HOME » news

Observer: Bloober team annuncia il sequel?

Amanti dell’horror e delle atmosfere cyberpunk, orecchie e occhi aperti: in un teaser diffuso via Twitter e Youtube nelle scorse ore, Bloober Team (Layers of Fear, Blair Witch) ha mostrato quello che potrebbe essere il teaser di uno dei suoi giochi più originali e iconici, Observer (2017).

Com’è possibile notare subito, il teaser non parla in maniera esplicita di un “Observer 2”, limitandosi a parlare di un progetto chiamato “Incoming call” ma, notando i contenuti e lo stile grafico, la stampa non ha potuto fare a meno di collegarlo all’ambientazione dell’horror cyberpunk.

Nel caso in cui l’ipotesi si riveli fondata, rimane da capire se il gioco sarà un diretto sequel del primo titolo oppure un’opera scollegata ma ambientata nello stesso universo (cosa che, visto il genere, non dovrebbe sorprendere). A far propendere per la seconda ipotesi più che per l’altra sarebbero tuttavia gli eventi narrati nel primo episodio e, soprattutto, la dipartita di Rutger Hauer, che aveva prestato il volto al protagonista del gioco Daniel Lazarski, avvenuta nel luglio scorso.

Per il momento abbiamo in mano soltanto questo video, ma siamo certi che i fan del primo episodio saranno già con le orecchie dritte in attesa di sviluppi e che Bloober sia al lavoro per portare nuovi terribili incubi sui nostri schermi…

FONTE Dual Shockers

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Stardew valley

Stardew Valley arriva a dieci milioni di copie vendute

Nioh 2, Team Ninja

Nioh 2: lo story trailer finale