God of War: un trailer per approfondire Atreus

god of war atreus
Non dimenticatevi mai dell'aiuto di Atreus.

Nel 2018 si celebrerà l’attesissimo ritorno di God of War. Sono in tanti ad attendere la nuova avventura di Kratos, alle prese con il pantheon norreno, in uno scenario molto diverso da quello dell’Antica Grecia. La vera novità di questa ultima fatica di Santa Monica Studio è rappresentata dalla figura di Atreus, il figlio dell’ex fantasma di Sparta. Il giovane, infatti, non sarà una semplice comparsa, ma aiuterà non poco il suo valoroso padre nel corso della loro avventura. Proprio per questa ragione, poche ore fa, Sony ha pubblicato un nuovo trailer, che ci fa conoscere meglio il giovane ed intrepido Atreus.

God of War: quale sarà il ruolo del figlio di Kratos?

Nel corso di questi mesi, abbiamo avuto non poche informazioni riguardanti God of War. In prima battuta, dopo la presentazione ufficiale avvenuta nel corso dell’E3 2017, gli sviluppatori hanno affermato che conosceremo un Kratos molto più umano, senza la sete di vendetta che lo aveva contraddistinto nella precedente trilogia. Insomma, il fantasma di Sparta sarà molto più interessante come personaggio. Per quanto visto nei vari trailer diffusi, è comprensibile che il nuovo God of War vada a sfruttare al 100% la tecnologia esistente, per mantenere l’alto dettaglio grafico mostrato. Il gioco, stando alle parole del suo director, Cory Barlog, avrà una durata complessiva che si attesterà sulle 25/35 ore di gioco, e sarà incentrato più sull’avventura che non sull’azione. Ma passiamo ad analizzare la figura di Atreus.

god of war 4
Questa nuova avventura sarà molto diversa dalle precedenti.

Ci è stato già detto che il giovane figlio di Kratos avrà un ruolo non da poco all’interno del gameplay di God of War. In alcuni casi, la sua azione potrebbe addirittura rivelarsi determinante. Tuttavia, se dell’ex fantasma di Sparta conosciamo molto, non altrettanto possiamo dire di suo figlio. Proprio per questa ragione, il trailer “A Call from the Wilds“, ci mostra qualcosa in più degli “ardenti spiriti” che sembrano ribollire anche in Atreus. Nonostante una vita tranquilla, il giovane sembra avvertire una voce che lo spinge ad andare all’avventura ed a mettersi alla prova. Sarà proprio questa voce a farlo imbattere in un Draugr, una delle creature più spietate e letali della mitologia norrena. Oltre a questi elementi di background, nel trailer ci vengono mostrati degli artwork di gioco mai svelati prima, nonché delle fedeli e stupefacenti riproduzione dei alcuni oggetti di gioco, posizionati in delle teche quasi come se ci si trovasse in un museo.

God of War: un piccolo approfondimento sulle armi di gioco

Oltre a mostrarci alcune particolari abilità di Atreus, Sony rivela anche diverse caratteristiche delle principali armi del gioco. Nella prima clip ci viene descritta l’Ascia del Leviatano, forgiata dai due mastri nani Brokkr e Sindri, di cui abbiamo fatto conoscenza in occasione della fiera di Los Angeles.

Non tutte le armi nascono in una forgia. È proprio il caso dell’arco di Atreus, la cui precisione sarà spesso determinante nei combattimenti.

In ultimo, ma non per importanza, troviamo lo scudo che sarà imbracciato sempre dal giovane Atreus. Nonostante non siano stati svelati molti dettagli, lo scudo in questione è un equipaggiamento di fine fattura, quasi unico nel suo genere.

god of war nuovo gioco
Un rapporto padre-figlio come raramente ne abbiamo visti.

Nonostante un recente leak avesse collocato la release date di God of War in occasione del prossimo 22 Marzo 2018, Cory Barlog non ha confermato questo rumour. Proprio per questa ragione, non sappiamo ancora quando verrà rilasciato il gioco.

Ricordiamo ai nostri lettori che God of War uscirà nell’arco del 2018 in esclusiva per Playstation 4.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Dragon Ball FighterZ: immagini ufficiali per Beerus, Hit e Black Goku

mega man 11

Capcom spiega la lunga pausa prima di Mega Man 11