Mad World


Recensione di Guybrush 89

Il mondo non è solo bianco o nero ma anche rosso…rosso sangue…

mad-world-packTorno a casa e accendo la TV…non vedo l’ora vedere il risultato del mio lavoro… sono il campione di Death Watch, il reality show più pazzo e sadico mai creato, dove la gente si uccide in diretta per un unico dio : il denaro
Mentre la pubblicità scorre a fiumi, osservo i miei utensili da lavoro sporchi del sangue di decine di persone e…sorrido…per tutti i soldi che mi hanno fatto guadagnare ma più che altro per il gusto che trovo nel veder morire la gente, le grida di pietà, i loro stupidi pianti, e quegli sguardi così impauriti…mi fanno letteralmente impazzire di gioia…<< Salve affezionati bastardi e Bentornati a Death Watch, il reality show dove vale una sola regola; uccidere o crepare a voi la scelta! Passiamo ora alla classifica del giorno >> finalmente il momento che aspettavo, come sempre il mio nome svetterà in cima alla classifica << Incredibile signori, oggi in città è arrivato un tizio che ha scalato subito la classifica spodestando anche il campione in carica da mesi…>> Non è possibile…<< Maledizione! Chi diavolo è quel tizio? >>  Non avrei mai immaginato che la risposta sarebbe arrivata così presto e soprattutto dalle mie spalle…<< Piacere, mi chiamo Jack! >>
Questa è l’ultima frase che ho sentito, prima che la sua motosega, salendo dalle parti basse, mi segasse in 2…
Ora tutto quello che resta di me non è altro che l’ennesimo schizzo di sangue su un muro di questa maledetta città…
Benvenuti a Varrigan City…preparatevi ad entrare in Mad world!
Questo  il titolo, dell’ultimo lavoro di Platinum Games, gruppo nato dalle ceneri dei Clover Studios che ci hanno regalato capolavori come Viewtiful Joe e Okami.
Gli sviluppatori, con questo titolo esclusiva Wii, trasportano il giocatore in un mondo stiloso, dove sfogarsi sarà veramente un piacere.

Reality Show:

Un gruppo terroristico, che si fa chiamare The Organizers, si è insediato a Varrigan City prendendo possesso di diversi quartieri della città, dove gli abitanti vengono costretti ad uccidersi tra loro per denaro. Il sadismo e la violenza, ha esaltato i terroristi a tal punto da rendere questo massacro un Reality Show chiamato Death Watch: le Jefferson Island, isole nelle quali è situata appunto Varrigan City, sono state circondate da altissime mura e trasformate nel più grande e mastodontico set televisivo mai visto.
In questa follia di sangue e distruzione impersonerete un energumeno, con sigaro fumante sempre acceso e motosega incorporata, di nome Jack, che lavorando per il produttore Agent XIII, scala la classifica delle star del programma, per arrivare ad essere il numero 1 in assoluto. Anche se la trama risulta essere banale, donerà al gioco una struttura creativa e coinvolgente che vi porterà a annientare qualsiasi altro concorrente vi si pari davanti, arrivando a combattere in fine le altre star del programma. La storia del gioco è narrata da brevi cut-scene e immagini che si sovrappongono, svelando pian piano la verità che si cela dietro il massacro televisivo e i dettagli sul passato del protagonista. La violenza di questo titolo, in stile Manhunt, non è certo un classico dei giochi nintendo, ma farà felice diversi fan, appassionati di questo genere di giochi.

