HOME » news

Fortnite: Ninja e Drake visti da oltre 600.000 persone su Twitch

fortnite ninja record
Un record tanto clamoroso quanto inaspettato.

Il mondo degli streamer, si sa, è sempre pronto a stupirci con i suoi numeri sempre più impressionanti. Quanto accaduto a Ninja, però, ha del clamoroso. A meno che non abbiate vissuto in una caverna nelle ultime settimane, non potrete non aver sentito parlare di questo giovane giocatore che, in pochissimo tempo, è diventato uno degli streamer più seguiti di Twitch, tanto da poter vantare tra i propri follower anche un pezzo da novanta come il rapper Drake. Ebbene, sembra proprio che i due, nella giornata di ieri, abbiano “unito le forze” giocando a Fortnite, e riuscendo a portare su Twitch un pubblico di oltre 600.000 spettatori simultanei, un vero e proprio record per la celebre piattaforma di streaming.

La rapidissima ascesa di Ninja su Twitch

[amazon_link asins=’B072R356TW,B0799HDWZK,B079DWKYSD,B076ZN1K5G’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’a6bfb119-2852-11e8-a596-8de8348fec51′]

Con buona probabilità, lo stesso Tyler “Ninja” Blevins non aveva la minima idea di quanto rapida sarebbe stata la sua ascesa nel panorama degli streamer. Se non credete alle nostre parole, vi basterà dare un rapido sguardo alla diretta in cui il ragazzo raggiunge il traguardo dei 100.000 iscritti al suo canale, festeggiato da un urlo a squarciagola. D’altra parte, però, lo streamer aveva tutto il diritto di essere entusiasta: giusto la settimana prima, aveva raccolto ben 50.000 iscritti, segnando un record assoluto su Twitch. All’apparenza, sembrava impossibile raddoppiare questa cifra enorme in appena 7 giorni. Ebbene, sembra proprio che i record esistano solo per essere infranti. Ninja è ora arrivato a quota 130.000 iscritti, e il dato è destinato a salire ancora.

Con questi numeri, si è stimato che, solo per questo mese, il ragazzo otterrà circa $350.000 di ricavi da Twitch, destinati a diventare milioni entro la fine dell’anno, considerando gli sponsor che faranno a cazzotti per assicurarselo come testimonial. Nessun altro streamer ha ottenuto un successo nemmeno lontanamente paragonabile a quello di Ninja, che è seguito anche da una star della musica rap come Drake. Ieri sera, i due hanno deciso di infrangere una altro record della piattaforma di streaming per eccellenza, dandosi appuntamento su Fortnite e riuscendo a far incollare allo schermo più di 600.000 spettatori contemporaneamente. Nonostante i due abbiano inizialmente avuto qualche leggere problema di comunicazione e fossero separati dalla piattaforma usata per giocare (Drake su PS4 e Ninja su PC), sono riusciti a catalizzare l’attenzione di tantissimi fan.

Ninja e Drake: numeri da capogiro

In pochissimo tempo, il counter di Twitch è andato in tilt. Il numero di spettatori è balzato dai 200.000 iniziali a 400.000 solo dopo la prima mezz’ora. Aggiungeteci il fatto che Drake, poco dopo, abbia tweettato  ai suoi oltre 36 milioni di follower della partita a Fortnite in corso, e potete capire quante persone si siano fiondate su Twitch. Tuttavia, nel corso dell’incontro non si è solo sparato. Ninja ha chiesto a Drake da quanto tempo si divertisse a giocare a Fortnite, ed il rapper ha risposto che la sua passione di giocatore è nata non più di uno o due mesi fa. La sua attività di artista, infatti, alterna cicli di registrazione molto intensi (anche 15/20 ore al giorno) e momenti di inattività, in cui lui ama svagarsi giocando ai videogame.

Lo streaming del match di Fortnite ha infranto il precedente record di 388.000 spettatori simultanei, registrato giusto il mese scorso. Se a tutto questo aggiungessimo che alla partita si sono aggiunti giocatori del calibro di Kim Dotcom, fondatore di Megaupload, il rapper Travis Scott ed il giocatore di football Juju Smith-Schuster, possiamo facilmente comprendere quanto l’evento di ieri sia stato più unico che raro.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

 

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

italian videogame awards

Italian Videogame Awards: tutti i premi assegnati

Logitech G: Speaker per PC Gaming e la Tastiera Meccanica con Lightsync