HOME » news

L’accumulo seriale corrompe i salvataggi di Cyberpunk 2077

Niente nuove, nuovi bug. L’odissea targata Cyberpunk 2077 sembra non finire: da ieri gli utenti di Reddit si sono riversati sulla piattaforma per segnalare un nuovo, fastidioso, bug all’interno del sistema.

A quanto pare, avere tanti oggetti nell’inventario, o semplicemente la loro copia, può portare il gioco ad un crash con conseguente perdita dei salvataggi. Si tratta di problema abbastanza grave che può portare alla cancellazione di ore ed ore di gioco accumulato, senza possibilità – stando a ciò che dice l’assistenza – di recupero, nemmeno tramite patch.

Dopo vari bug “minori”, questo sembra di vitale importanza. Il nostro consiglio è quello di creare più salvataggi manuali così da ricaricarli in caso di eventuale cancellazione improvvisa da parte del sistema.

Il bug suddetto è fin ora confinato solo alle versioni PC, da quando è stato scoperto un sistema per duplicare oggetti all’infinito. Quando viene raggiunto questo limite all’interno dell’inventario di gioco, va in crash. Tuttavia, salvataggi corrotti sono avvenuti anche in partite di utenti che non avevano utilizzato tale trucco ma semplicemente sono stati, durante la loro run, molto laboriosi creando molti oggetti.

GOG viene in aiuto ai videogiocatori consigliando di utilizzare salvataggi più vecchi in cui non è stato usato il glitch della pubblicazione e abbassando la quantità degli oggetti e materiali da crafting. Secondo Reddit, la causa “scatenante” di tale problema sono i save files superiori agli 8 MB, file che comunque venivano retti da altri open world “importanti” (seppur non esenti da vari problemi) come Skyrim.

Proprio ieri è stata pubblicata una mod da parte dei fan di giocare al titolo in terza persona. La settimana scorsa Cyberpunk 2077 è stato rimosso dal PS Store.

Da non perdere: Dopo tre anni è stato scoperto un sacrario segreto su Zelda: breath of the wild!

FONTE EUROGAMER

Cyberpunk 2077 in terza persona? Forse è possibile

among us

Among Us è stato giocato da MEZZO MILIARDO di persone durante Novembre 2020