Bianco,Nero e tanto tanto Rosso:

L’impatto grafico del gioco è sicuramente da lodare in quanto gli sviluppatori hanno scelto una grafica Cell-Shading in bianco e nero. L’influenza dei vecchi titoli come Okami e Viewtiful Joe si nota, soprattutto, nella realizzazione dei personaggi e nella stiloseria con cui il gioco è realizzato. Ma non si vive di bianco e nero, infatti, l’unico altro colore che scorrerà a fiumi sui vostri televisori sarà il rosso del sangue di ogni colpo che Jack metterà a segno. Disponendo di una grande varietà di attacchi ed armi molto contundenti, il protagonista potrà far schizzare i pezzi degli avversari con un dettaglio grafico che, magari non arriva ad alti livelli, ma sa descrivere perfettamente la crudità della scena con cervella spappolate e schizzi di sangue che creano un contrasto eccelso con quel mondo bianco e nero. La scelta stilistica di questo tipo di grafica in cui far risaltare pochi colori, adottando un po’ il genere di Sin City,  risulta quindi sposarsi perfettamente con il massacro che il gioco propone.


mad-world-1-wii_008_1
Pioggia di sangue in arrivo

Le animazioni del protagonista sono, anche se del tutto irreali, fluide e visivamente esaltanti: si potrà infatti impalare i nemici, strozzarli, accoltellarli, segarli in 2, prenderli a pugni, staccare loro le teste, ridurli in poltiglia ecc.
Giocando a Madworld vi sembrerà di guardare uno dei più bei fumetti mai disegnati, in cui il bianco, il nero e il rosso, riescono a donare uno spettacolo visivo così intenso, che con una tavolozza dei più svariati colori non sarebbe riuscito.

Sega, strappa, impala… :

Divertente e spregiudicato sono senz’altro due aggettivi che vanno di pari passo con il gameplay del titolo. Il protagonista sarà dotato di ogni sorta di armi per far fuori i suoi avversari. Oltre alla motosega, legata al braccio di Jack, potremo usare tutti gli oggetti sparsi per gli studi televisivi: copertoni, cassonetti, coltelli, armi da fuoco di ogni tipo, freccette, candelabri, pezzi di scenografie, segnali stradali, telecamere, addirittura il ciak del regista, e poi ancora lampioni ed oggetti tipici di ogni scenario, infatti il gioco sarà suddiviso in 5 capitoli ognuno diviso a sua volta in 3 grandi arene con relativi boss.
Trovandoci in set televisivi, i capitoli del gioco saranno a tema di molti film: ad esempio ci troveremo ad affettare samurai per poi affrontare una sexy ninja con ventagli molto affilati, oppure girovagheremo per vecchie catacombe affrontando mummie e lupi mannari. L’ironia tipica degli sviluppatori, che già accompagnava Viewtiful Joe, è stata trasferita anche in questo nuovo titolo rendendolo molto divertente.
I nemici varieranno, dal grassone corazzato, all’uomo con la maschera da alce e le unghie affilate, il lottatore di wrestling, l’affascinante bomba sexy realmente esplosiva ma non avrete mai grossi problemi ad abbatterli. La difficoltà del gioco pur non essendo molto elevata, garantisce un sane dosi di divertimento in ogni situazione.
Una delle variabili fondamentali di Madworld è il tempo: dovremo infatti, in ogni arena, raggiungere un determinato numero di punti per poter affrontare il boss di turno, e il tutto prima che scadano i 30 minuti di tempo a disposizione. Nel caso non dovessimo riuscirci, il giocatore andrà incontro al termine della partita.
Per fare i punti, ci vuole stile, e per fare stile ci vuole un overdose di distruzione e sadismo in ogni uccisione: Partendo dal presupposto che ogni cosa è utilizzabile per uccidere e distruggere potremo intrappolare in fila gli avversari con i copertoni e poi impalarli tutti e tre insieme, oppure, legare il nemico con una corda, segargli la testa e utilizzarla per pestare i suoi compari. Massacrare i nemici con le armi non sarà l’unica cosa possibile: in ogni arena si potranno attirare gli avversari in delle trappole, come rulli compressori o trita rifiuti giganti.

trappola
Chissà come è finito lì dentro?

