Il Giappone amerà Assassin’s Creed Odyssey secondo Ubisoft

Assassin's Creed Odyssey

La saga di Assassin’s Creed come moltissime saghe prettamente occidentali ha sempre avuto un rapporto di amore e odio con il paese del sol levante, a causa dei gusti particolari del pubblico nipponico.

Questa volta però, secondo Ubisoft, sarà tutto diverso; stavolta il pubblico giapponese apprezzerà Assassin’s Creed Odyssey che finirà per diventare il capitolo di maggior successo della serie all’interno del mercato asiatico.

Vediamo insieme il perché di questa convinzione.

Ubisoft crede in Assasin’s Creed Odyssey

assassin's creed odyssey e3 2018 ubsoft

L’azienda francese, nello stato attuale delle cose, sta spingendo tantissimo il suo titolo nel mercato giapponese attraverso una campagna pubblicitaria molto più forte ed espansa di quelle solitamente attuate nel mercato nipponico.

Le iniziative promozionati realizzate per il lancio del titolo sono state varie e di sicuro impatto: Ubisoft ha aperto un locale a tema all’interno di Tokyo, coronando il tutto con un sacco di idol chiamati per l’occasione ed ha cercato di puntare su quei fattori in grado di fare presa sul pubblico nipponico più intransigente.

Secondo Steve Miller, general manager per Ubisoft Asia, Assassin’s Creed Odyssey avrà dei risultati positivi inaspettati.

“Il presupposto da cui partiamo è il seguente: in Giappone la saga di Assassin’s creed ha uno zocco duro di utenti, una fanbase già esistente che è possibile capitalizzare. La saga è una delle serie occidentali di maggior successo; merito delle ambientazioni storiche, dei costumi, delle costruzioni dettagliate. A questo dobbiamo aggiungere anche una localizzazione completa nella versione giapponese del titolo e la possibilità di utilizzare un’ eroina all’interno del titolo invece del solito protagonista maschile; se a questo aggiungiamo una struttura di gioco ibridata con il gioco di ruolo allora comprendiamo che il titolo ha delle chiare possibilità di successo, gli RPG in Giappone sono davvero molto apprezzati.”

A tutto questo andrà poi aggiunto lo sforzo che Ubisoft sta facendo nel corso degli ultimi anni per migliorare la sua posizione all’interno del mercato nipponico, con cambiamenti e investimenti fatti atti a migliorare la comunicazione del proprio brand nel paese del sol levante.

Assassin’s Creed Odyssey è previsto per Playstation 4, Xbox One e PC per il 5 Ottobre 2018. Abbiamo già avuto modo di conoscere alcune cose del titolo, come ad esempio il contenuto nei DLC gratuiti (e non) che andranno a caratterizzare la produzione nel corso dei prossimi mesi di vita del brand.

Se avete già voglia di puntare al platino potete aprire la nostra guida ai trofei e inserirla tra i preferiti in modo da essere i primi a poter avere una linea d’azione da seguire per ottenere il tanto agognato premio.

Se invece siete quel tipo di giocatori più interessati a giocare dovunque non disperate: Assassin’s Creed Odyssey è stato annunciato anche per Nintendo Switch anche se funzionerà unicamente grazie alle potenzialità date dal cloud computing; al momento non abbiamo date per questa release ma continuate a seguirci per non avere dubbi sull’essere i primi a a scoprirlo. Per tutti gli altri, beh, c’è il gioco da tavolo per poter insaporire le vostre serate in compagnia.

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Fortnite Stagione 6

Guida Fortnite – ecco le sfide della settimana 1 della Stagione 6

Fortnite Stagione 6

Guida Fortnite – guida alle sfide “Manny” e “Calamity”