L’arrivo della quinta stagione di Fortnite, avvenuto lo scorso 12 Luglio, è stato come sempre un evento transmediatico di notevole portata ed è a maggior ragione uno degli eventi più importanti di questa estate 2018, piuttosto scevra di eventi e rivelazioni.

Fortnite akamai

A ri-sottolineare il successo della stagione ci ha pensato Akamai, piattaforma americana impegnata nella distribuzioni di contenuti attraverso il web, che ha dichiarato di aver registrato un traffico da record sul proprio apparato cloud in corrispondenza del battesimo del fuoco della nuova stagione del titolo made in Epic Games.

Vediamo insieme cosa è successo.

Fortnite continua a segnare nuovi record.

Akamai ha pubblicato il suo pensiero sulla questione con un comunicato stampa tirando fuori i numeri dietro questo incredibile record.

La piattaforma Cloud più estesa e con il maggior grado di sicurezza al mondo, Akamai Technologies, ha registrato un record di traffico nuovo di zecca per un singolo videogioco sul proprio network. Questo record presenta un picco di 37 Tbps (Terabit per secondo) di dati scambiati tra tutte le varie piattaforme di Fortnite, siano essere legate alle console o al mondo mobile.

Questo grande record è stato segnato dal titolo di Epic Games giovedì 12 Luglio, in concomitanza con il lancio della tanto attesa Stagione 5. Se proviamo a mettere tale dato in relazione con qualcosa di più umanamente conosciuto possiamo dire che è possibile raggiungere tale livello di traffico scaricando un piccolo gioco per cellulare 2.8 milioni di volte in un singolo minuto.

Questo record dimostra l’incredibile successo del videogioco di Epic Games e la dimostrazione che il grande impegno tecnologico profuso da Akamai Technoologies nella realizzazione di una piattaforma in grado di resistere e funzionare correttamente con tali livelli di utenza e di utilizzo. 

Il successo inarrestabile del titolo Epic Games parte molto prima della quinta stagione.

Fortnite non è nuovo a scrivere in qualche modo la storia dei videogiochi attraverso record e grandi risultati: nel corso della sua vita ha coinvolto attorno a se personaggi come Drake, ha raggruppato oltre 600.000 spettatori in contemporanea su Twitch ed è addirittura diventato oggetto di valutazione per il rilascio di borse di studio in alcune università americane.

Questo nuovo record era prevedibile, considerata l’incredibile campagna di hype che Epic Games ha realizzato con un evento in-game sviluppatosi poi in una strana e divertentissima campagna ARG realizzata per le vie di tutto il mondo.

37 Terabit per secondo sono 37 milioni di miliardi di bit scambiati nel corso di un singolo secondo in un infrastruttura che deve coprire un sacco di console diverse.
Per raggiungere tale obbiettivo Fortnite si è dovuto avvalere del suo immenso bacino di utenza, capace di prendere davvero un po’ tutti tra fasce di età e tipologie di console.

Se il titolo continua ad avere il successo progressivo che ha ora probabilmente torneremo a parlare di record made in Fortnite con l’arrivo della Stagione 6, fra dieci/nove settimane di tempo.

Nel frattempo, mentre aspettate il prossimo comunicato di Akamai, potete darvi da fare con le sfide che Epic Games ha preparato per tutti gli utenti leggendo la guida che abbiamo creato.

Fortnite

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!