Siamo quasi a metà agosto, ciò significa che la maggior parte di noi può finalmente godersi le tanto attese (anche più di Death Stranding e Cyberpunk) ferie ed è pronta ad organizzarsi per il pranzo di Ferragosto con amici e parenti.

L’unica cosa che davvero ci tormenta è questo caldo maledetto, soprattutto se vi trovate, come me, in località marittime. La soluzione: barricarsi in casa con i ventilatori o i condizionatori e giocare a titoli a tema invernale. Per questo, oggi voglio proporvi 7 videogiochi che vi faranno dimenticare questa afa infernale!

Crash Bandicoot 2: Il ritorno di Cortex (I livelli sulla neve)

Il primo titolo non può che essere un classico: sto parlando di Crash Bandicoot 2: Il ritorno di Cortex per PlayStation e, in particolare, i suoi livelli ambientati sulle montagne dell’isola N. Sanity, adesso innevate per l’arrivo dell’inverno. Con questo nuovo clima sono arrivati tanti nuovi nemici come pinguini, foche e porcospini, non proprio caratteristici della località dato che le l’isola si trova vicino all’Australia. Tuttavia si tratta sempre di un videogioco, no?

crash-bandicoot-2-livello-sulla-neve
Le superfici ghiacciate sono davvero odiose. Quante volte abbiamo provato a raccogliere tutte le casse ma finivate per fare avanti e indietro per la sezione di livello che vedete in questa immagine? Non ditemi che non è successo anche a voi perché so che non è vero!

Snow Go, Bear It, Snow Biz e Snow Down sono solo alcuni dei livelli con un setting innevato di questo magnifico platform. Alcuni di essi li affronteremo addirittura cavalcando il simpatico orso polare “Polar” (quale fantasia nei nomi, Naugthy Dog!). Ovviamente potete rivivere questa esperienza anche nella recente raccolta N. Sane Trilogy in qualità HD!

 

Metal Gear Solid (Shadow Moses)

Rimaniamo in tema prima PlayStation con un altro titolo: Metal Gear Solid. Il soldato Solid Snake viene inviato in missione nell’arcipelago (fittizio) di Shadow Moses, in Alaska per neutralizzare una minaccia terroristica capitanata dal fratello gemello Liquid Snake. Egli intende attivare l’ultimo modello di Metal Gear, il Rex, come arma di deterrenza allo scopo di ottenere i resti di Big Boss dagli Stati Uniti.

shadow-moses-metal-gear-solid-1
Dite quello che volete, ma per noi rimane la migliore ambientazione della saga.

Gli ambienti esterni della mappa di gioco sono coperti dalla gelida neve. Uno scenario perfetto per lo stealth ma anche per le lunghissime bossfight. Il vento, il suono dei passi sulla neve e l’ottima colonna sonora trasmettono, nonostante gli anni, un’immedesimazione senza pari. Chiunque dovrebbe provare almeno una volta questo titolo. Soprattutto in piena estate, è un toccasana.

Nel caso in cui la Shadow Moses poligonale del primo capitolo non vi basti, potete tornare a visitarla nella sua versione in “alta definizione” in una missione di Metal Gear Solid 4 oppure potete giocarvi il remake, a nostro avviso non all’altezza dell’originale, Metal Gear Solid: Twin Snakes.

La saga di SSX

Cosa c’è di meglio di una bella discesa in snowboard (o in sci nei titoli successivi) in uno dei capitoli di SSX. In questi titoli possiamo scegliere differenti snowboarder, ognuno con le sue abilità, e affrontare piste piene di ostacoli e trampolini. Fra slalom, salti e acrobazie folli (e molto spesso anche poco realistiche).

ssx-acrobazia
SSX sarà anche spettacolare da vedere, ma le acrobazie sono alquanto irrealistiche. Questo ovviamente, non è una critica, anzi, forse è il punto forte del titolo.

Niente è appagante come una bella pista innevata percorsa con un’ottima colonna sonora. Nei vari SSX troviamo infatti, tra gli altri, brani degli Iron Maiden e degli Avenged Sevenfold.
Oltre alle solite gare arcade, potremo affrontare anche la modalità carriera per sbloccare nuove skin, sci e snowboard. Tra i vari capitoli, vi sconsigliamo di giocare il primo, ancora troppo acerbo. Recuperate invece SSX Tricky, SSX 3 e SSX On Tour, tutti ottimi giochi che mandano a quel paese il realismo per un divertimento arcade di grandissima qualità.Divertentissimi soprattutto da giocare a schermo condiviso con gli amici.

Steep (Alpi e Alaska)

Diamo spazio agli sport estremi: in Steep di Ubisoft, oltre allo sci, allo snowboard e allo slittino possiamo affrontare voli in tuta alare, il parapendio, il base jumping, il rocket wing e lo speed riding per un totale di otto attività a tema invernale.

