Heavy Rain – Recensione PS4


Heavy Rain, ha segnato la storia dei videogiochi e consacrato la figura di David Cage con Quantic Dream, in quella ricerca spasmodica di coniugare il mondo videoludico con quello cinematografico. A distanza di sei anni dal suo debutto su PlayStation 3, Heavy Rain approda su Ps4, come ha già fatto Beyond: Due Anime e come fa ora Detroit Become Human, gli altri titoli che l’inconfondibile firma di Cage.


Articolo a cura di Samuele Zaboi


Pioggia incessante

In Heavy Rain, vestirete i panni di Ethan Mars, sventurato padre che dopo aver perso un figlio in un incidente perderà anche l’altro a causa di un rapimento. La figura dietro il crimine è conosciuta come “killer degli origami”, nome che deriva appunto dagli origami lasciati sulle scene dei rapimenti. Oltre a Ethan il gioco vi metterà nei panni di altri 4 personaggi: Norman Jayden, agente dell’FBI, Madison Page, giornalista e Scott Shelby, investigatore privato al lavoro sul caso.

La caratteristica peculiare di Heavy Rain, rimasta invariata dal passato, è il forte imprinting cinematografico con la massiccia presenza di Quick Time Event che determineranno lo svolgimento della storia e la sua conclusione. Oltre ai 20 finali che garantiscono al giocatore un’avventura sempre nuova e piena di scelte da compiere, la bellezza del titolo risiede anche nell’impossibilità di “perdere”. Non esiste infatti un vero game over, ma piuttosto strade alternative capaci di privare il giocatore di personaggi e scene da giocare.

heavy rain ps4

Se dal punto di vista dei contenuti Heavy Rain non è diverso da quanto visto sei anni fa, merita un discorso a parte il comparto tecnico. Il primo evidente cambiamento riguarda la risoluzione del gioco che grazie al remaster raggiunge i 1080p delle console di nuova generazione. Il frame rate è invece rimasto bloccato sui 30fps, proprio per continuare a premiare il taglio cinematografico voluto da Cage. Purtroppo, il remaster non ha cancellato alcuni problemi presenti nel gioco originale, con bug che si ripresentano puntuali a distanza di sei anni. Le animazioni e il sistema di illuminazione, sono stati implementati rendendo l’esperienza ancora più bella da vedere. Da sottolineare anche il potenziamento audio, con una colonna sonora degna di un colossal e un doppiaggio arricchito dalla presenza di Pino Insegno.

heavy rain hd

Commento finale

Il versione Ps4 di Heavy Rain è uno dei migliori remaster disponibile al momento sulla console Sony. Le atmosfere oscure e perennemente bagnate della Philadelphia del gioco sapranno trasportarvi all’interno di uno dei migliori thriller a cavallo tra gioco e cinema. Per tutti coloro che hanno invece già giocato Heavy Rain questa potrebbe essere un’ottima occasione per goderselo insieme a qualche amico, magari in una notte di pioggia e con un secchio di pop corn caldi.

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

UFC 2: ecco il ranking dei lottatori

Uncharted 4 – Provata la Beta Multiplayer