Hot Wheels Unleashed, l’arcade racing che ci voleva | Recensione PC

hot wheels unleashed copertina

Hot Wheels Unleashed è forse uno dei titoli più attesi dalla nostra redazione, non solo per la presenza di un brand che ha accompagnato l’infanzia di molti di noi ma soprattutto per la curiosità di provare un arcade racing sviluppato dai nostri connazionali della Milestone dopo anni di simulativi di guida tra Moto GP, Super Cross e Rally.

Hot Wheels Unleashed, complice un pizzico di nostalgia, avrà quindi soddisfatto le aspettative dopo un’estate ricca di trailer?

Scopritelo in questa recensione.

Una città da salvare

hot wheels unleashed derapata
Tutte le immagini che vedrete in questa recensione sono state catturate in gioco grazie alla fantastica modalità foto.

La modalità giocatore singolo presenta una valida alternativa alla tipica carriera: una città messa sotto scacco da 5 boss dove solo gareggiando è possibile sconfiggerli.

La città però è in realtà il tipico tappeto con le strade che usciva dal Super Pasqualone Boys sulla quale si sviluppa un’intricata rete di sfide e segreti. Le modalità di gioco proposte sono principalmente tre: Gara, prova a tempo e boss fight, quest’ultima è caratterizzata da una gara in cui dovremo arrivare necessariamente primi e il cui tracciato sarà disseminato di ostacoli in tema con il boss che sovrasta il traguardo.

Un esempio è il boss scorpione dove la pista presenta delle chiazze di veleno che assorbono le riserve di turbo accumulate.

Guidare in Hot Wheels Unleashed si presenta facile ed immediato con solo tre regole: accelera, derapata, sprigiona il turbo.

Nonostante lo stile di guida tipico degli arcade racing (ricorda infatti Burnout 3) ciò che davvero colpisce è la vera e propria escalation che si vive proseguendo la campagna.

Si inizia a gareggiare su tracciati semplici (a tratti banalotti e lenti, chiariamoci) e dopo pochi minuti non è raro finire a correre a testa in giù per poi eseguire un avvitamento per entrare nella bocca di un serpente a cui segue un triplo giro della morte con salto finale.

Con il proseguimento dell’esperienza non solo i tracciati si faranno più ardui e pieni di ostacoli ma l’IA finirà per incattivirsi progressivamente, alzando progressivamente l’ottimo grado sfida.

In questo gioco vince chi è il più veloce e il più abile: per questo motivo non troviamo power up alla Mario Kart; gli ostacoli, in ogni caso, non mancheranno: dirupi, ragni sputa ragnatele, raffiche di vento e salti incredibili, tutti elementi integrati perfettamente nella pista dove dovremo correre.

Altro fattore chiave per “scremare” i giocatori durante le gare è quel tocco di fisica che basta per permettere di speronare o prendere a sportellate gli avversari per farli finire fuori pista o rallentandoli creando delle vere e proprie carambole di incidenti.

Una volta stancati del single player si potranno sfidare fino a 12 giocatori online o un amico in modalità schermo condiviso.

Una collezione da urlo

Hot Wheels Unleashed è un paradiso per chi ama collezionare; questo aspetto non prevede l’esistenza soltanto di piccole automobili collezionabili ma anche di oggetti per arredare taverna o profilo.

Le diverse automobiline però non sempre vengono sbloccate secondo alcuni criteri ma dovremo ottenere delle lootbox o sparse sulla mappa o nel negozio.

Con nostra grande sorpresa (e gioia), fortunatamente, ci teniamo a dire una cosa molto interessante: non ci sono microtransazioni! Le lootboxes si acquistano attraverso a transazioni con valuta di gioco, valuta guadagnata gareggiando normalmente.

Nel negozio è presente inoltre anche una selezione giornaliera di auto in modo da poter prendere proprio il modello che manca alla vostra collezione. Se da una di questa lootbox dovesse uscirvi un doppione potrete tranquillamente venderli o smontarli per ottenere ingranaggi utili a migliorare le macchine che possedete.

hot wheels unleashed macchine
I graffi sulla carrozzeria sono un vero tocco di classe.

Esistono cinque tipi di rarità: Comune, Rara, Leggendaria, Secret e Super Treasure hunt.
Ogni auto può essere migliorata fino a raggiungere il grado di Leggendaria, cosa che però viene evitata per le auto di grado Secret e Super Treasure hunt; queste ultime dedicate ad auto speciali.

Il miglioramento della rarità dell’auto si accompagna ad un miglioramento di prestazioni. Ogni auto infatti avrà statistiche separate tra velocità, accellerazione, potere frenante e manovrabilità.

