Cosa bolle in casa Santa Monica (oltre a GoW Ragnarok)?

god of war, god of war ragnarok, santa monica studio, santa monica studio nuovo progetto, santa monica studio god of war nuovo progetto

Santa Monica Studio, casa madre dei God of War al momento sotto i riflettori per l’attesissimo Ragnarok (sequel di uno dei migliori action degli ultimi anni e Game of the Year 2018), ha rilasciato nelle scorse ore un annuncio di lavoro che ha scatenato la fantasia di alcuni commentatori.

Stando al profilo Twitter ufficiale, Santa Monica sarebbe alla ricerca di un Lead Writer per un nuovo progetto non ancora annunciato. Non è la prima volta che sentiamo parlare di un progetto “secondario” del team, e già all’inizio dell’anno lo studio era alla ricerca di un Art Director per un nuovo gioco.

Non è chiaro se questi annunci di lavoro siano per lo stesso progetto o meno, ma sembra probabile, a meno che l’azienda non stia lavorando su più giochi oltre a Raganork (in tal caso, chi scrive ha già l’acquolina in bocca).

Fino a oggi Santa Monica era conosciuta per lo più per la saga di Kratos, ma non è certo assurdo aspettarsi un allargamento della loro offerta anche a nuovi franchise.

god of war, god of war ragnarok, santa monica studio, santa monica studio nuovo progetto, santa monica studio god of war nuovo progetto

In fondo, che si tratti di una nuova IP o di uno spin-off di God of War le capacità di Santa Monica sono indiscusse e l’hype, quindi, davvero molto alto.

Al momento è difficile prevedere la portata e la natura dello sviluppo del gioco, ma siamo certi che le prime notizie ufficiali non tarderanno ad arrivare.

Cosa preferireste? Un titolo di accompagnamento alla nuova avventura di Kratos e di Atreus oppure un gioco completamente nuovo?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamingbolt

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

god of war II anniversario

God of War II compie 14 anni

nintendo 64

Per il Guinness World Record questo è il Nintendo 64 più piccolo di sempre