Per id Software il rinvio ha reso Doom Eternal il miglior gioco che abbiano mai fatto

doom eternal miglior gioco di id software grazie al rinvio

Rinviare un gioco non è una decisione che un team di sviluppo prede alla leggera, perché dietro a quel ritardo c’è una mole da lavoro ancora da svolgere. Il produttore esecutivo di Doom Eternal ha dichiarato che tutta la squadra è stata in crisi per parecchio tempo prima di fare questa scelta, comunque obbligata dal dover perfezionare il gioco.

In un’intervista rilasciata a VG247, Marty Stratton ha dichiarato che lo studio ha cercato di bilanciare le ore di lavoro extra in modo che tutti i membri del personale potessero godere di un po’ di pausa, ma non è stato facile perché i ritmi di lavoro sono stati intensi e serrati.

Il crunch time è un argomento su cui tanto si è parlato e che continua a far discutere. Le pressioni che lo staff di una software house deve subire dallo scorrere inesorabile del tempo sono davvero pesanti e non sempre tutti riescono a reggerle.

Cerchiamo davvero di essere molto rispettosi del tempo e della vita delle persone. Abbiamo persone che scelgono di lavorare molto per perseguire gli obiettivi. È stato bello perché vogliamo che il gioco sia perfetto. Vogliamo che sia all’altezza delle nostre aspettative e delle aspettative dei consumatori.

Doom Eternal era originariamente previsto per novembre 2019, ma è stato rinviato al 20 marzo 2020. La decisione è stata presa per permettere un miglioramento del prodotto finale sotto tutti i punti di vista. Se c’è, infatti, una cosa positiva provocata dal ritardo, risiede proprio nel fatto che le modifiche effettuate hanno dato maggior spessore a tutta l’esperienza di gioco. Secondo Stratton, “il rinvio ha reso Doom Eternal il miglior videogioco che id Software abbia mai fatto“.

Siamo stati a Milano per provare in anteprima Doom Eternal e, come potete leggere nel nostro articolo che vi linkiamo in basso, le ore giocate durante la preview per la stampa, ci fanno pensare che Stratton abbia pienamente ragione, perché Doom Eternal puzza di fiamme, sangue e capolavoro.

Leggi la nostra Anteprima di Doom Eternal.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamesindustry

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Senua's Saga: Hellblade II, Senua

Senua’s Saga: Hellblade II parlerà del rapporto fra psicosi e religione

Dishonored, La Morte dell'esterno

Dishonored: in arrivo il gioco di ruolo cartaceo