Recensione: Monster Energy Supercross

Recensione: Monster Energy Supercross
Dopo lo strabiliante successo di MotoGP 2017, la tutta italiana Milestone ci propone un nuovo titolo dedicato al mondo dei motori passando per le fangose piste del torneo supercross.


Dopo lo strabiliante successo di MotoGP 2017, la tutta italiana Milestone ci propone un nuovo titolo dedicato al mondo dei motori passando per le fangose piste del torneo Supercross.

Il campionato AMA di Supercross è il massimo esponente dei campionati negli Stati Uniti e dopo il 2008 è stato fatto combaciare con il mondiale Supercross. Monster Energy Supercross – The Official Videogame ci farà immergere completamente nell’atmosfera competitiva del più grande torneo in giro per gli stadi americani.

Tutti in linea di partenza!

Monster Energy Supercross
La prima curva è sempre la più tosta.

Il gioco al primo avvio ci catapulta nel primo dei tanti tracciati disponibili facendoci affrontare una prima gara con giusto una piccola lista di tasti sul lato destro dello schermo. Già dalla prima curva si vive la calca e l’adrenalina tipica del mondo del Supercross accompagnata da una serie di sgomitate con conseguenti cadute, il vero tutorial consisterà in una serie di tips&tricks da leggere nell’apposita sezione. Dopo la prima gara potremo finalmente personalizzare il nostro pilota, nulla di eclatante (poche facce preimpostate) ma la possibilità di scegliere nome, altezza, nazionalità, nickname e numero aiutano sicuramente ad immergerci in questo titolo.

La modalità single player ci offre 4 modalità:

  • Evento singolo
  • Time Attack
  • Campionato
  • Carriera

Quest’ultima è forse la più interessante e completa esperienza offertaci da Monster Energy Supercross: una vera e propria scalata al successo attraverso il mondiale. In base ai nostri risultati dopo ogni gara guadagneremo crediti da spendere in accessori estetici e migliorie meccaniche per noi e la nostra moto. Le nostre gesta attireranno anche l’attenzione degli sponsor che ci daranno un target di posizioni in cui piazzarci in base al loro prestigio.

Tecniche e tecnicismi

Monster Energy Supercross
Quando le foto ti vengono meglio in game che nella realtà…

La prima cosa che salta all’occhio una volta avviato il gioco è l’intero comparto grafico migliorato grazie all’uso del nuovo motore Unreal Engine 4 che permette a Milestone di toccare nuove vette, basta guardare le immagini per capire di non trovarsi di fronte a delle fotografie ma a screenshot scattati durante il replay di una gara. La fisica gioca un ruolo fondamentale nei giochi di simulazione e Milestone non è da meno, come detto nell’introduzione sin dalla partenza ci viene trasmessa la stessa adrenalina di una vera corsa complice l’effetto blur e le ottime animazioni nelle curve e nei salti. Ogni curva ha il suo modo di essere affrontata sfruttando i diversi comandi disponibili rendendo ognuna di loro una vera sfida che può ribaltare le sorti della classifica. L’intelligenza artificiale si comporta abbastanza bene senza strafare e rimanendo quanto meno bilanciata rispetto alla difficoltà impostata, il fatto che anche loro sbaglino salti e curve cadendo rovinosamente a catena rende il tutto più realistico e meno artificioso rispetto alla mia esperienza con i titoli dedicati alla MotoGP.

Verso il mondo eSport

Monster Energy Supercross
Non sarà proprio la mia copia spiccicata ma con il casco in testa siamo tutti uguali.

Come detto all’inizio, il successo di MotoGP 2017 ha giovato non poco alla Milestone che si è vista protagonista di una prima rivoluzione in campo eSportivo col primo mondiale digitale dedicato alle due ruote portato a casa proprio da un italiano.

Monster Energy Supercross sembra raccogliere quanto seminato in porecedenza per proporre un prodotto incentrato principalmente sul multiplayer online competitivo dando la possibilità ai propri giocatori di creare lobby e tornei interni sfidandosi sui 17 tracciati americani offerti dal mondiale Supercross oppure crearne di nuovi grazie all’editor presente nel gioco.

Grazie a comandi semplici e intuitivi sarà possibile creare il nostro tracciato ideale, scegliere lo stadio in cui ambientarlo e condividerlo con gli atri giocatori in cui ci sfideremo in gare all’ultimo salto. Con questo espediente Milestone ha assicurato alla propria creatura una longevità pressoché infinita, al pari di altri racing game famosi come Trackmania.

In conclusione:

Monster Energy Supercross – The official videogame è un titolo che assolutamente non può mancare nella collezione di tutti gli appassionati dei simulatori di guida e dei racing games in generale. L’uso di un motore grafico tutto nuovo e i tanti accorgimenti per poter cavalcare l’onda del successo nel settore eSport, ne fanno un gioco fresco e divertente sia per i più grandi appassionati del mondiale di motocross che per i principianti che cercano un gioco di corse frenetico e adrenalinico ma allo stesso tempo serio e realistico. Personalmente, l’unica grande pecca che ho riscontrato è la mancanza di una modalità multigiocatore locale che, per me, è inammissibile in un gioco di corse (sarà la nostalgia degli anni ’90/2000 ma è più forte di me). Piccoli bug visivi e alcune collisioni da risistemare sono invece piccoli contro correggibili da patch che sicuramente non tarderanno ad arrivare.

[amazon_link asins=’B076F274LY’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6232d02a-1a6b-11e8-910d-87d977855798′]

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Diego Del Buono

Classe 1992 Studente di lingue cresciuto a pane e videogames, dalla Super Nintendo a tutta gamma Playstation. Nel 2007, scoperto l'online gaming con World of Warcraft, il suo interesse per il mercato videoludico è cresciuto a dismisura. Il suo sogno è di trasformare la sua passione per i videogames in un lavoro.

Proprio parlando di WoW, spesso lo troverete su Twitch con il suo canale Ilvecchiojameson.

a way out release

A Way Out è entrato in fase gold: release fissata per Marzo

cyberpunk 2077 the witcher

Cyberpunk 2077 sarà un progetto più ambizioso di The Witcher 3