Avremo inoltre, la possibilità di guidare una moto con la quale sgommare sui corpi storditi dei nostri nemici.
Più il massacro sarà vario, più guadagneremo punti che ci porteranno a sbloccare nuove trappole, armi usa e getta e ad affrontare il boss di fine capitolo. Gli scontri con i boss sono sempre spettacolari e sanguinolenti ma poco impegnativi e molto brevi. Purtroppo il gioco, oltre al massacrare i nemici in ogni modo ed esplorare i livelli in cerca di vite extra, non offre molti altri spunti ne innovazioni, sicuramente un sistema di potenziamento delle armi ed evoluzioni del protagonista avrebbero di sicuro giovato a questo titolo.
Un difetto molto fastidioso del gioco, stà nella gestione delle telecamere, che diverse volte ci ostacoleranno durante i combattimenti.
Ogni smembramento sarà commentato dagli sboccati commentatori della CCTV, e sarà applaudito dagli spettatori che dovrete mandare in delirio con le uccisioni più svariate ( vi ricordate Shadow of Rome? ).
La giocabilità è  resa ottima da un sistema di movimento all’apparenza difficile, ma molto semplice nella sua applicazione. Con il tasto A potrete  infatti, effettuare prese su vari avversari, e affrontare le sequenze in quick time action. Mentre, per quanto riguarda le azioni come segare, strappare e via dicendo, basterà mimare l’azione con il telecomando Wii per far si che il protagonista esegua truculente uccisioni.
La possibilità che ogni mossa del vostro braccio dia il via ad una nuova sequenza distruttiva vi porterà a sperimentare tutte le possibili combinazioni di attacco.
Accumulare punti con le uccisioni più assurde, porterà anche a sbloccare dei minigiochi che arricchiscono l’avventura con qualche scenetta molto divertente.
Il tiro a segno umano, sarà uno dei minigiochi che sbloccherete per primo, e consisterà appunto, nel lanciare con violenza i nemici verso un tiro a segno gigante che vi aiuterà ad incrementare il punteggio ottenuto.


mini-games
ce-nto ce-nto ce-nto!

Il titolo, pur facendo sfogare il giocatore in quasi ogni modo possibile, risulta poco innovativo e molto corto. Non sono nemmeno 5 ore di gioco totali.
Anche sul fattore rigiocabilità Madworld perde molto in quanto oltre alla storia e al versus offline in cui affrontare i propri amici, non presenta altri extra o modalità aggiuntive. Una volta terminato il gioco si può però, affrontare l’avventura a livello di difficoltà Hard, in cui inizierete con 0 vite, e che vi terrà occupati per diverso tempo.
L’inserimento di una modalità online nella quale smembrare avversari da tutto il mondo, sarebbe stata un’idea molto gradita.
Accompagnano le folli scenografie e i sanguinosi combattimenti, musiche metal azzeccatissime che danno alla sega elettrica la voce di un cantante rock e ad ogni colpo un assolo di chitarra fenomenale. Peccato che ogni tanto i commentatori parlino sopra i protagonisti e durante gli assoli di chitarra impedendo la comprensione del parlato. Concludendo il gioco è divertente e scorre via fluido, regalando una nuova esperienza ai possessori della console nintendo.

Punteggio ottenuto:

Musiche: 80 –  Azzeccate e in linea con questo genere di gioco. 
Grafica:  92– Un fumetto interattivo, violento e dai colori espressivi.
Giocabilità: 85 – Decapitazioni, combo distruttive, impalamenti wow…ma a lungo andare noiosi.
Longevità: 65– Veramente corto, circa 5 ore di gioco. Spoglio di modalità ed extra

Voto Finale: 80/100 – Madworld riesce a catturare il giocatore con il suo stile fumettoso e violento, riuscendo nell’intento di divertire in un contesto molto duro. La varietà di uccisioni presenti riesce ad appassionare fino in fondo, peccato che non vi sia molto altro da fare. Pur presentando qualche piccola pecca, il titolo è comunque un gioiellino per la console Wii, che fino ad ora non aveva visto niente di simile tra le fila dei suoi giochi. Consigliato agli amanti del genere e a chi adora sfogarsi con i videogame.


Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Punch Out: data data di uscita Wii

Resident Evil 5: guida agli emblemi