulteriormente preferiamo aspettare la release ufficiale del gioco in ogni caso.

  • Devil May Cry 3
  • Devil May Cry
  • Devil May Cry 2
  • Devil May Cry 4
  • Devil May Cry 5

Il tutto con buona pace del finale di Devil May Cry 2.

Mentre parliamo però i server di Capcom si stanno preparando all’arrivo della demo di Devil May Cry 5, in uscita il 6 Febbraio 2019 Su Playstation 4, Xbox One e PC. Il titolo finale si presume avrà una durata complessiva di circa quindici ore.

C’è grande attesa per quanto riguarda tutti i dettagli che girano intorno al novello comparto multiplayer che verrà introdotto all’interno della saga, con tanto di possibilità di scelta tra offline e online.

Per sapere di più su cosa conterrà la demo di Devil May Cry 5 continuate a seguirci su Player.it; se invece non avete molta voglia di aspettare potete recuperare l’hd collection che contiene i primi tre capitoli della saga, noi li abbiamo provati e ci abbiamo scritto una recensione!

Devil May Cry 5, sviluppato da Capcom questa volta, è previsto per Playstation 4, Xbox One e PC per l’otto marzo 2019.

5/5 (2)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!