Nonostante quest’ultimo aspetto possa spaventare soprattutto in contesto online, abbiamo trovato le varie auto sono ben bilanciate tra loro, cosa che evita la creazione di grossi divari tra auto.

Per fare un esempio: automobili con alti valori di velocità ed accelerazione saranno dotate di una minore riserva di turbo e viceversa, ciò sostanzialmente equilibra le varie auto.

Avere una collezione ricca vi darà non solo accesso ad alcuni segreti della campagna ma anche di poter affrontare ogni pista con la macchinina col miglior stile di guida a seconda dei casi.

Personalizzazione estrema

Veniamo quindi al vero cavallo di battaglia di questo adrenalinico titolo: le personalizzazioni.

In Hot Wheels Unleashed non c’è un solo editor, ce ne sono tre!

Taverna

hot wheels unleashed taverna
Il nostro covo.

Il nostro ritrovo dove dare spazio alla creatività e mostrare agli altri i nostri trofei. Tutto qui può essere modificato secondo i nostri gusti dal divano ai ninnoli sulle mensole fino ai materiali di scale e pavimenti. Una volta dato il nostro tocco personale sarà lo sfondo perfetto per le nostre piste.

Livree

500 hot wheels livrea custom
“Tutti a fare i fighi sui bolidi ma beccatevi la 500 redazionale, arrrrrte povera!”

Non vi piace la verniciatura sulla vostra macchina preferita?
Createvela voi!

L’editor di livree permette di creare l’Hot Wheels dei sogni.
Si potranno scegliere infatti non solo i colori ma anche i materiali dei diversi componenti ma anche aggiungere fino a 1000 livelli di adesivi per dare vita alle vostre idee.

Piste

hot wheels unleashed pista
Potete giocare questa pista semplicemente cercando il nome e i tag.

L’editor di piste ci permette di creare un circuito partendo, come base, tra la taverna sopracitata ed i vari ambienti proposti. Addirittura, come giocatori, potremo finire per usare una stanza vuota come base per un circuito o un tracciato aperto.

I comandi di creazione, nonostante siano semplici, necessitano di un po’ di pazienza prima di essere padroneggiati. Una volta presa la mano (e soprattutto l’occhio) il processo creativo diviene quasi naturale.

La selezione di pezzi utilizzabili, per il momento, non è ampissima ma permette comunque di creare tracciati fenomenali grazie ad alcune intuzioni non da poco: pezzi magnetici che ci permettono di sfidare la gravità con curve e sezioni fuori di testa, pezzi invisibili con la quale poter creare salti, intere parti “enduro” sfruttando l’ambiente scelto (immaginate la pista che si interrompe e sfrutta il divano della taverna come ponte).

Una volta creata la pista dovrà passare un test di validazione completando un giro, prima di essere pubblicata.

Sia le piste che le livree vengono condivise con l’intera community, potrete infatti esplorare e scaricare facilmente le creazioni di altri giocatori.

In conclusione:

Hot Wheels Unleashed mantiene le promesse ed offre un arcade racing adrenalinico che fonde una buona dose di realismo a gare che sfidano le leggi della fisica buttando comunque un occhio a giochi del passato come Hot Wheels Turbo Racing. Ogni gara va giocata fino alla fine perché il risultato può cambiare fino all’ultima curva dato che difficilmente si smette di sportellare con gli avversari. Unica nota di demerito è forse la colonna sonora composta da musiche elettroniche un po’ anonime. Una grossa nota di merito va fatta invece all’ottimizzazione del gioco che nonostante sia stato recensito su un PC vecchiotto mi ha permesso di giocare con i settaggi ad ultra a 60fps senza che la mia R9 290 decollasse. Il titolo, con l’apertura del multiplayer online e l’arrivo di tantissimi DLC e contenuti gratuiti, ha davanti a se un futuro radioso e sicuramente regalerà ore di divertimento sia alle famiglie che ai giocatori più competitivi. “Pure Racing Fun” è lo slogan con cui è stato presentato il gioco e mai parole furono più adatte.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Diego Del Buono

Classe 1992 Studente di lingue cresciuto a pane e videogames, dalla Super Nintendo a tutta gamma Playstation. Nel 2007, scoperto l'online gaming con World of Warcraft, il suo interesse per il mercato videoludico è cresciuto a dismisura. Il suo sogno è di trasformare la sua passione per i videogames in un lavoro.

Proprio parlando di WoW, spesso lo troverete su Twitch con il suo canale Ilvecchiojameson.

astria ascending

Astria Ascending | Recensione (PC) | Sprite bidimensionali e combattimenti a turni

horizon forbidden west sarà entusiasmante anche su ps4

Guerrilla assicura che Horizon: Forbidden West su PS4 sarà entusiasmante come su PS5