HOME » news

PS5: Sony valorizza il concetto di “next-gen”

Le vere console war – quelle sane che scatenano la competizione e l’inventiva dei produttori – non si combattono tra fan o giocatori, ma tra le differenti filosofie di gioco e i diversi punti di vista delle case produttrici. Mentre Microsoft vuole enfatizzare le esperienze cross-gen, Sony ha deciso di puntare sul concetto di next-gen.

Il marketing leader di Sony Eric Lempel durante una chiacchierata con Geoff Keighley, curatore dei The Game Awards, del Gamescom e del Summer Game Fest, ha messo in evidenza come sia importante per l’azienda giapponese l’innovazione nel gioco che può portare una nuova generazione di console.

Come abbiamo detto molte volte, con PlayStation 5 c’è una nuova generazione, e noi crediamo nelle generazioni. Per questo motivo vogliamo far evolvere ogni componente dell’esperienza.

Lempel ha promesso che ci sarà ancora molto spazio per nuovi arrivi sulla PlayStation 4, e che quindi il suo ciclo vitale non può dirsi certamente finito. Il nodo principale della discussione si è concentrato sul fatto che, secondo la filosofia di Sony, i giochi cross-gen possono essere un limite all’esperienza videoludica degli utenti a causa delle differenze di hardware. A tal proposito, Lempel ha portato l’esempio di Ratchet & Clank: A Rift Apart.

Non si tratta solo dei tempi di caricamento più veloci. Prendi un grande studio di sviluppo come Insomniac che ha trovato un modo per dire “ok, guarda, ecco un gioco che può essere fatto solo su PlayStation 5, in questa generazione, usando questa tecnologia.” Molto di ciò che si è visto nello show, saltando attraverso quei diversi mondi all’istante, non può essere fatto nella maggior parte dei casi. Insomma, è qualcosa a cui puntiamo molto. Tutte queste cose si collegano tra loro. Combini tutto ciò con l’audio 3D, con il controller, col ray tracing. Intendo dire che queste sono esperienze fantastiche e che questi sviluppatori sanno come sfruttare ogni pezzo di queste caratteristiche per offrirti un’esperienza davvero unica. E questo spiega esattamente cos’è la next gen per noi.

Cosa ne pensate? È meglio l’approccio cross-gen di Microsoft o preferite valorizzare la next-gen come Sony?

FONTE PlayStation Lifestyle

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Deathloop sarà il primo titolo PS5 che sfrutterà appieno il Feedback Adattivo del DualSense 5?

ghost of tsushima poteva essere ambientato in un'altra epoca

Ghost of Tsushima poteva essere ambientato lontano dal Sol Levante