Il gioco, a differenza di titoli classici come i già citati SSX, si svolge in aree aperte in due differenti location: le Alpi e l’Alaska. A queste si aggiungono la Corea del Sud e il Giappone con l’espansione Steep: Road to the Olympics. Potremo scegliere di catapultarci in qualsiasi punto della mappa per iniziare un’attività.

Steep-sciatori
Steep, rispetto a SSX propone un’alternativa più realistica, ma non meno divertente.

Il titolo basa il suo core sulle funzionalità di multigiocatore online e condivisione delle clip video. I giocatori sono infatti dotati di vere e proprie telecamere GoPro con cui registrare le migliori performance.

Fade to Silence

Cambiamo completamente contesto con Fade to Silence, un survival ambientato in un gelido mondo post apocalittico. Il protagonista, Ash, si risveglia dal sonno guidato da una misteriosa voce, un demone, che sembra essere legato in qualche modo con il flagello che ha mutato il mondo.

fade-to-silence-slitta
Sarà anche un titolo AA, ma vi assicuro che Fade To Silence vi regalerà ore di divertimento, anche in coop con gli amici.

Questo morbo tentacolare ha corrotto la maggior parte delle forme di vita trasformandole in creature minacciose. Il nostro compito sarà combatterlo, ma non sarà l’unica insidia: il nemico più grande sarà proprio il freddo. Ed è qui che entra il gioco la meccanica survival: dovremo trovare cibo, materiali e fonti di calore per riparare noi stessi e i superstiti dal gelo delle continue bufere. Un gioco che sicuramente ci farà dimenticare del caldo incessante di questi giorni.

Frostpunk (sopravvivere in un’era glaciale)

Abbandoniamo il contesto action, ma non survival con questo interessante city builder a tema steampunk di nome Frostpunk, dagli autori di This War of Mine, è ambientato in una linea temporale parallela nella quale, nel 1883, è avvenuta una violenta eruzione del vulcano Krakatoa. Tale fenomeno ha oscurato il cielo dell’intero globo causando l’arrivo di un’era glaciale.

frostpunk-distretti
Buonasera, vorrei un ghiacciolo gusto Sim City.

Il gioco segue differenti scenari nei quali gruppi di sopravvissuti si organizzano in piccole comunità alla perenne ricerca di cibo e materiali. Nel ruolo di sindaco\governatore dovremo aiutarli a sopravvivere ricorrendo molto spesso anche a regole rigide o costringendoli a lavorare addirittura per giorni interi. Dovremo gestire il malcontento e garantire la speranza tra epidemie, sovrappopolazione e, ovviamente, vedercela anche con l’incessante freddo. Un gioco che consigliamo a tutti gli appassionati di gestionali.

Fahrenheit (New York innevata)

Per concludere non possiamo non citare l’avventura grafica di Quantic Dream (gli autori di Detroit: Become Human, Heavy Rain e Beyond: Due Anime.

Il setting è una New York del 2009 sommersa dalla neve. Uno dei protagonisti del gioco, Lucas, si risveglia nei bagni di una tavola calda scoprendo di aver appena ucciso un uomo.
Nei sue panni dovremo fuggire dagli ispettori di polizia Tyler Miles e Carla Valenti, gli altri due protagonisti.

fahrenheit--parco-innevato
Non lasciatevi ingannare dall’età. Questo gioco merita di essere recuperato.

Il gioco alterna meccaniche esplorative a quick time event e ci pone di fronte a delle scelte che ci porteranno fino a tre finali differenti. Consigliamo Fahrenheit nonostante la sua età per le ottime atmosfere e la storia, davvero godibile. Abbiamo approfondito le vicende di questo gioco in uno speciale retrogaming che trovate cliccando qui.

Altri titoli con livelli “freschi”

Oltre a questi sette titoli, non possiamo non menzionarne alcuni che presentano solamente piccole parti di gioco ambientate sulla neve. Un esempio sono i titoli di Naughty Dog della scorsa generazione Uncharted 2 che ci porta sulle gelide montagne del Nepal e The Last of Us il cui capitolo ambientato durante l’inverno ci regala spettacolari momenti di storia e gameplay.

C’è poi il setting di Max Payne, che come Fahrenheit è ambientato in una New York invernale così come il primo capitolo di Mafia 2.
Per quanto riguarda il panorama indie non possiamo non menzionare Celeste, interamente ambientato in una montagna e la città di Snowdin di Undertale, caratterizzata da un nostalgico clima natalizio.

Ovviamente si tratta solo di alcune delle tante location a tema invernale che il mondo videoludico ci propone. Speriamo che la lettura di questo articolo sia riuscita a distrarvi un po’ dall asfissiante caldo di questi giorni.

>> Leggi anche: 5 videogiochi mobile per ammirare il paesaggio e smaltire i chili

 

 

 

 

3.67/5 (3)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!