GTA V è il prodotto d’intrattenimento più remunerativo di sempre

GTA V
GTA V batte tutti i prodotti d'intrattenimento in quanto a profitti generati

Che GTA V sia il videogioco di maggior successo della storia non siamo noi a dirlo. Ci sono numeri e statistiche che parlano chiaro. Il successo di Grand Theft Auto V è ben documentato e un nuovo report di MarketWatch offre ulteriori informazioni sull’impatto che questo titolo ha avuto come fenomeno di massa.


C’è da stupirsi che GTA V abbia venduto più di qualsiasi altro videogioco? Forse no, ma il punto è che il record non si ferma all’industria videoludica. Niente batte GTA V e con niente, intendiamo proprio niente. Film, dischi, libri, non c’è prodotto che abbia generato più profitti di GTA V. MarketWatch riporta che con 90 milioni di copie vendute in tutto il mondo e 6 miliardi di dollari di entrate, GTA V è il “titolo multimediale di maggior successo finanziario di tutti i tempi”. Mentre il rapporto fa principalmente paragoni con i film, questo include anche libri, musica e altri prodotti di intrattenimento.

GTA V batte tutti

I ricavi da 6 miliardi di dollari, ad esempio, superano di gran lunga i 4 miliardi della stessa valuta raggiunti dai film più venduti come Star Wars e Via col vento (cifre del botteghino adeguate all’inflazione e a cui sono state aggiunte le vendite dei DVD). Anche il film con gli incassi più alti di tutti i tempi – Avatar di James Cameron, che ha fruttato 2,8 miliardi di dollari- non riesce a eguagliare nemmeno la metà dei soldi di Grand Theft Auto V.

Non è del tutto chiaro se i 6 miliardi si basino esclusivamente sulle vendite del videogioco o se includano anche le “spese ricorrenti per il consumatore” che Take-Two inserisce nella versione online del titolo tramite microtransazioni. Pensiamo comunque di sì. Se guardiamo alla musica, il disco più venduto nella storia è Thriller di Michael Jackson con oltre 100 milioni di copie, ma non raggiunge i profitti di GTA V per ovvie ragioni: il prezzo del singolo prodotto e la mancanza di contenuti aggiuntivi, ad esempio.

Se prendiamo in esame solo i videogiochi, Grand Theft Auto V è il chiaro vincitore. I concorrenti più vicini sono Call of Duty: Modern Warfare 3 e Black Ops, che hanno raggiunto rispettivamente 26,5 milioni e 24,2 milioni di copie vendute. In effetti, dovremmo combinare le vendite di GTA III, Vice City, San Andreas e GTA IV per raggiungere le cifre di GTA V.

Il multiplayer aiuta

Ci sono alcune circostanze che spiegano il fenomeno. Il multiplayer online è una di queste. Il multiplayer viene regolarmente aggiornato e ampliato e offre più opportunità di gioco da un lato e di guadagno per gli editori dall’altro. Vale anche la pena ricordare che i 90 milioni di unità vendute includono due generazioni, grazie alle edizioni PS3 e Xbox 360, con molti consumatori che probabilmente hanno acquistato una seconda copia quando sono passati a PlayStation 4 o Xbox One.

L’analista Cowen Doug Creutz ha sottolineato che Grand Theft Auto V rimane un “outlier selvaggio”, (con il termine outlier si intende in statistica un valore anomalo) con pochi altri titoli su console che probabilmente raggiungeranno un tale successo.

Perfino l’imminente Red Dead Redemption 2 o un prossimo Grand Theft Auto VI è improbabile che possano raggiungere tali vette. Ma mai dire mai. Rockstar ha il vizietto di infrangere i propri record.


Questo non vuol dire che Rockstar non avrà altri grandi successi – ha detto Creutz –  ma un altro GTA V non è probabile. Michael Jackson aveva un sacco di album di successo, ma ha avuto solo un Thriller.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

ni no kuni ii labirinti

Guida Ni No Kuni II: dove trovare tutte le porte oniriche

blades in the dark guida gioco e recensione gdr player guida pdf

Blades In The Dark – La città dei ladri apre le sue porte