HOME » news

Annunciato Project Oxygen, un survival sci-fi su un dirigibile

Sta facendo parlare di sé il primo progetto annunciato da un nuovo studio polacco, Far From Home, creato da ex membri di CD Projekt RED (The Witcher, Cyberpunk 2077), Techland (Dead Island, Dying Light) e altri developer che hanno lavorato a Divinity: Original Sin.

Si tratta di uno studio composto da sviluppatori di grande esperienza che mirano a creare giochi dai temi maturi e significativi, pur offrendo un forte focus sul gameplay.

Il gioco in questione, dal nome provvisorio Project Oxygen, vedrà il giocatore nei panni di uno scienziato solitario in volo col suo dirigibile su una Terra post-apocalittica devastata da un disastro ecologico che ha portato l’umanità sull’orlo dell’estinzione.

Project Oxygen è a tutti gli effetti un survival in prima persona: il giocatore dovrà compiere frequenti incursioni sul suolo per esplorare e raccogliere le risorse indispensabili per la sua sopravvivenza e per il funzionamento del suo dirigibile, vero e proprio fulcro del gioco.

Il dirigibile di Project Oxygen è infatti una base aerea mobile che funge da rifugio del giocatore, tenendolo al riparo dai pericoli sottostanti. Questo zeppelin può essere personalizzato e potenziato man mano che si avanza nel gioco e si raccolgono le necessarie risorse, fino a diventare anche un laboratorio di ricerca e una fonte di supporto vitale.

Al momento, a parte il comunicato appena da poco diffuso da Far From Home, non sono noti ulteriori dettagli né screenshot.

Project Oxygen è in sviluppo sul motore di gioco Unreal Engine 4, e verrà rilasciato nel 2021 su PC, Xbox Series X e PlayStation 5. Al momento è nota solo l’esperienza single-player, ma Far From Home ha rivelato che verrà aggiunta una modalità co-op dopo il lancio ufficiale.

Nel frattempo vi invitiamo a seguire Far Frome Home per avere aggiornamenti dei loro progetti sui loro social (Facebook, LinkedIn, Twitter).

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Silent Hill 2, retrogaming, James Sunderland, Konami, PlayStation 2, Silent Hill 2 remastered , Silent Hill HD Collection

Il retrogaming impossibile: pensieri sulla difficoltà di giocare un vecchio titolo al giorno d’oggi

FIFA 21, tutto quello che c'è da sapere

FIFA 21 – tutto quello che sappiamo